SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

lunedì 26 agosto 2013

MERAVIGLIOSO PRODIGIO!

Ciao a tutti, come va?
Dopo un paio di settimane eccomi di ritorno... Vi sono mancato almeno un po'? Ovviamente mentre io ero assente - soprattutto per sistemare alcune cose e per progettarne altre - il mondo è andato avanti e quindi ora ho un bel po' di cose da recuperare, quindi almeno per questa settimana preparatevi ad almeno un post al giorno... Da che parte comincio?
Forse, in uno slancio di ottimismo, potrei cominciare dall'ennesimo coming out adolescenziale dalle parti della MARVEL COMICS... Quello, cioè, che riguarda Prodigy (David Alleyne)...
Questo coming out è abbastanza interessante sotto diversi punti di vista. Non tanto perchè Prodigy è uno dei pochissimi supereroi che si definiscono bisessuali, quanto per il fatto che è il primo supereroe adolescente di colore ad uscire allo scoperto, e il primo supereroe di colore che esce allo scoperto dalle parti della MARVEL. O meglio: il primo che esce allo scoperto senza avere un potere mutante che - di fatto - annulla la sua etnia. Infatti dalle parti della MARVEL si aggira anche la mutante Bling (recentemente ha ammesso di avere anche un debole per la più nota Rogue), che in teoria è di colore, ma di fatto ha la pelle cristallina...
Senza contare alcune case editrici minori, alla DC Comics c'erano già Josiah Power (un avvocato amico di Superman, capace di aumentare la sua massa e diventare superforte) e la giovane Thunder (Aniessa Pierce, la figlia del supereroe Black Lightning), rispettivamente dal 2002 e dal 2003...

Tuttavia la suddetta casa editrice non aveva ancora pensato ad un superadolescente gay di colore, preferendo presentarne uno ispanico, e cioè Miguel Jose Barragan alias Bunker...
Un altro piccolo primato di Prodigy è che i suoi poteri sono di natura prettamente intellettuale. Nel senso che è un mutante nato con la facoltà di assorbire la conoscenza di tutti i mutanti coi quali viene in contatto. Successivamente ha perso questo potere, ma poco dopo ha ottenuto la capacità di avere a disposizione tutte le conoscenze di tutti i mutanti coi quali era entrato in contatto prima di perdere i suoi poteri... Compresi quelli supergeniali...
Quindi, a ben guardare si tratta anche di un modello di supereroe abbastanza originale, che potrebbe fornire anche qualche stimolo in più per tanti adolescenti gay alla ricerca di riferimenti positivi che vadano al di là della forza fisica. Comunque, quella che probabilmente è la cosa più interessante di tutte, è che dopo aver militato in diverse firmazioni mutanti - a partire dal 2003 - Prodigy ha finito per lavorare come volontario in un call center che si rivolge ai supereroi che vivono male la loro condizione (!) e questo gli ha dato modo di entrare in contatto con il gruppo degli Young Avengers (quello della supercoppia formata da Hulkling e Wiccan). Rimanendo coinvolto in una loro avventura (nel numero 8 della loro nuova serie, uscito a luglio), ha finito per rimanere solo con Hulkling in una dimensione alternativa, e ha colto l'occasione per esternargli il suo apprezzamento con un bacio...
Questo significa forse che inizierà ad insidiare la prima storica supercoppia di adolescenti gay dichiarati della MARVEL? Young Avengers inizierà ad avere risvolti pepati da serial gay?
Sicuramente la situazione promette sviluppi interessanti...
Morale della favola: un altro bel colpo realizzato dalla MARVEL che, se possibile, rende ancora più abissale la distanza del fumetto statunitense da quello italiano.
Ma tant'è...
Alla prossima.

Nessun commento: