SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

venerdì 14 dicembre 2012

COSPLAY DALLA BENT-CON

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
Generalmente quando ci sono delle fiere di fumetto importanti molti siti e blog italiani specializzati dedicano un po' di spazio ai cosplay che si sono dati da fare per rallegrare l'ambiente... Anche con qualche evidente nota gay friendly...
Sui siti e blog italiani trovano posto anche i cosplay che si aggirano delle principali fiere di fumetto degli altri paesi, ma - guardacaso - anche quest'anno nessun sito italiano ha accennato alla BENT-CON (la convention annuale del fumetto LGBT) e men che meno ai suoi cosplay, che hanno fatto anche da modelli per le sessioni di disegno dal vivo. Siccome questo BLOG cerca sempre di mostrarvi quello che gli altri non vi mostrano, ho pensato che potevate gradire una breve panoramica sui cosplay della BENT-CON 2012, anche perchè i cosplay che si aggirano in una fiera dichiaratamente LGBT assumono un significato del tutto particolare...















Da notare che quest'anno ci ha dato dentro anche l'illustratore Joe Phillips, che ha deciso di vestirsi come Beast degli X-Men, con grande gioia di Wendy Pini (la creatrice di ELFQUEST), che se lo è spupazzato per bene...

Che dire? Evidentemente questo prova che anche che anche gli appassionati gay di fumetti sono bel felici di avere uno spazio tutto per loro, e di esprimere la loro creatività interpetando personaggi dei fumetti, dei videogames e dell'immaginario pop contemporaneo in un spazio dichiaratamente LGBT... Uno spazio in cui, se non fanno in tempo a preparasi un costume, c'è sempre il body paint da sperimentare sul posto...
Certo l'idea di una fiera del genere rimane ancora un po' inverosimile per l'Italia, ma forse parlarne e dimostrare che non è il delirio di un gay ubriaco, ma qualcosa che altrove ha preso forma, può rappresentare uno spunto di riflessione in più. Detto questo vi lascio con il video che ha girato alla fiera l'immancabile vlogger Gay Comic Geek, così magari potrete cogliere un po' meglio l'atmosfera dell'evento... Che di certo non si può paragonare allle grandi fiere di fumetto storiche, ma che sta comunque venendo su molto bene...
Ciao e alla prossima!

7 commenti:

loran ha detto...

Che dire, eccetto poche voci come la tua, in italia per quanto rigurda il fumetto gay l'arte gay e molto altro siamo un isola di pasqua sempre più isolati in mezzo all'oceano.

Aschura ha detto...

Sono davvero contento che il bent-con stia prendendo piede anno dopo anno :) purtroppo da noi la cosa è attualmente (e lo sarà per mooolto tempo) IMPOSSIBILE! Il fumetto gay italiano è praticamente inesistente e pure quello d'importazione arranca..
La cosa migliore è alimentare le proposte LGBT ai vari eventi sul suolo nazionale per tentare di dare 1 bella scossa al pubblico gay, ahimè poco recettivo in fatto di fumetti..e 1 pò tutto il resto in generale :[

Fabrizio MAZZOTTA ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Fabrizio MAZZOTTA ha detto...

Io voglio essere ( moderatamente) ottimista! In realtà le manifestazioni e le fiere di fumetti, ormai, si trovano in ogni città, provincia, paese, comune di Italia! Milano, Catania, Salerno, Pisa, Cava dei Tirreni, San Donà, Macerata, ecc...
E molto spesso si accavallano fra loro e si sdoppiano durante l'anno.
Una piccola piccolissima ( solo per iniziare) manifestazione dedicata al fumetto LGBT , con editori, convegni, ospiti e cosplayer ( Quello non deve mancare mai, a quanto pare! E' così che si "attira" il pubblico!) sarebbe comunque una novità di cui si parlerebbe nei media.
Gli editori_ pochi _ che nel loro catalogo hanno libri a tematica ci sono.
Ora basta affittare un locale ( il salone convegni di un hotel?) e organizzare il tutto. ;)

Wally Rainbow ha detto...

Mi fa piacere che on ti sei scordato la chiacchierata che abbiamo fatto a Lucca :-) Ne riparliamo dopo il 21 dicembre, per scaramanzia...

Fabrizio MAZZOTTA ha detto...

Non lo ho affatto dimenticato! Nonostante la birra e la stanchezza della serata in pizzeria! :)
E poi , per esempio, se la GAYCS, dipartimento lgbt di AICS ( associazione Italiana Cultura sport) patrocina le web serie non potrebbe patrocinare una manifestazione di comics & nonsolo?

Wally Rainbow ha detto...

Mhhh... Bisogna approfondire...