SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

mercoledì 9 dicembre 2009

COSE DELL'ALTRO MONDO

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
Prima di tutto volevo ringraziarvi perchè grazie a voi il mese scorso i click suoi banner pubblicitari in alto a destra hanno raggiunto ben settanta euro e dieci centesimi. Se tutto va bene questo mese mi verranno accreditati e così potrò pagarci la bolletta del telefono e magari mi avanza anche qualcosa per ricaricare il telefonino (^__^). Questo mese avete già raggiunto diciotto euro e trenta centesimi, perciò se pensate che questo blog sia uno spazio interessante nell'infinito mare di internet volevo confermarvi che potete continuare ad appoggiarlo concretamente senza spendere un centesimo. Detto questo oggi volevo tornare a parlarvi del volume francese LE PAPE TERRIBLE, che vi avevo segnalato in occasione della Lucca Comics & Games di quest'anno. Se non sapete di cosa sto parlando vi consiglio di dare un occhiata ai miei post passati (che sono tutti archiviati - e sfiziosi quanto basta - anche quando non sono recenti).
L'occasione per riparlarne mi viene data da un'intervista rilasciata dallo sceneggiatore Alejandro Jodorowsky. Tuttavia, se non siete appassionati di fumetti sono necessarie alcune premesse.

Premessa uno: in Francia (e più generalmente nell'area franco-belga), i fumetti sono considerati una forma d'arte al pari delle altre, a cui vengono dedicati ampi spazi nella stampa generalista, nelle manifestazioni pubbliche e nelle librerie (dove spesso i volumi a fumetti hanno più successo dei bestsellers internazionali).

Premessa due: Alejandro Jodorowsky è una specie di vate per il fumetto (in particolare nell'area franco-belga), oltre ad essere riconosciuto come un grande autore anche in vari altri campi (i suoi film, da La Montagna Sacra a El Topo, vengono considerati dei cult, così come le sue opere teatrali), e basta leggere la sua autobiografia (La danza della realtà, che vi consiglio caldamente) per comprendere che ha uno spessore umano e intellettuale non comune (pur rimanendo una persona incredibilmente umile e modesta). Tutto questo per dire che quando Alejandro Jodorowsky (che vedete nella foto qui sotto) rilascia un'intervista ha sempre un certo peso.
Comunque, riguardo al suo volume LE PAPE TERRIBLE, ecco che cosa ha affermato:

« Il Cardinale Della Rovere è stato l'appassionato amante del giovane Aldosi che considerava alla stregua di una moglie e che sposò. Da quando Aldosi venne assassinato, la rabbia e il dolore trasformarono Della Rovere, divenuto il Papa Giulio II, in un Papa terribile la cui ferocia avrebbe eclissato quella dei suoi predecessori Borgia (...) Gli amori omosessuali di Leonardo e Michelangelo sono risaputi (...Non in Italia - nota di Elfodiluce). Perchè non parlare di quelli dei Papi? Sarebbe ipocrita. Pertanto parlarne in questo volume è stato logico. Migliaia di giovani vivono rinchiusi in monasteri e seminari. Come pensate che passino il tempo tanti di loro? Nella stessa maniera in cui lo passano tanti detenuti nelle carceri! ».

Si può condividere o meno quello che afferma Alejandro Jodorowsky (che a quanto pare ha un approccio abbastanza radicale alla questione), tuttavia quello che mi premeva sottolineare è che in Francia gli autori di fumetti hanno l'autorità (e il coraggio) per potersi permettere queste affermazioni. Allo stesso modo volevo farvi notare che in Francia le dichiarazioni degli intellettuali hanno ancora un certo peso e vengono riportate dalla stampa, mentre dalle nostre parti le uniche dichiarazioni che trovano spazio nei media sono quelle dei politici e dei protagonisti del gossip. La terza, ma non ultima, cosa che volevo sottolineare è che la seguente affermazione è circolata anche sui maggiori siti gay francesi, che evidentemente hanno ancora spazio per parlare di argomenti che vanno al di là della cronaca, dei reality e del sesso.
Nel frattempo non so ancora se e quando qualcuno vorrà tradurre in italiano il seguente volume. Già solo per approfondire questi punti mi ci vorrebbe un papiro, ma siccome questo è un blog democratico adesso vorrei lasciare spazio a vostri commenti... Cosa ne pensate dello spazio dato dai media francesi alle dichiarazioni di Alejandro Jodorowsky e cosa ne pensate del loro contenuto?
Ditemi... Ditemi...
IMPORTANTE: Se guardate in alto a destra troverete, proprio in cima e in bella vista, degli annunci pubblicitari. Cliccandoci sopra ogni volta che passate di qui potete contribuire al mantenimento di questo sito senza spendere nulla. GRAZIE.

5 commenti:

loran ha detto...

Quello che dice Jodorowsky più che un opinione personale è una realtà storica e sociale.
Soltanto in italia certe cose esistono tutti le sanno ma non si devono dire.

Proprio ultimamente leggevo questo post:

http://inwonderchat.blogspot.com/2009/12/il-principe-della-chiesa-e-il.html

loran ha detto...

Mi sa che faccio prima ad impararmi il francese perchè non sò quando verra tradotto questo fumetto in italia e visto che ho superato i quaranta anni c'è anche il rischio che non sia più in vita.

Ormai l'italia ha perso tutti i suoi primati culturali e come dice Claudio Catalano della libreria Babele di Roma anche per la cultura gay non c'è speranza.

http://www.libreriababeleroma.it/

gio' ha detto...

sono contento per le tue bollette in ogni caso complimenti per i post, è sempre un piacere leggerli

Ulisse ha detto...

L'Italia ha la pessima abitudine di essere provincialotta e da un decennio a questa parte pure ignorante oltrechè più bigotta del solito. Un po' di cultura e di apertura su ciò che accade all'estero non fa quindi male, anzi ce ne vorrebbe molta di più.
Il guaio è che purtroppo la cultura ha spazi angusti o elitari. Il tuo blog ad esempio meriterebbe di essere visto non solo da gay o da gay che amano i fumetti ma da un pubblico più ampio, proprio perchè, al di là della tematica di fondo, spesso affronti argomenti culturali.

Wally Rainbow ha detto...

Wow! Grazie! E' un bel complimento :-)