SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

mercoledì 7 luglio 2010

ITALIA NOSTRA...

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
Per prima cosa - come promesso - volevo aggiornarvi sulla situazione dei miei fumetti: salvo imprevisti la prossima settimana TROY e THORAK riprenderanno a dare segni di vita, mentre Robin Hoog dovrebbe tornare online entro la settimana successiva (purtroppo il gestore ha avuto dei problemi familiari che lo hanno rallentato). Detto questo oggi volevo condividere con voi alcune piccole riflessioni, partendo da una campagna informativa che in questi giorni è stata lanciata nel Regno Unito...
Trattasi di una campagna promossa dalla fondazione CHECKUM, che si occupa di supportare i malati di cancro, e che ovviamente lancia periodicamente delle campagne informative mirate, come questa, che riguarda il cancro ai testicoli...
Siccome uno dei maggiori problemi che riguardano la prevenzione sta nella vergogna e nella timidezza dei maschietti che preferiscono evitare esami specifici alla loro parti intime, la campagna verte tutta sul superamento della vergogna...
A questa campagna hanno partecipato vari volti noti del Regno Unito: concorrenti dei reality, sportivi, volti televisivi e via dicendo... Tutti abbastanza carini e tutti ben felici di mostrarsi senza veli per una buona causa come la prevenzione del cancro ai testicoli (e vorrei ben dire!)...
Quello che mi ha dato da pensare, in tutta questa storia, è come una simile campagna - che nel Regno Unito è già realtà - metta in luce tutta una serie di tabù che dalle nostre parti fanno ancora tendenza... A partire dalla celebrazione del corpo maschile, che in un paese maschilista come il nostro viene evitata il più possibile (in quanto intrinsecamente associata all'omoerotismo e all'omosessualità)...
I nostri VIP si guarderebbero bene dall'essere associati a una campagna di questo tipo (che comunque nessun pubblicitario italiano proporrebbe mai, ben sapendo che i nostri media la boicotterebbero), per paura di diventare "icone omoerotiche"... Categoria molto poco apprezzata dalla TV italiana (che praticamente è l'unica vetrina per i VIP italiani di oggi)...
E badate bene che ho detto "icone omoerotiche" e non "icone gay", perchè delle nostre parti certi tipi di icone gay - soprattutto quando confermano certi pregiudizi e certi luoghi comuni - vengono valorizzate senza problemi...
Se poi si volesse scavare a fondo bisognerebbe anche dire che, nel nostro pudico paese, ci sono anche tantissimi tabù legati alla parola "cancro" (che per scaramanzia viene nominata il meno possibile), e - ad essere sincero - non ricordo una sola campagna informativa che in Italia sia stata centrata sulla prevenzione del cancro ai testicoli...
Probabilmente perchè mettere assieme le parole "cancro" e "testicoli" dalle nostre parti genera un doppio tabù, legato alla malattia, alla sessualità nuda e cruda e alla "vulnerabilità" del maschio italiaco (proprio nel punto dal quale "trae" la sua forza)... Con tutto quello che ne consegue...
Tuttavia la cosa davvero imbarazzante in tutta questa faccenda è che, effettivamente, dalle nostre parti nessuno si accorge che certi tabù possono avere delle ripercussioni negative anche sulla salute... Così, mentre nel Regno Unito li sfidano apertamente potendo contare su testimonials d'eccezione, da noi tutto tace... E probabilmente continuerà a tacere...
A questo punto direi che c'è davvero poco da aggiungere, anche e soprattutto considerando che il massimo del nudo maschile che passa sui nostri media arriva dalle campagne pubblicitarie legate alla moda e ai profumi (due ambiti non a caso associati abitualmente alla parola "gay"), o dalle riviste di gossip...
Prendiamo atto e andiamo avanti... Se non altro internet permette a blog come questo di offrirvi qualche spunto di riflessione in merito... E magari di sollecitare un controllo periodico dei vostri testicoli... Dico bene? Detto questo, parlando di argomenti più pertinenti, volevo segnalarvi che in Francia continua a destare interesse il fumetto IN ITALIA SONO TUTTI MASCHI, di cui ho più volte parlato anche in questa sede... Siccome in Francia fanno le cose per bene, anche il canale ARTE gli ha dedicato un bel servizio, addirittura accompagnandoli nei luoghi in cui il fumetto è ambientato! Siccome questo è il blog che vi mostra quello che gli altri non vi mostrano potete vederlo qui... E fatte attenzione alla conclusione...

Carino, vero? Inutile dire che dalle nostre parti nessuno ha pensato di realizzare un servizio del genere... E che, tanto per cambiare, i due autori concludono dicendo che dalle nostre parti la mentalità non è che sia cambiata così tanto, dopotutto...
Voi cosa ne pensate?

Cari lettori e lettrici: questo blog vi piace? Ci trovate notizie e informazioni che non trovate da nessuna parte? Non potete più farne a meno ? Non date per scontato che che questo idillio possa durare in eterno senza la vostra partecipazione! Onde evitare brutte sorprese guardate in alto a destra e troverete la possibilità di sostenere questo BLOG con un abbonamento simbolico. In parole povere: se vi iscrivete, ogni mese contribuirete alla salute di questo blog con la cifra di un euro. Se questo blog vi piace e se pensate che vada supportato questo è un modo comodo e sicuro per farlo...

1 commento:

Luca ha detto...

e ti pareva che Nick Youngquest non abbia afferrato al volo questa ennesima occasione per spogliarsi...
(con somma nostra gioia :D)