SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

martedì 31 maggio 2011

NEWS

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
Visto che ormai siamo arrivati a giugno, e siccome giugno è un mese particolarmente caro alla memoria storica della comunità omosessuale (tant'è che non a caso il Gay Pride si festeggia proprio questo mese), oggi volevo partire segnalandovi che proprio quest'anno cade il ventennale dalla morte del famoso illustratore omoerotico Tom of Finland...
La ricorrenza, che in Italia non poteva fare altro che passare inosservata (nonostante quest'anno nel nostro paese si tenga anche un Europride... Ma la cosa non mi stupisce affatto), verrà degnamente celebrata in diverse occasioni e in diversi modi (da Berlino a New York). Vi ho già parlato dell'imponente mostra che si tiene nella città natale dell'artista, in Finlandia, ma non mancano nemmeno gli omaggi personali di molti artisti gay dichiarati, come lo scultore australiano Brad Gunn (è il bel ragazzone che vedete nella foto sotto).
Per l'occasione ha realizzato una serie di sculture in resina e poliuretano ispirate proprio ai disegni di Tom of Finland. Qui di seguito potete vedere un assaggio...
Nel frattempo negli USA, che sono un po' la seconda patria di Tom of Finland, è stata presentata anche una nuova linea di magliette e canotte celebrative, prodotte da SOLD-OUT.
Siccome questo è il blog che non vi fa mancare nulla, e che vi mostra quello che gli altri BLOG italiani non vi mostrano, qui di seguito potete vedereanche la sfilata di presentazione della suddetta linea di magliette...

Ovviamente, visto che negli USA si trova anche la Tom of Finland Foundation, non poteva mancare di organizzare anche un evento artistico e ricreativo in suo nome. Al Failtime Bar di Los Angeles, il prossimo 19 giugno si terrà un party pomeridiano (a quanto pare negli USA i gay non aspettano più le tenebre per uscire allo scoperto), dove - oltre alla musica e a tutte le possibilità che offre un classico leather bar - saranno presenti anche rassegne artistiche, aste, concorsi a premi e workshop per aspiranti artisti omoerotici in cui si potranno ritrarre modelli dal vivo. Il tutto per la modica cifra di 10$. In realtà c'è da dire che per la tom of Finland Foundation non si tratta proprio di una novità, infatti per loro la commemorazione annuale di Tom of Finland è una vera e propria tradizione, però questa volta ci tengono particolarmente a fare bella figura, e se tutto va bene proporranno anche un concorso di bellezza. In ogni caso, per avere un'idea di quello che avviene durante le commemorazioni organizzate dalla Tom of Finland Foundation, potete dare un occhiata a questo simpatico servizio, relativo al party dell'anno scorso...

Che dire? Sicuramente iniziative come questa dimostrano che nel mondo gay è possibile unire il serio e il faceto, veicolando arte e cultura anche attraverso occasioni di tipo prettamente ricreativo... Anche in pieno giorno. Un ottimo esempio da seguire, che peraltro mette in luce - se pure ce ne fosse ancora bisogno - quanto è rimasta indietro la comunità gay italiana sotto tanti punti di vista e quanto la sua offerta ricreativa sia ancora pesantemente vincolata a modelli vecchi di trenta o quarant'anni. Sicuramente la situazione complessiva dell'Italia non aiuta, ma non posso fare a meno di chiedermi in che percentuale la responsabilità sia proprio dei gay italiani e - soprattutto - di chi ha gestito il cosiddetto mondo gay italiano negli ultimi vent'anni. Se non altro è confortante sapere che il mondo gay è in buona compagnia... E per darvene un'ulteriore prova vi segnalo che è appena uscita l'edizione italiana di "DISEGNARE I FUMETTI IN STILE MARVEL"...
Anche se forse sarebbe stato più corretto chiamarlo "COME DISEGNARE FUMETTI IN STILE MARVEL CLASSICO", visto che questo popolarissimo manuale risale al 1978! Intendiamoci: in linea di principio offre ancora tantissimi consigli validi, ma lo "stile marvel" a cui si riferisce è stato abbondantemente superato, anche solo per una questione prettamente tecnologica. In compenso offre una grande quantità di basi solide per sviluppare uno stile dinamico ed efficace, e non è poco. Resta il fatto che, tanto per cambiare, il primo editore che si è deciso a pubblicarlo lo ha fatto con una trentina d'anni di ritardo... Forse sbaglio, ma qualcosa mi dice che anche questo vuol dire qualcosa...
Alla prossima.

Nessun commento: