SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

lunedì 21 ottobre 2013

TOCCA A VOI...

Ciao a tutti, come va?
Se non siete proprio nuovi dalle parti di questo BLOG saprete che puntualmente segnalo i casi di fumetti LGBT che vengono pubblicati tramite raccolta di prenotazioni (e relativa opzione di pagamento) su appositi siti. Quando si raggiunge la quota di prenotazioni richiesta nei tempi previsti il fumetto in questione viene stampato e inviato a quanti ne hanno ordinato una copia, in caso contrario il pagamento anticipato non viene prelevato e non ci sono danni o truffe. Negli USA questo metodo è ormai molto diffuso, e anche in altre nazioni inizia a farsi largo, mentre in Italia non ci sono grandi esperienze in questo senso, perlomeno dal punto di vista dei fumetti... Men che meno dei fumetti LGBT. Oggi, però, la REN BOOKS (che ormai si potrebbe definire l'editore italiano più avanti di tutti), vuole sperimentare anche questa strada... Con l'antologia IT'S OK!!...
Come funziona questa cosa? Appoggiandosi al sito PRODUZIONI DAL BASSO, che è un po' l'equivalente italiano di siti come kickstarter.com, vuole provare a raccogliere 500 prenotazioni in un mesetto. Il che significa che ci vogliono 500 persone che - tramite paypal - prenotano una copia per 5 euro. Nel momento in cui la quota di 500 copie viene raggiunta i 5 euro vengono effettivamente prelevati e il fumetto viene pubblicato e spedito (senza ulteriori costi). In caso contrario, e cioè se entro i tempi previsti non si raggiunge la quota sperata, i 5 euro non vengono prelevati.
Tutto chiaro?
Venendo nel merito del fumetto in questione, si tratta di un'antologia che raccoglie varie strorie e illustrazioni di altrettanti autori di manga gay (praticamente tutti inediti nel nostro paese), incentrate sul tema dell'omofobia. Più precisamente saranno presenti Okura e l’attesissimo Kuro Nohara, insieme a delle nuove promesse come Inuyoshi, Taku Hiraku, Poko Murata, Shintarawl, SUV e delle illustrazioni di Kazuhide Ichikawa e Tatsuya Naoki.
Se volete contribuire anche voi a questa bella iniziativa, che promette anche di devolvere una quota ad associazioni che lottano contro l'omofobia, dovete semplicemente CLICCARE QUI E PRENOTARE LA VOSTRA COPIA. Personalmente trovo che anche solo il fatto che ci stiano provando sia un ottimo segnale, e ovviamente la mia speranza è che questa iniziativa centri l'obbiettivo al primo tentativo, però ammetto che ho qualche timore, visto che le condizioni in cui si possono portare avanti questi progetti in Italia e USA sono molto diverse...
Mi spiego meglio. Sorvolando sui problemi di fiducia tipici degli italiani, che magari nelle nouve generazioni (e soprattutto fra gli appassionati di fumetti) sono superabili, e sorvolando sulla diffidenza nei sistemi di pagamento come paypal (che - per fortuna - sta diminuendo come sopra), resta un ultimo grande scoglio, che è rappresentato dall'indifferenza dei (pochi) media LGBT. Mi spiego ancora meglio: negli USA i media gay non si fanno problemi a pubblicizzare iniziative commerciali LGBT in maniera disinteressata (anche perchè sanno che così facendo hanno a loro volta dei ritorni di immagine), soprattutto se hanno dei risvolti impegnati. In Italia, purtroppo, non funziona così.
In Italia, la tendenza, è di fare pagare la pubblicità in tutte le sue forme (sulle riviste gay italiane non fanno pubblicità nemmeno alle associazioni di volontariato se non pagano), o di garantire spazi nella misura in cui ci sia qualche forma di beneficio concreto e immediato.... A MENO CHE i suddetti spot non siano "raccomandati" da qualcuno che i suddetti media LGBT già conoscono e al quale danno fiducia. Questo - però - implica che nel nostro caso i suddetti media LGBT abbiano almeno un referente competente per quel che riguarda i fumetti... E siccome nel nostro paese i fumetti (e in generale l'immaginario POP) non godono - storicamente - di una grande considerazione da parte della cultura gay ufficiale, i suddetti esperti sono considerati un elemento supefluo, e infatti spesso mancano o - come nel mio caso - vengono eliminati con una certa facilità. Quindi se REN BOOKS manda un comunicato stampa ai maggiori siti e BLOG italiani per questa iniziativa non è affatto detto che gli diano visibilità.
C'è poi un'altra sostanziale differenza a livello di spazi internet, visto che al di là dei media che vivono grazie agli spazi commerciali (siti, blog, riviste, ecc), in Italia risentiamo un po' della mancanza di spazi internet che mettono costantemente in primo piano i fumetti LGBT e quello che gli ruota attorno. C'è questo BLOG, che è abbastanza seguito, ma è un po' una mosca bianca. All'estero se fosse proposta un'iniziativa del genere contro l'omofobia avrebbe sicuramente più spazi e... Mhhh... Cari amici di REN BOOKS, se un domani farete questa antologia in inglese e non sapete a chi agganciarvi chiamatemi, che vi passo qualche contatto :-)
Infine c'è il piccolo grande problema delle associazioni LGBT italiane, che per una questione di formazione hanno - generalmente - una bassa opinione dei fumetti, fanno ancora fatica a rapportarsi coi manga (che per loro sono ancora - sigh - una novità un po' surreale) e anche con le più buone intenzioni farebbero fatica a promuovere un'iniziativa del genere... Un po' perchè difficilmente capirebbero di cosa si sta parlando e un po' perchè non sono strutturate per promuovere iniziative del genere. Negli USA, se ancora ci fosse bisogno di dirlo, ci sono delle associazioni LGBT che si occupano prettamente di fumetti, e ovviamente le cose vanno in modo diverso. Morale della favola: forse in Italia un mesetto è un po' poco per raggiugere 500 prenotazioni, ma a volte i miracoli avvengono. Inoltre in un mesetto c'è tutto il tempo per mettere in piedi iniziative che possano cercare di tamponare le difficiltà di promuovere un progetto del genere in Italia...
Coraggio ragazzi!
Okura e l’attesissimo Kuro Nohara insieme a delle nuove promesse come Inuyoshi, Taku Hiraku, Poko Murata, Shintarawl, SUV e delle illustrazioni di Kazuhide Ichikawa e Tatsuya Naoki. - See more at: http://www.renbooks.it/2013/08/19/tra-omofobia-e-hiv-its-ok-ed-sf3/#more-2391
Okura e l’attesissimo Kuro Nohara insieme a delle nuove promesse come Inuyoshi, Taku Hiraku, Poko Murata, Shintarawl, SUV e delle illustrazioni di Kazuhide Ichikawa e Tatsuya Naoki - See more at: http://www.renbooks.it/2013/08/19/tra-omofobia-e-hiv-its-ok-ed-sf3/#more-2391
Okura e l’attesissimo Kuro Nohara insieme a delle nuove promesse come Inuyoshi, Taku Hiraku, Poko Murata, Shintarawl, SUV e delle illustrazioni di Kazuhide Ichikawa e Tatsuya Naoki - See more at: http://www.renbooks.it/2013/08/19/tra-omofobia-e-hiv-its-ok-ed-sf3/#more-2391

3 commenti:

Fumetti di Carta (Orlando Furioso) ha detto...

Per quel che mi riguarda sosterrò sicuramente l'iniziativa!
(...costringerò la mia amica Patti a spiegarmi per l'ennesima volta come ca**o funziona paypal, ma ce la farò!^^)
Orlando

NINO ha detto...

Grazieeeeeeee!!!!! ;_; Commozione!

quid76 ha detto...

A poche ore, il traguardo e' vicinissimo!