SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

venerdì 26 settembre 2008

LA LETTERA DI OGGI

Ciao a tutti e a tutte :-) Purtroppo, come mi era già capitato in passato, di fronte a una vasta platea ho finito per impappinarmi... Dovevo introdurre il documentario Improvvisamente l'inverno scorso al Festival del Diritto di Piacenza e mi sono inceppato più volte facendo una marea di papere... Un po' è dipeso dal fatto che poco prima ci sono stati diversi imprevisti che mi hanno reso molto nervoso, ma mediamente quando devo parlare pubblicamente in questa città succede sempre così. Di fronte alle telecamere non mi succede, ma di fronte alle platee sì. Credo che questo dipenda anche dal fatto che a livello inconscio mi mette a disagio il fatto di parlare in qualità di presidente arcigay, e non ho la minima idea di cosa si aspetta la gente che ho di fronte o di come può interpretare quello che dico. Inoltre sapere che si tratta della mia città mi mette un'ansia supplementare che in altre città non avrei. Poi c'è un'altro problema: di fronte alle platee gay o gay friendly so sempre cosa dire, che battute fare, ecc. Se poi vado su canali televisivi che hanno un vasto bacino sto abbastanza tranquillo perchè so che dall'altra parte delle telecamere qualcuno che afferra il mio discorso c'è sempre. Di fronte un pubblico che non ho idea di come inquadrare nell'insieme, vado in crisi. Se casualmente qualcuno di voi che passate da queste parti era presente gli chiedo scusa se l'ho un po' deluso, e lo invito fin d'ora a testarmi in altre situazioni pubbliche che mi mettono meno a disagio... Chessò, un bel seminario sui fumetti erotici gay (^__^). Scommettiamo che in quel caso andrei filato come una locomotiva? A questo proposito, però, c'è da dire che era presente un bravissimo giurista gay dichiarato, Francesco Bilotta (lui si che sapeva incantare quando parlava!), che - per puro caso - ho scoperto di avere aiutato grazie ai miei fumetti. Quando ha saputo chi ero mi ha confidato che ha inziato a convivere serenamente con la sua natura anche leggendo i miei fumetti, e considerando che adesso è uno dei più brillanti giuristi italiani che si battono per la causa gay... Beh... Diciamo che la cosa mi ha inorgoglito molto e ha compensato almeno in parte le papere che ho fatto nel corso della serata... Anche se - conoscendomi - so già che il pensiero delle papere di ieri mi perseguiterà moooooooooooolto a lungo, è bellissimo sapere che i miei fumetti sono indirettamente responsabili della formazione di persone così in gamba (^___^). Detto questo volevo recuperare ora una domanda che mi era arrivata qualche tempo fa. Massimo mi ha chiesto:

"Ciao, ti volevo chiedere se parteciperai al Lucca Comics di quest'anno. Ciao ciao Max"

Carissimo e sintetico Max, tu mi sollevi una cosa che tutti gli anni mi coglie impreparato anche se so perfettamente quando arriva e quanto è importante: la Fiera del Fumetto di Lucca, alla quale come visitatore non manco mai da almeno sette anni. Come potrei stare senza? Generalmente faccio base nello stand di Coniglio Editore, dove lascio il mio zainetto, e poi giro e rigiro per la città in preda a un perenne rilascio endorfine e altre sostanze euforizzanti. Se mi chiedi se quest'anno parteciperò in qualità di espositore la risposta è no: come forse avrai notato anche tu non è stato un anno particolarmente produttivo dal punto di vista dei miei fumetti, per tutta una serie di motivi, e oltretutto non avrei i finanziamenti e le energie necessarie per promuovermi granchè... Anche se GIURO che mi piacerebbe un casino avere uno spazietto dove promuovere il mio materiale (e magari non solo quello). In teoria quest'anno avrebbe dovuto essere presente l'editore Il Dito e La Luna per promuovere in qualche modo la versione italiana di FALLEN ANGELS... Ma un po' perchè è l'unico fumetto che ha in catalogo e un po' perchè per vari motivi l'idea è partita in ritardo non so fino a che punto l'idea dovrebbe concretizzarsi e fino a che punto potrei magari inseririmi in quell'iniziativa. Adesso ho tanti progetti in ballo e forse per l'anno prossimo qualcosa in questo senso potrei fare. Nel frattempo però a Lucca conto di esserci e magari potrei anche darvi appuntamento allo stand di Coniglio Editore :-) Anche se in effetti quest'anno sto avendo degli imprevisti logistici. Nel senso che quest'anno avrei dovuto organizzare il viaggio assieme all'attuale gestore di RAINBOWS (che è anche l'organizzatore della fiera Fullcomics ), che doveva preoccuparsi del pernottamento, ecc... Ma all'ultimo momento mi ha detto che probabilmente quest'anno la sua presenza salterà, così io non ho fatto in tempo a prenotare nulla e a dire la verità nemmeno ho calcolato di mettere da parte i soldini per l'albergo (visto che avrebbe dovuto pagare l'azienda). Ammetto che allo stato attuale non so ancora come gestire la cosa. Certo, se qualcuno... Chessò, magari qualcuno che sta a Lucca o Pisa... Avesse qualche suggerimento... Chessò... Si sentisse ispirato dalla proverbiale ospitalità toscana e decidesse... Ma è un'ipotesi, eh! Di darmi una mano... Potrei ripagarlo con qualche bell'acquarello originale con dedica :-) Cari lettori lucchesi/pisani di buon cuore... Se ci siete battete un colpo! Tra l'altro a Lucca di quest'anno sarà ospite uno dei miei disegnatori preferiti: Steve Rude. Non è una gran bellezza, lo ammetto, ma ha uno stile vintage che mi piace tantissimo. Oltretutto lo ammiro perchè ha dedicato quattro anni alla realizzazione di un cartone animato promozionale del suo personaggio NEXUS. Disegno dopo disegno ha dato forma al filmato che vi posto qui di seguito...


Se qualcuno di voi, magari sulla trentina come me, lo trovasse vagamente familiare, lo informo che non ha preso un abbaglio, visto che Steve Rude è un grande ammiratore dei supereroi ideati dal fumettista Alex Toth per gli Studios Hanna-Barbera alla fine degli anni 60, e in particolare di Space Ghost.

E dopo questo piccolo tuffo nel passato per oggi concludo informandovi che è davvero questione di pochissimo per il ritorno di Robin Hoog (per la gioia di tutti i futuri brillanti giuristi gay ^___^).
Ciao a tutti e, scusate la cafoneria, se volete darmi una mano con Lucca Comics and Games 2008 non formalizzatevi (^__^)...

4 commenti:

Troyx ha detto...

Ciao,io c ero ieri sera a S.Illario.
E` vero,eri un po emozionato,teso,nervoso e tutto cio` ke vuoi,ma non sei andato per niente male,anzi...
:)

Wally Rainbow ha detto...

Grazie per la solidarietà (chiunque tu sia...A proposito, chi sei? ^__^), il fatto è che un conto è se devo parlare a titolo personale (li sono scazzatissimo) e un conto e se devo parlare rappresentando altra gente... Credo che la responsabilità di parlare dovendo rappresentare tanta gente che non ha occasione di esprimersi e che conta su di me sia qualcosa al di sopra delle mie capacità e che mi manda letteralmente in tilt... Sigh... Sigh... Per fortuna che mi sono fissato di fare il fumettista e non il politico!

Ulisse ha detto...

A proposito di politica, non hai mai pensato di fare delle vignette satiriche sui politici magari in versione gay?

Wally Rainbow ha detto...

...MA PER L'AMOR DEL CIELO! GIAMMAI!