SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

martedì 24 febbraio 2009

ITALIA NOSTRA

Ciao a tutti e ciao a tutte, in teoria avrei mettere un post domani, ma ho pensato che fosse il caso di farlo oggi perchè domani potrebbe essere un po' tardi. Infatti volevo avvisarvi che alla Fnac di Milano in via Torino angolo via della Palla si terrà la presentazione del libro di Alan Moore/Josè Villarubia Lo Specchio dell'Amore, pubblicato da Edizioni BD. Il volume (di cui a suo tempo avevo parlato nella mia rubrica su Gay.It) è un poema epico in prosa scritto dal grande autore inglese Alan Moore - autore di Watchmen, From Hell, La Lega degli Straordinari Gentlemen, V for Vendetta - e illustrato dalle fotografie elaborate digitalmente da Josè Villarubia; è un tributo ai sentimenti che racconta l’amore omosessuale nel corso della storia umana (cliccate qui). Saranno presenti il traduttore del libro Marco Marcello Lupoi - direttore editoriale di Panin Comics - e il giornalista e storico gay Giovanni dall'Orto. L'attrice lesbica Elena Forlino leggerà alcuni brani dal libro. Mi raccomando ricordate: mercoledì 25 febbraio alle ore 18,00. Se siete di Milano e dintorni e volete conoscermi dovrei esserci anche io fra il pubblico :-) Avrei dovuto avvisarvi prima, lo so, ma molto sbadatamente me ne ero scordato. Detto questo passo a segnalarvi un'altra cosa che mi ha lasciato un pochetto perplesso. Forse anche voi conoscete RADIODEEGAY.IT , la radio in streaming che da qualche annetto si dà da fare per offrire al pubblico gay italiano un media che lo rappresenti. Era balzata agli onori della cronaca quando l'anno scorso uno dei suoi DJ subì un'aggressione omofoba, poco prima di andarsene dall'emittente per divergenze politiche (vai un po' a capire...). Comunque da qualche tempo oltre alla programmazione musicale sta potenziando anche il settore degli interventi, delle interviste, dei servizi, ecc. Molto casualmente ho scoperto che il 20 febbraio ha intervistato Giulio Macaione, il disegnatore di THE FAG HAG. Se volete ascoltare la sua intervista CLICCATE QUI. Intendiamoci: a me fa tanto piacere se un disegnatore gay di un fumetto a tema gay ha un po' di pubblicità nei media gay italiani, anche perchè Giulio ho avuto modo di conoscerlo e mi sta anche simpatico. Quello che mi lascia perplesso è che io ho appena ricevuto la richiesta per la mia seconda intervista dalla Spagna, questa volta per Uxxsmag, mentre dall'Italia tutto tace e nessuno si fa avanti, anche se ogni giorno si aggiungono nuovi iscritti a Robin Hoog e veleggiamo ormai verso quota 4000... Boh! C'è qualcosa che mi sfugge in tutto questo, anche se non riesco bene a mettere a fuoco cosa sia. Comunque, tornando a parlare di fumetti, volevo concludere questo post con due annunci di un certo rilievo: uno bello e uno brutto... Cominciamo da quello brutto. Poichè in Italia le librerie gay stanno chiudendo una dietro l'altra, l'unica che a quanto pare è determinata a portare avanti il discorso è PierPourHom a Milano, che in questi giorni ha avuto anche qualche minuto di celebrità grazie a La7, che ha intervistato il suo titolare.

In ogni caso i cosiddetti editori gay non è che stanno proprio facendo i salti di gioia per tutte queste chiusure... Anzi... In particolare Il Dito e la Luna è un po' in maretta e a quanto pare non sa se e quando pubblicherà la seconda parte del fumetto gay spagnolo FALLEN ANGELS. Un vero peccato. In compenso ho appena saputo che c'è un editore italiano che FINALMENTE potrebbe pubblicare anche da noi i lavori di Gengoroh Tagame!!! Ebbene sì... Forse dopo tanto tempo un editore coraggioso si è fatto avanti, anche se per ora si tratta di un progetto in fase avanzata e nulla più... Però la volontà di tradurre in italiano l'edizione francese c'è e non appena avrò in mano qualcosa di più concreto vi darò maggiori dettagli. A proposito di Gengoroh Tagame, se in questi giorni siete dalle parti di Sidney in Australia, vi segnalo che in occasione del Mardi Gras (che è il gay pride australiano e che si festeggia a carnevale, in piena estate australe), la galleria d'arte Tap Gallery fa partire proprio oggi una mostra collettiva dedicata a 30 artisti gay dichiarati, tra cui anche il nostro Gengoroh-San... Evidentemente coinvolgere gli artisti locali sarebbe stata una scelta un po' troppo banale, anche perchè pare che da quelle parte l'arte gay sia stata alquanto sdoganata. Viene da chiedersi quante gallerie d'arte genovesi si metteranno in quest'ordine d'idee per il gay pride che quest'anno si terrà proprio nel capoluogo ligure... In effetti gli organizzatori della manifestazione mi hanno chiesto un parere, se riesco a tirarne fuori qualcosa ve lo farò sapere.
Nel frattempo vi rinnovo l'invito a Milano per domani.
Baci e abbracci.

Nessun commento: