SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

martedì 9 agosto 2011

ITALIA NOSTRA

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
Oggi iniziamo con una notizia che forse fa ben sperare per il futuro. Forse saprete che una delle mete gay dell'estate italiana è Torre Del Lago in provincia di Lucca, che ad agosto - al culmine della stagione turistica - mette insieme una settimana di eventi che chiama Mardi Gras... Nome che probabilmente fa il verso alle manifestazioni gay australiane, che coincidono con il carnevale estivo (vi ricordo che in Australia febbrao cade in piena estate). Sia come sia il Mardi Gras di Torre del Lago quest'anno si tiene dal 10 al 15 agosto, e ogni sera presenta un ospite speciale... E chi sarà l'ospite speciale dell'11 agosto? A quanto pare CARTOON HEROES, il metagruppo che raccoglie gli interpreti originali delle sigle dei cartoni animati andati in onda in Italia negli anni '70,'80 e '90.
Per i più curiosi ricordo che dell'iniziativa (partita da un gruppo abbastanza recente, I RAGGI FOTONICI) fanno parte Clara Serina (cantante con i “Cavalieri del Re” di Lady Oscar e Yattaman), Maura e Manuela Cenciarelli (cantanti col coro dei “Nostri Figli” di Belle e Sebastien e l'Ape Magà), Raggi Fotonici (autori/interpreti di Hello Kitty e Scooby Doo), Claudio Maioli (autore/interprete della sigla di Ken il guerriero), Giacomo Vitullo (bassista e corista degli “Spectraz”), Douglas Meakin (cantante con i “Rocking Horse” di Candy Candy e Sampei e con i “Superobots” di Mazinga e Jeeg Robot d'acciaio), Arnaldo Capocchia (batterista dei “Superobots”), e di volta in volta si possono aggiungere ospiti a sorpresa. Per gli appassionati di vecchie sigle e vecchi cartoni una vera e propria chicca, insomma, e quest'anno si esibiranno proprio al MAMA MIA di Torre Del Lago. La cosa curiosa è che è la seconda volta in tre mesi (la prima è stata lo scorso 23 giugno). Cosa significa questo? Intanto che, forse, chi gestisce il cosiddetto "mondo gay italiano" (che è composto in buona parte da locali e discoteche) si sta iniziando ad accorgere che le sigle dei cartoni animati - e per estensione l'immaginario pop - possono avere dei legami solidi con la cultura gay... E forse si stanno accorgendo anche che non bisogna sottovalutare il fatto che a Lucca si tiene la più grande manifestazione fumettistica italiana.Chissà... Sicuramente è un buon segno, ma probabilmente scopriremo se hanno aperto gli occhi solo quando si terrà la fiera di Lucca Comics & Games 2011 (dal 26 ottobre al 1 novembre), e al MAMA MIA dovranno scegliere se fare la classica (e un po' abusata) festa di Halloween oppure un evento sul tema dei fumetti e dei cartoni animati. Magari al momento è un po' troppo sperare che siano così lungimiranti, soprattutto considerando che il tipico gay italiano opera a compartimenti stagni e ha un concetto di cultura gay molto circoscritto, però forse quest'anno abbiamo qualche speranza in più... Anche se ci vorrà ancora un bel po' di tempo prima di arrivare ai livelli degli USA. Ad esempio: a Los Angeles sabato scorso si è tenuta l'ottava edizione di HARD HEROES, la festa per i gay amanti dei supereroi...Il prossimo sabato, invece, al Prospect Park di Brooklyn si terrà il primo pic nic per gay amanti dell'immaginario pop legato ai fumetti (ok, chiamiamoli pure neerds o geeks, ma al giorno d'oggi questo termine non è più sinonimo di sfigato come una volta). Prego notare la raffinata rielaborazione dell'anguria sul volantino che presenta l'iniziativa...Probabilmente prima che in Italia vengano organizzare iniziative di questo tipo ci vorrà ancora un po', soprattutto considerando che i gay italiani si pongono in maniera molto passiva... Diciamo... E soprattutto considerando che non ci sono associazioni che in Italia promuovono la cultura del fumetto nel mondo gay. In compenso, visto che in Italia non ci sono associazioni di questo tipo ogni tanto mi prendo la briga di dare il mio contributo. Forse qualcuno di voi si ricorderà che su questo BLOG e non solo (CLICCATE QUI) ho parlato di come il fumetto DAGO - nonostante la puntigliosa ricostruzione storica - non avesse mai affrontato il tema dell'omosessualità... Prediligendo un approccio decisamente eterosessista...
In effetti l'articolo che a suo tempo scrissi per Gay.It fece discutere su diversi forum, scatenando delle reazioni che - anche volendo essere molto comprensivi - in alcuni casi mostravano un retrogusto omofobo abbastanza inquietante (se volete capire meglio a cosa mi riferisco CLICCATE QUI). Non vorrei sembrare eccessivamente di parte, ma alcuni toni erano alquanto inviperiti, e mettevano in bella vista proprio quel clima che impedisce al fumetto italiano di trattare tematiche omosessuali, e proprio per paura di scontrarsi con i pregiudizi dei lettori.D'altra parte se non si solleva mai la questione, rischiando anche di toccare qualche nervo scoperto, le cose rischiano davvero di non essere mai chiarite e di restare sempre allo stesso punto. In ogni caso, siccome - come vi dicevo - in Italia non ci sono associazioni che promuovono la cultura del fumetto nel mondo gay e la cultura gay nel mondo del fumetto, ora che DAGO ha una pagina della posta mi sono deciso a mandare una email direttamente alla casa editrice per avere chiarimenti sulla loro politica al riguardo. In realtà pensavo che non me l'avrebbero pubblicata, e invece l'hanno pubblicata integralmente. Se volete leggerla anche voi cliccate sull'immagine qui sotto per ingrandirla.
Sul fatto che l'autore non punti sulla personalità etero o omosessuale, in effetti, avrei qualche dubbio, visto che non manca mai di mostrare anche la vita sessuale del protagonista (rigorosamente eterosessuale). La cosa interessante, comunque, è che nell'introduzione della pagina della posta (che qui non ho scansionato) si invitavano i lettori a dire la loro sull'argomento. Quindi, nel caso, non mancherò di riportare gli eventuali interventi su questo BLOG. Contenti? Di buono c'è che, nonostante la situazione preistorica del fumetto popolare italiano riguardo alle tematiche omosessuali, nel mondo delle fumetterie si muove sempre qualcosa. Ad esempio: a breve Kappa Edizioni distribuirà il suo nuovo volume di Ralf Koenig...Mentre dalla RENBOOKS hanno annunciato di avere intenzione di pubblicare i lavori di Steve MacIsaac (foto sotto), uno degli autori più rappresentativi del fumetto gay indipendente americano, nonchè un bel ragazzone dall'indiscutibile fascino bear (piccolo dettaglio che magari... Aemh... Non avrà influito sulle scelte professionali di RENBOOKS, ma che sicuramente costituisce una gradevole constatazione per tutti gli amanti del genere).Anche questo è un buon segno, anche se effettivamente di autori interessanti da pubblicare e da far conoscere nel nostro paese ce ne sarebbero ancora tantissimi. D'altra parte in Italia permane il problema storico della mancanza di un circuito distributivo capillare e affidabile per questo tipo di pubblicazioni. Certo internet ha iniziato a sopperire a questa lacuna, ma al momento non è un'alternativa del tutto soddisfacente. E, a proposito di circuiti distributivi italiani, a partire dall'anno prossimo potrebbe presentarsi un nuovo piccolo problemino per tutti gli amanti del fumetto. Infatti la Planeta DeAgostini, che da qualche anno deteneva i diritti di pubblicazione e distribuzione dei personaggi DC Comics in Italia, vedrà scadere il suo contratto di esclusiva. Qualcuno esulterà, pensando a tutti i terribili disagi a livello di distribuzione e adattamento a cui questo editore spagnolo aveva abituato il pubblico italiano, tuttavia non si sa ancora chi prenderà il suo posto...Al momento tutti gli editori e i services interpellati hanno negato il loro coinvolgimento, e i siti italiani che si occupano di fumetto danno per scontato che qualcuno stia mentendo per scaramanzia, o che magari verrà creata una realtà editoriale nuova di zecca... Tuttavia non ci sono prove al riguardo e tutto considerato non è da escludere che, semplicemente, non ci sia alcun editore italiano disponibile, soprattutto considerando il terribile periodo di crisi che stiamo attraversando e il modesto successo dei supereroi DC Comics in Italia (con le dovute eccezioni, ovviamente). Ne parlo qui perchè, effettivamente, nel prossimo futuro la DC Comics lancerà la più volte posticipata serie regolare di Batwoman (che vi ricordo è lesbica), la nuova serie con Apollo e Midnighter (la prima storica coppia di supereroi gay dichiarati) e sicuramente non mancherà di proporre altri titoli che affronteranno tematiche omosessuali in futuro... Se in Italia rimanessero senza un editore sarebbe un peccato... Visto che dalle edicole e dalle fumetterie sparirebbe una buona quota di fumetto gay friendly, cosa di cui - effettivamente - non abbiamo proprio bisogno. Anche in questo caso staremo a vedere cosa succederà. Quel che è certo è che, al 18 settembre, anche in Italia trionferà il film che si sta rivelando campione di incassi negli USA (più di 76.000.000 di dollari in due settimane nei soli Stati Uniti)... E che è ispirato ad un fumetto franco belga dai numerosi sottotesti gay... A quale film mi riferisco? A questo...

Premesso che nel sequel (che darei per certo) vorrei tanto vedere il puffo vanitoso, vorrei farvi notare che i distributori italiani hanno avuto il buon senso di reclutare alcuni dei doppiatori storici italiani della serie animata. Detto questo vi saluto segnalandovi che, in vista della (orribile) legge che da settembre impedirà alle librerie di fare sconti superiori al 15%, in agosto amazon.it vende tutto (o quasi) col 40% di sconto. Se volete approfittarne cliccate sul banner qui sotto per entrare a fare acquisti e sosterrete questo sito.

Ciao e alla prossima!

Nessun commento: