SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

lunedì 19 aprile 2010

NEWS

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
È arrivato il momento di fare il punto sulla prima edizione dei TLA Awards (per gli amici Gaybies), assegnati - dopo una votazione online da parte del pubblico - da uno dei maggiori distributori/rivenditori di materiale a tematica gay degli Stati Uniti. Nella sezione "comics" ha vinto il secondo numero di INITIATION, miniserie erotico pornografica pubblicata dalla Class Comics. Scritto da Robert Fraser e illustrato da Joseph Hawk, si tratta di un fumetto ambientato nel mondo delle confraternite universitarie americane, con i loro riti di iniziazione in cui tutto è consentito (perlomeno per la fantasia di due autori di fumetti gay alquanto allupati).
Sicuramente si tratta di un fumetto ben disegnato, anche se - come la stragrande maggioranza dei fumetti pubblicati dalla Class Comics - risente di una certa piattezza nelle caratterizzazioni dei personaggi e del fatto che deve risolvere la storia in un episodio di poche pagine... D'altra parte bisogna dare atto agli autori di una buona dose di creatività e del fatto che hanno saputo realizzare un fumetto eccitante e ricco di spunti sfiziosi. Un fumetto che molto difficilmente troverà spazio in Italia, anche se sperare non costa nulla, come si dice... In ogni caso, sempre nei TLA Awards, si è verificato un fatto curioso. Infatti nella sezione miglior video hard del 2009, si è classificato al secondo posto il video in animazione digitale PIRATE'S BOOTY (di cui ho parlato a suo tempo anche su queste pagine).
Credo che sia la prima volta che un film realizzato in computergraphic ha un simile piazzamento in un premio che si rivolge anche alle produzioni hard dal vivo. Segno dei tempi che cambiano? Di certo non si tratta di un capolavoro del digitale, ma bisogna ammettere che - con un budget limitato e senza dei veri riferimenti - questo film è diventato un piccolo cult per i feticisti dei videogiochi, dei pirati e delle pornoparodie trash...
Tra l'altro pare che sia stato anche un notevole successo commerciale, coinvolgendo anche molti appassionati di fumetti e animazione che non necessariamente hanno a che fare col mondo della pornografia gay. Oltretutto, seppur con dei notevoli limiti, bisogna prendere atto che alla Adult Source Media hanno anche tentato di abbozzare una storia e delle caratterizzazioni psicologiche: una cosa tutt'altro che scontata in ambito hard.
Ci troviamo di fronte all'anello di congiunzione fra l'hard gay e la cultura pop contemporanea? I gay vogliono riappropriarsi del loro diritto di fantasticare? Probabilmente è presto per dirlo, però sicuramente il buon piazzamento di questo video animato ai Gaybies di quest'anno non deve passare inosservato. Staremo a vedere cosa riserverà il futuro (e come andrà il secondo video gay CG realizzato dallo stesso studio: TALES FROM THE GODS). I Gayies di quest'anno, però, hanno offerto almeno un altro paio di spunti interessanti. Il primo arriva dal vincitore della categoria "miglior libro fotografico", che è andato al THE BIG PENIS BOOK della Taschen...Si tratta di una bella retrospettiva che affronta il tema delle taglie forti nella fotografia erotica e pornografica. La cosa notevole, però, è che è stato pubblicato da un'editore che non solo NON si rivolge esclusivamente al pubblico gay, ma che viene distribuito a livello internazionale in tutte le librerie di varia. Tant'è che molti di voi sicuramente si saranno imbattuti in questo bel librone anche gironzolando in qualche insospettabile libreria di provincia. Forse mi sbaglio, ma credo che una decina di anni fa questo sarebbe stato impossibile, e che questo dia la misura dei tempi che cambiano. Anche se non sempre è così. Infatti non ho potuto fare a meno di notare che ai Gaybies il premio per il miglior film straniero del 2009 è andato a LITTLE ASHES...
Il film raccontava dell'amore giovanile fra il poeta Lorca e il pittore Dalì... E in Italia non è mai stato distribuito perchè - a causa dei suoi contenuti - non ha passato il visto della censura! Più che dalle scene "calde" pare che i nostri censori siano stati turbati dal fatto che era interpretato dall'idolo dei teenagers Robert Pattinson, che avrebbe attirato torme di adolescenti... Col rischio di turbarli e magari incitarli alle relazioni gay. Effettivamente il nostro paese non sembra attraversare uno dei suoi periodi più illuminati, non trovate? Comunque, rimanere in tema di classifiche, volevo segnalarvi che la prestigiosa rivista OUT ha pubblicato la sua annuale lista dei cinquanta omosessuali più potenti e influenti d'America... E quest'anno indovinate chi è passato dalla diciannovesima alla dodicesima posizione?
Ebbene sì: Rich Ross è stato promosso in classifica, dopo essere passato da direttore di Disney Channel a dirigente dei Disney Studios... Probabilmente a questo punto il suo caratteristico sorriso sarà arrivato da un orecchio all'altro. Complimenti! Comunque, se vi avanza un po' di tempo, vi consiglio di dare un'occhiata alla classifica di OUT: ci troverete un bell'esempio di quelli che dovrebbero essere gli esponenti di spicco di una comunità gay e lesbica rampante, e potrete fare un confronto con quelli che sono gli esponenti di spicco nella comunità gay italiana... Capendo meglio perchè da noi certe cose vanno come vanno. Comunque, per concludere in bellezza questo post, volevo condividere con voi un piccolo scoop in esclusiva: forse riusciremo a vedere l'edizione italiana di BLACK WADE per Lucca 2010!
Perlomeno queste sono le intenzioni dell'editore che ho messo in contatto con i due autori (mi piace tramare dietro le quinte, lo ammetto ^__^)... Incrociate le dita: se tutto va come deve andare sarà il primo fumetto propriamente omoerotico ad essere realizzato, pubblicato e distribuito in Italia! E se andasse bene.... Chissà...
Alla prossima.
NOVITA' IMPORTANTE: Se guardate in alto a destra troverete la possibilità di sostenere questo BLOG con un abbonamento simbolico. In parole povere: se vi iscrivete, ogni mese contribuirete alla salute di questo blog con la cifra di un euro. Se questo blog vi piace e se pensate che vada supportato questo è un modo comodo e sicuro per farlo.

5 commenti:

loran ha detto...

Allora incrociamo tutte le dita possibili perchè se BLACK WADE verrà pubblicato in italiano sara veramente bello.
In effetti in italia certe cose cadono sotto i colpi della censura e altre no, ad esempio i libri della Taschen sono venduti da decenni senza alcun problema in tutte le librerie, io comprai più di dieci anni fa un libro di Tom of Finland.

Luca ha detto...

A dire il vero io il porno in digitale lo ho visto recentemente e lo ho trovato terribile. Ma bisogna ricordare che è il primo o tra i primi del suo genere, perciò è solo un inizio da cui migliorare ;) (e comuqnue ad esser sinceri di caratterizzazione psicologica non ci ho trovato assolutamente nulla) xD

Wally Rainbow ha detto...

Infatti io ho detto che hanno tentato di abbozzare una storia e delle caratterizzazioni psicologiche... Non ho detto che ci sono riusciti come si deve :-)

Mauro Padovani ha detto...

Sono molto felice per Black Wade!
il disegnatore di The Initiation non è italiano( penso usi uno pseudonimo)?

V ha detto...

a me il porno sui pirati è piaciuto, qualcosina in più di audio e sarebbe stato seguibile comunque per il comparto digitale era un prodotto di fattura medio/buona anche se utilizzando alcuni mod di oblivion è possibile creare dei personaggi più realistici e fluidi. se siete interessati vi metto la galleria di fiok (dovete essere registrati gratuitamente al sito, se non volete far sapere chi siete mettete i soliti dati falsi)
http://fiok.sofurry.com/gallery