SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

lunedì 23 febbraio 2009

LA SEGNALAZIONE DI OGGI

Ciao a tutti e ciao a tutte, come state?
La prima cosa che mi viene da dire oggi è che mentre al film MILK sono andati due premi Oscar (miglior attore protagonista e miglior sceneggiatura), a Giuseppe Povia sono andati due premi di Sanremo (arrivando secondo e aggiudicandosi il premio della stampa) con una canzone dal titolo "Luca era gay"... Come dire che se non ci fossero state torme si ragazzine vocianti a votare Marco Carta sarebbe potuto arrivare primo. Commenti? Io preferisco non farne, anche perchè poi non mi fermerei più. Mi limito a dire che se tendo ad essere esterofilo dovete cercare di capirmi. Sperando che le cose vadano un po' meglio nel corso dell'anno (sono anche un inguaribile ottimista!) passo a segnalarvi qualcosa di meno deprimente. Intanto volevo farvi sapere che finalmente sono arrivate in Italia le ultime storie dei Giovani Vendicatori, il gruppo di supereroi teenagers in cui milita la giovane coppia gay formata da Wiccan (che una volta si faceva chiamare Asgardian) e Hulkling. Non essendo un fumetto gay il ruolo della loro relazione è marginale, ma è trattato con garbo e spontaneità (e probabilmente non è un caso se queste storie sono candidate ai premi GLAAD, che come vi ho già segnalato sono riservati ai media USA che descrivono in maniera più inclusiva e non pregiudizievole il mondo gay). Anche se non siete appassionati di fumetti potreste farci un pensierino: di questi tempi potrebbe farvi l'effetto di una boccata d'aria fresca.

Altra cosa curiosa che volevo segnalarvi, anche se non è proprio una novità, è che da quest'anno Braccio di Ferro è diventato un personaggio senza copyright. Breve spiegazione: le leggi europee sul copyright stabiliscono che i personaggi di romanzi e fumetti diventano di pubblico dominio dopo settant'anni dalla morte del loro creatore (75 negli Stati Uniti, e forse i tempi si allungheranno ulteriormente per via delle pressioni della Disney, che non vuole perdere l'esclusiva su Topolino e sugli altri personaggi a seguire). Fatto sta che il primo personaggio a fumetti davvero illustre ad essere diventato patrimonio dell'umanità è stato Popeye (il nostro Braccio di Ferro), anche perchè il suo creatore Elzie Crisler Segar è morto a soli 44 anni. Cosa vuol dire questo? Che tecnicamente ora chiunque può disegnare fumetti con Braccio di Ferro senza paura di ripercussioni legali, e volendo potrebbero anche essere fumetti a tema gay. Considerando che effettivamente Braccio di Ferro è considerato un'icona gay ante litteram sarebbe davvero interessante se qualcuno cogliesse l'idea. L'importante è non chiamarlo con il nome originale (perchè a quanto pare il marchio "Popeye" è registrato, e non può essere liberalizzato). Braccio di Ferro è stato uno dei primi personaggi ad essere protagonista di fumetti pornografici clandestini (anche gay), ed è stato uno dei primi sulla cui sessualità si è speculato alquanto... Tant'è che qualche anno fa una campagna pubblicitaria per un succo d'arancia americano giocò alquanto sulla cosa, con uno spot passato in TV che fece molto discutere... Anche perchè era palesemente gay friendly.

Magari qualcuno potrebbe anche scrivere una canzone dal titolo "Popeye was straight" (Braccio di Ferro era etero!)...Che ne dite?

5 commenti:

mulder77 ha detto...

A dire il vero esiste già un pezzo di Samuele Bersani intitolato proprio "Braccio di Ferro", che gioca sulla possibile relazione omo tra Popeye e Bluto.

Wally Rainbow ha detto...

Ma dai! Non lo sapevo :-)

kanzeon ha detto...

Viva Braccio di Ferro gay ! ! !

Luca ha detto...

Nessuno ci pensa mai, ma è a dir poco curioso come un personaggio guercio, sbilenco e sproporzionato sia divenuto così amato dai bambini...
Tuttavia questi aspetti (presenti nei fumetti) sono stati notevolmente attenuati nei cartoni. Io stesso non mi ero mai reso conto che fosse guercio...
e non dimentichiamoci la sua frase preferita:
"I yam what I yam an' tha's all I yam"
"Io sono quello che sono e questo è tutto quello che sono"
come a dire: giudicatemi dai fatti, non dalle apparenze ^^
dovrebbe diventare un simbolo solo per questo :)
Luca

Wally Rainbow ha detto...

Eh già! D'altra parte era stato inventato in un'epoca in cui simpatia e bellezza non erano ritenuti due concetti inseparabili.
Altri tempi!