SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

domenica 31 agosto 2008

SIGH...SIGH...SIGH...

Ciao a tutti e a tutte.
Prima premessa: anche se la Disney Italia rimane leader nel settore del fumetto per ragazzi i suoi fumetti vendono sempre meno, tranne nel caso di W.I.T.C.H., dedicato alle bambine pre-adolescenti.
Seconda premessa: due anni fa, mentre ero nello staff della fiera di Fullcomics, avevo saputo che la Disney Italia aveva voluto tastare le reazioni del pubblico mettendo in mostra, in maniera anonima, i primi disegni preparatori per un nuovo fumetto per adolescenti che avrebbe trattato argomenti abbastanza "trasgressivi" per un fumetto disneyano.
Terza premessa: da tre mesi è in edicola Mad Sonja, il nuovo mensile Disney per ragazze dai dodici ai 15/16 anni, che da una parte vuole aumentare il numero di lettori e dall'altra vuole toccare argomenti decisamente borderline per un fumetto Disney.
Quarta premessa: siccome questo fumetto mi è sembrato molto ben disegnato ho iniziato a seguirlo, anche perchè non si capisce da subito dove voglia andare a parare e - stranamente - non riesco ancora ad inquadrarlo come si deve.
Detto molto in sintesi: è la storia di questa ragazzina di prima liceo, con un'acconciatura che omaggia chiaramente le orecchie di Topolino, nata lo stesso giorno in cui i suoi genitori sono morti (sua madre l'ha partorita poco dopo aver avuto un incidente mortale) e che vive con una zia abbastanza promiscua (esce con un uomo diverso in ogni numero). Una situzione decisamente poco disneyana. In ogni caso Sonja la prende con filosofia, e tutto scorre tranquillo assieme ai suoi amici, fino a che una serie di sogni e episodi inspiegabili iniziano a coinvolgerla... Spingendola ad andare in terapia da uno psicologo e facendola passare per una ragazza un po' toccata (da qui il MAD nel titolo). Non ci è dato sapere come si evolverà la storia, che però ha delle premesse decisamente originali. Sarà perchè è farina del sacco degli artisti tedeschi del greyhoundstudios? Chissà... Il punto però è un altro. Il taglio della serie è più adulto e ammiccante della media disneyana... Per farvi un esempio: la professoressa di matematica di Sonja è una bomba sexy che porta almeno una quinta di seno e insegna con minigonna e guepiere...Degna della miglior commedia sexy all'italiana.
Sonja e le sue amiche vengono disegnate anche quando vestono solo intimo, fanno il bagno o altre cose relativamente provocanti, ed è evidente che sono tutte in piena età dello sviluppo, e alcune di loro sono felicemente accoppiate con ragazzi che a loro volta sono in piena età dello sviluppo (e magari sono anche un po' più grandi di loro). Tuttavia, in tre mesi di MAD SONJA, non c'è stato alcun riferimento esplicito e/o verbale alla sessualità di questi adolescenti che, probabilmente, sono tutti in piena tempesta ormonale. Bella scoperta, direte voi, è un fumetto Disney! Vero. Però allora non mi spiego proprio tutto questo gusto per il tipico voyeurismo adolescenziale eterosessuale maschile (ma il fumetto non era per ragazzine?), se poi il tutto deve soccombere a una sorta di malcelata ipocrisia. Negli Stati Uniti ci sono fumetti per adolescenti con protagonisti adolescenti che fanno cose da adolescenti senza parlare di sesso, ma lo fanno senza inserire tutti questi ammiccamenti abbastanza subdoli. Che siano trucchetti per aumentare le vendite??? Chissà... Ammetto che mi viene il dubbio che forse sono io a vedere la malizia dove non c'è... Però, scusate... Questo qui di seguito è il paginone centrale di MAD SONJA numero due... Sono io oppure c'è un certo voyeurismo di fondo???

A parte questo, poi, ammetto che ci sono delle sequenze che mi lasciano perplesso... Nel senso che sono volutamente provocatorie a velatamente erotiche, ma per smorzare i toni utilizzano dialoghi su un registro completamente diverso, e si concludono in un nulla di fatto a causa di motivi del tutto pretestuosi. Ad esempio... Prendete questa sequenza che parte con Kim (la migliore amica di Sonja) e il suo ragazzo Jerrit che si trovano su una spiaggia isolata.


A me non sembra molto verosimile... Nel senso: Sonja ce l'ha con Kim per una gaffe che lei ha fatto, e giustamente lei ci sta male. Il suo ragazzo la porta in spiaggia per distrarsi, lei ci sta, si divertono in acqua e poi vanno al riparo di una barca, non c'è nessuno in giro, lei ha scritto in fronte "te la do!" e poi... Si mettono a parlare di Sonja??? Ma se Kim era così indisposta non avrebbe fatto meglio a starsene a casa? No... Non poteva... Perchè in quel caso i disegnatori non avrebbero potuto disegnarla in costume da bagno... Mah! Voglio proprio vedere cosa succederà nei prossimi numeri... E soprattutto voglio proprio vedere come NON verrà affrontato il tema omosessualità... Perchè SICURAMENTE in un fumetto di questo tipo sarà un argomento schivato come la peste. Io davvero non capisco come sia possibile che tutti questi nuovi fumetti europei che tendono a scimmiottare lo stile dei manga non si rendano conto che uno dei motivi per cui hanno tanto successo i fumetti giapponesi è proprio perchè hanno un rapporto con la sessualità (anche omo) più esplicito e sereno rispetto ai fumetti occidentali... Il fatto che poi, tanto per cambiare, in un fumetto come MAD SONJA gli ammiccamenti sessuali siano prettamente maschilisti mi irrita ulteriormente... Ad esempio: da questa vignetta si intuisce che Kim e Sonja hanno fatto la doccia assieme...
A parte il fatto che sono SICURO che una vignetta del genere non avrà mai come protagonisti i ragazzi che compaiono nella serie, qualcuno mi deve spiegare il senso di questa cosa... Cioè... L'unico senso che ci vedo è quello di stimolare il lettore a pensare che cosa possano avere fatto le due ragazze nella doccia (a parte la doccia ovviamente)... Si saranno insaponate a vicenda? Si saranno confrontate il seno e/o altri dettagli anatomici? Ma poi, dico io, è così interessante per una lettrice adolescente, presumibilmente non lesbica, sapere che Kim e Sonja fanno la doccia assieme? In tutto ciò c'è qualcosa che non mi torna... E se io fossi una lettrice di MAD SONJA tutto questo mi urterebbe... E qui arriviamo alla ciliegina sulla torta. Le Disney, per promuovere MAD SONJA ha creato un blog totalmente fasullo in cui la protagonista si confida e racconta quello che le succede... Il Mad Sonja Blog è a tratti persino deprimente nella sua pochezza e banalità... Ma la cosa agghiacciante è che è strapieno di commenti... OK! Stiamo parlando della Veline Generation, ma in tutto ciò c'è qualcosa di morboso. Concludo constatando che, purtroppo, nel mondo pseudo-trasgressivo di MAD SONJA probabilmente non ci sarà mai spazio per trattare tematiche adolescenziali veramente scottanti... Come ad esempio il bullismo, i maltrattamenti in famiglia, il consumo di stupefacenti, le gravidanze indesiderate, gli abusi sessuali o magari - e questo sarebbe davvero importante - l'omofobia e l'omofobia interiorizzata degli adolescenti di oggi. In compenso sono altrettanto certo che rivedremo spesso il reggiseno di Sonja e delle sue amiche... Evviva!

P.S. So che la Disney sta lavorando ad un fumetto per adolescenti maschi... Se questi sono i presupposti già tremo!

15 commenti:

Phayart ha detto...

Quando la Rainbow iniziò ad "insidiare" il domino editoriale Disney buttando sul mercato serie concorrenti a WITCH (con tanto di clamorosa idiozia Straffiana "la Disney ci ha copiato le Winx"), mi venne il terribile dubbio che la risposta della Casa del Grande Topo potesse essere lo sviluppo di serie "acchiappanti" per rispondere all'"invasione", con relativo abbassamento qualitativo tristemente italiano (almeno nelle storie).
Ho comprato il primo numero perchè ne lessi una buona recensione, anche se ammetto che ho avuto la sensazione leggendo che parlassero parlassero senza arrivare a nulla, con una buona dose di "seghe mentali" a contorno, in questo la lezione degli shojo di ultima generazione è stata recepita perfettamente purtroppo.

Matteo ha detto...

Ma scusami... D'accordo che bisogna avere a cuore le tematiche omosessuali nell'insegnamento dei ragazzi, ma non possiamo demonizzare un fumetto perché NON ne parla; altrimenti più del 90% del mercato europeo di genere sarebbe da bollare come omofobo.

Inoltre mi sembra un intervento un po' troppo combattivo; il target è quello delle ragazzine, delle stesse che leggono cioé, che aspirano a diventare Miss Muretto e che parlano di sesso già a 13 anni (mia sorella sta attraversando questa fase, per cui lo so bene). E' ovvio che se è indirizzato a delle persone con questi interessi si debba adeguare al contesto.

Riguardo infine al fatto delle occasioni mancate in cui i protagonisti potrebbero spingersi oltre... l'hai detto tu, è un fumetto Disney. Non avrebbe nemmeno senso che ci fossero scene del genere.

Wally Rainbow ha detto...

No, no, sono stato frainteso! Non ho criticato questo fumetto perchè non parla di omosessualità, ma perchè secondo me fa leva in maniera abbastanza subdola e superficiale su una banale visione della sessualità adolescenziale (in cui rientra anche l'omissione dell'omosessualità, che a ben guardare è il minore dei problemi), senza peraltro affrontare in maniera diretta e verosimile l'argomento (sempre col dovuto tatto, ovviamente). E' come guardare un film al cinema con il proiettore fuori fuoco. INoltre, come dici tu, gli adolescenti parlano di sesso a 13 anni... E in MAD SONJA la parola sesso non vinee neppure pronunciata.

Phayart ha detto...

Siceramente non comprendo la necessità del disegnatore/disegnatrice (non mi ricordo ed ora non posso controllare) di dare a tutti i ragazzi nella storia una aspetto bizzarro chiome d'albero e frontemi nimale nel migliore dei casi, capisco la stilizzazione, ma un minimo di rispetto delle proporzioni non farebbe proprio schifo.

Matt ha detto...

Ultimamente non sto seguendo molto ne la la tv ne la carta stampata ma mi sto accorgendo che tutto tira dalla stessa parte (gioco di parole non voluto). Le varie serie pomeridiane come anche il fumetto in questione , che detto tra noi come stile non è male anche se non rispetta le cosi dette proporzioni reale che è un caratterizzante, dove tutto gira intorno alle trombate e ai fighi e alle fighe di turno senza tenere in conto minimamente dello spessore e della qualita del prodotto tantomeno del mesaggio che si manda . parlano si muovono e fanno tutto per...??!!!??... arrivare a trovarsi in costume a strusciarsi e ad amiccare facendo o le gatte morte o i belli e tenebrosi .Bho forse ho avuto un invecchiamento precoce ma i giovani d'oggi stanno crescendo propio male

Kanzeon ha detto...

Ma è bellissimo il blog della pazza... fa molto ... "Amici" di quella famosa emittente televisiva ,e i commenti sono in linea con i post trattati.
Cmq il personaggio più bello mi sembra Wurler lo zainetto che sembra alieno ahahah è troppo forte!

Anonimo ha detto...

Ma cos'è questa roba?
Non è possibile che provino in continuazione a rifilarci quest' idea dell'adolescenza. Quale idea? Semplice: figoni e fighette ovunque in un miscuglio di erotismo velato e maschilismo edulcorato. Ci sono altri problemi durante il periodo adolescenziale (lo so dato che sono un adolescente) e questo "fumetto" non è altro che uno stereotipo di come vorrebbero vederci (stereotipo che purtroppo sta facendo successo) e non la realtà...

Wally Rainbow ha detto...

Ma sai... Penso che rifilare stereotipi idealizzati ormai sia tutto quello che i media riescono a fare bene... Succede lo stesso per i prodotti dedicati a tutte le fascie d'età. Coi fumetti va un po' meglio perchè dietro ci sono meno interessi di quelli che girano attorno ai prodotti per il cinema e la televisione... Così se non altro ci sono ANCHE bellissimi fumetti che si esprimono senza stereotipi e ipocrisie.

Anonimo ha detto...

Per esempio i tuoi

Wally Rainbow ha detto...

Troppo buono!

Anonimo ha detto...

Troppo buono? Non credo.
Comunque ho dato un'occhiata al blog... interessante... sembra quello di Perfect Blue (ci manca solo il serial killer)... Ma che ci trovano da commentare in quelle cretinate scritte da non so bene chi? Ci sono un sacco di riferimenti all'adolescente stereotipata e anche vagamente stupida, ma non mi stupisce: in fondo si parla di un fumetto per maschilisti... ma perchè solo in Italia dobbiamo essere così sfigati da avere questa roba?

Wally Rainbow ha detto...

Ah Ah carino il riferimento a Perfect Blue! In effetti è un po' inquietante... C'è da dire che per quel che ne sappiamo i commenti potrebbero essere finti come il resto del blog... Cioè... Diciamo che c'è da sperarlo altrimenti vorrebbe dire che stanno venendo su delle ragazzine un po' troppo destrutturate.

Anonimo ha detto...

Infatti... probabilmente lo scrive un pagato ops... volevo dire dipendente

Anonimo ha detto...

Nel Blog di Sonja c'è scritto che se vuoi lasciare un commento devi accettare delle condizioni: sembrano normali (le solite cose: niente volgarità o diffamazioni), però ho provato a lasciare un commento con scritto che non ha senso scrivere a un personaggio inesistente rivolgendosi ad esso come se fosse reale. Risultato: messaggio con scritto che per esaminare il commento ci vogliono giorni e se non verrà catalogato come giusto lo elimineranno. Se si legge sul blog ci sono solo commenti cretini. Ma guarda un po'!

Wally Rainbow ha detto...

Beh... E' ovvio che quel blog ha solo fini pubblicitari... :-)