SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

mercoledì 4 giugno 2008

IL RESOCONTO DI OGGI

Sob...Sob...Sono commosso...Intanto questo blog guadagna sempre nuove posizioni (adesso su alexa è in posizione 524169...Quindi è salito di altre 9000 posizioni in una settimana, perciò i casi sono due: o iniziate a frequentarlo sempre di più oppure state aumentando, e siccome penso che nella vita abbiate di meglio da fare che continuare a passare di qui opterei per la seconda ipotesi (^__^)...Sia come sia sono commosso anche perchè questo blog inizia a dare i suoi frutti, e nello specifico mi riferisco al prode Alex in arte Awakening, fedele lettore di questo spazio (e dei miei fumetti) nonchè promettente artista lui stesso (cliccate qui). Awakening ha fatto da inviato ufficiale per il primo Yaoi Cosplay Contest italiano, che si è tenuto a Perugia domenica (ve ne ho parlato qualche giorno fa, ricordate?). Ecco qui il suo pronto resoconto arrivatomi via e-mail :-)

Come promesso ti racconto quella che è stata la giornata di Domenica dello Yaoi cosplay contest!
E inizio subito nel dirti che le tue previsioni sulla tipologia dei partecipanti, erano più che azzeccate! Tante ragazze, qualche sparuto ragazzo qua e la... ansi solo la perchè eravamo veramente in 4 gatti. Anche se una mia amica (Barbara delle Peruggine) ha contato una sessantina di persone nel momento più cult della manifestazione, il che non è per niente male, se consideri che è la prima edizione e che tante persone sono rimaste bloccate a Firenze a causa dello sciopero dei treni delle FS!!! (ma che vuoi siamo in italia e può capitare benissimo che un anno di lavoro per organizzare una manifestazione vada a quel paese per uno sciopero).
Cmq un buon 70 % delle persone, se non di più, erano in "maschera" con naruto in vetta alle preferenze dei cosplay e credo che nessuno di quest'ultimi superava i 20 anni!, un target molti basso insomma, che non ha influito minimamente sulla presenza di scena di "simulazione" un pò spintarella, con la sorpresa di qualche genitore che era venuto ad accompagnare la figlia! eh eh
Interessante è stato, prima della gara di cosplay, la conferenza che vedeva ospiti "le Peruggine", "Paolo Zeccardo" un giovane autore che si è presentato come primo disegnatore gay di un manga Yaoi con "Gravetown" della cagliostroepress (il che mi ha fatto storcere un pò il naso), la scrittrice yaoi "Lucia Piera De Paola", la quale ha fondato anche un'associazione per promuovere nuovi scrittori yaoi, e la traduttrice Nayama. Si è parlato ovviamente di cos'è lo yaoi ieri.... e oggi... (lasciandomi un pò perplesso perchè mischiavano tanti generi e sembrava che un fumetto occidentale gay fosse uno yaoi), sulle censure, sulla situazione italiana per quanto riguarda il panorama dello yaoi e il rapporto editore-autore italiano confrontato con quello americano... In conclusione mi è sembrata un'iniziativa carina che poteva dare molto di più, anche se come ti ho detto, si tentava di dire che tutto quello che riguardava una situazione omoerotica sottoforma di romanzo o fumetto fosse yaoi e su questo non sono molto d'accordo, qui trovi un sunto di foto e video!



E bravo il nostro reporter! Bravo anche a montare i video per youtube (un giorno ti chiederò qualche consiglio)...Che dire? Intanto sono contento di vedere che quelle due simpatiche figliole delle Peruggine sono vive e stanno bene (per chi non lo sapesse le Peruggine sono un duo di fumettiste molto brave - e tanto caruccie - di Perugia, e sicuramente ne riparlerò prossimamente). Ultimamente alle fiere non le incrociavo più e ammetto che iniziavo un pochetto a preoccuparmi...Salutamele tanto quando le vedi! In secondo luogo sono contento che il mio intuito non mi abbia tradito, anche se non potevo sapere che in questa occasione ci sarebbero state delle faccie nuove...Tipo un disegnatore di yaoi...Mhhh...Dovrò indagare...Per il fatto che chi è appassionato/a di yaoi tenda a ricondurre allo yaoi tutto quello che ha a che fare con l'omoerotismo non mi stupisce affatto. A costo di ripetermi fino alla nausea, nel nostro paese risentiamo di ritardi paurosi nell'affermazione della cultura gay, e una delle conseguenze principali è che degli argomenti gay se ne occupa chi non è gay, e quando se ne occupa si sente libero di interpretarli secondo i propri canoni e criteri...Anche perchè manca il contraddittorio. Succede coi fumetti come in TV, dove gli unici gay che passano sono quelli che rispondono alle aspettative e agli stereotipi del pubblico etero. Il bello è che, mancando riferimenti gay concreti in questo senso, poi anche gli stessi gay tendono ad adeguarsi ai pregiudizi e agli stereotipi, e la situazione si incasina esponenzialmente...Vah beh! Speriamo che le cose cambino prima o poi :-) Detto questo spero che anche da questo episodio si possa capire quanto poco lo yaoi abbia a che fare col mondo gay e, pur avendo una sua indiscutibile legittimità, sarebbe anche ora di iniziare a prenderne atto...Il problema, però, è sempre lo stesso: i gay in quanto tali vengono ancora considerati troppo poco. Interpretare (scimmiottare?) la loro sessualità è lecito, soprattutto se è per gioco, confrontarsi direttamente con essa no.
Vi lascio con un altro video dedicato allo yaoi cosplay, interpretato per lo più da ragazze e/o coppie etero travestite da coppie gay. So che non dovrei dirlo, ma in tutto ciò c'è qualcosa che mi mette a disagio...Come se tutto ciò dimostrasse che è più facile essere gay per finta che gay veri...E' una sensazione che ho solo io?

Nessun commento: