SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

venerdì 14 settembre 2012

NEWS

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
Da oggi questo BLOG riprende i suoi ritmi consueti, e per ricominciare bene partiamo da qualche bella notizia. Per esempio: sembra ormai certo che Joss Whedon (creatore di Buffy l'ammazzavampiri, apprezzato sceneggiatore per la Marvel e regista dell'apprezzatissimo THE AVENGERS) potrà finalmente realizzare uno dei sogni che coltivava dai tempi della serie televisiva dedicata a Buffy. Infatti nella serie a fumetti, che è supervisionata da Joss Whedon stesso e che rappresenta il sequel ufficiale della serie TV, è previsto l'arrivo del primo ammazzavampiri maschio della saga, che si chiama Billy ed è gay dichiarato!
Il suo arrivo è previsto per il numero quattordici della nona stagione (infatti essendo un sequel ufficiale, anche il fumetto di Buffy è diviso in "stagioni", che seguono la numerazione delle stagioni televisive), in cui comparirà per la prima volta indossando una magliettina contro la proposizione 8, ovvero la legge che ha proibito i matirimoni gay in California qualche anno fa...
A chi non conoscesse bene la serie televisiva cult che ha segnato il passaggio al nuovo millennio,  ricordo che - molto in sintesi - è incentrata sulla figura della "cacciatrice", una "prescelta" dotata di doti straordinarie, incaricata di contrastare vampiri, mostri e demoni vari, vegliando sui varchi dimensionali (le bocche dell'inferno) che potrebbero essere utilizzati per conquistare la terra.
Quando una cacciatrice muore un'altra prescelta prende il suo posto, e i suoi poteri latenti sono attivati da un "osservatore" incaricato di addestrarla, ma nel caso di Buffy (che è morta e risorta un paio di volte) la situazione non è mai stata così lineare. Alla fine della serie TV poi, le cose si sono complicate ulteriormente, visto che sono stati attivati i poteri di tutte le potenziali cacciatrici in un colpo solo. Il sequel a fumetti partiva a questo punto (con l'ottava stagione), e a quanto sembra nella nona si è deciso di ampliare la definizione di "ammazzavampiri" al sesso maschile...
Questo, sicuramente , è un fatto positivo, anche se devo ammettere che - visto che in questa saga le prescelte sono sempre state di sesso femminile - il fatto che ora ci sia anche un "prescelto" e che questo sia gay ha un nonsochè di... Come dire... Sessista. Come dire che ci sono dei compiti per cui le donne sono predestinate, e che se un maschio ha lo stesso destino deve essere per forza omosessuale. Comunque mi riserverò di esprimere un giudizio più completo quando il personaggio di Billy sarà delinato meglio. Una notizia che invece non mi pare abbia risvolti ambigui arriva dalla Dragon Con, la fiera del fumetto che si tiene ad Atlanta dal 1987 e che quest'anno ha avuto un certo risalto supplementare grazie ad una trovata decisamente originale... Infatti la coppia gay di lungo corso formata da George Parsley e George Lewis, che sono insieme da oltre vent'anni e che condividono anche la passione per i fumetti, ha deciso di impersonare lo storico matrimonio gay fra Northstar e Kyle, avvenuto lo scorso giugno nelle storie degli X-Men... E per farlo al meglio ha esteso l'invito a tutti i possibili cosplayer di supereroi MARVEL!

L'iniziativa è riuscita perfettamente e sicuramente ha un certo valore simbolico anche per il mondo delle fiere, che negli USA è sempre stato  gay friendly, ma che non era mai arrivato a questi livelli. D'altra parte la tendenza generale va sicuramente in questa direzione, e per farsene un'idea basta dare un'occhiata ai cosplay della Dragon Con che non avevano niente a che fare col matrimonio di cui sopra...
Sicuramente è un buon segno, e fa da contorno al matrimonio (questa volta vero) celebrato in un fumetteria di New York lo stesso giorno in cui è stata distribuita la storia con il primo matrimonio gay della MARVEL. Se non vi ricordate di cosa sto parlando qui di seguito potete avere un assaggio...

Che dire? Evidentemente i tempi stanno davvero cambiando, perlomeno negli USA, dove sicuramente lo zoccolo duro degli appassionati gay di fumetti ha molti meno problemi di visibilità che non in Italia, ma forse un giorno scene di questo tipo potranno verificarsi anche da noi... Anche se in effetti, per ora, sembra una possibilità un pochino remota. In ogni caso, a proposito di possibilità che una volta sembravano "remote", oggi segnalo anche che la Pink Visual, azienda nota per i suoi giochi di simulazione sessuale online, ha lanciato un sito che sarà l'equivalente gay del noto (perlomeno in ambito etero) PinkVisualGames.com.

 Questo nuovo sito, MaleSpectrumGames.com, metterà a disposizione dei suoi iscritti (che ovviamente dovranno pagare un abbonamento) una serie di funzionalità per diventare registi di un video porno gay realizzato in grafica 3D. Si possono costruire i personaggi, scegliere le ambientazioni, selezionare le inquadrature e - ovviamente - le varie situazioni...



Devo essere sincero: a me iniziative come queste non mi sembrano granchè divertenti, ma forse sapendo disegnare certe cose senza bisogno di appoggiarmi a programmi di simulazione non capisco che per qualcuno non ci sono altri modi per sfogare la propria creatività in questo ambito. La cosa positiva, comunque, è che il pubblico gay non è stato emarginato e il sesso gay è stato ritenuto degno di avere un proprio spazio. Una riflessione che, effettivamente, non è poi così scontata, visto che a tutt'ora in un paese come l'Italia non mi risulta che si facciano grandi  investimenti considerando i desideri erotici del pubblico gay, e l'omoerotismo in generale. E, giusto per puntualizzare il concetto, vi segnalo che - nonostante la terribile crisi economica - è stata confermata la nuova edizione della YAOI-CON, la fiera per tutti gli amanti dello yaoi che si tiene dal 12 al 14 ottobre a Long Beach, in California....
La cosa interessante è che in questa manifestazione, oltre alle classiche mostre, verrà allestita una vera e propria biblioteca yaoi, in cui potranno essere liberamente consultabili circa 2000 volumi a fumetti (ovviamente già tradotti in inglese), per poter conoscere o approfondire la cultura yaoi! E anche questa mi sembra un'ottima iniziativa per valorizzare questo particolare genere fumettistico non sempre facile da capire, in cui le storie e i rapporti gay sono pensati per il pubblico femminile. Se anche nelle maggiori fiere del fumetto italiano si costituissero delle biblioteche temporanee non sarebbe male, ma qualcosa mi dice che per noi questo rimarrà fantascienza, nonostante il costante rincaro del prezzo del biglietto! In ogni caso, se siete appassionati del genere vi informo che l'ospite d'onore per l'edizione di quest'anno sarà la brava Uki Ogasawara... Nota anche per aver realizzato uno yaoi con un titolo in italiano: VIRTUOSO DI AMORE...



Insomma, sembra proprio che  il mondo del fumetto stia diventando sempre più piccolo... Anche se ovviamente bisognerà osservare con attenzione quello che avverrà nei prossimi anni per capire se sta diventando anche più gay friendly o se si tratta solo di una situazione temporanea...
Staremo a vedere.
Ciao e alla prossima!

1 commento:

Anonimo ha detto...

bhe non ci vedo nulla di sessita, anzi avresti dovuto informarti meglio in quanto gli autori hanno ammesso di aver sempre scelto cacciatrici femminili x dimostrare che le donne possono fare qualsiasi cosa come gli uomini, e gli stessi hanno affermato che essendo cambiati i tempi x la medesima uguaglianza hanno scelto di optare per un cacciatore omosessuale
cosi come buffy lanciava un messaggio antisessista billy manda un messaggio antiomofobo