SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

domenica 27 aprile 2008

LA RIFLESSIONE DI OGGI

Nonostante il trend di questo blog non sono esterofilo solo per il gusto di criticare quello che succede in Italia. Infatti stavolta sono ben felice di condividere con voi una perla di bigottismo che arriva dal Regno Unito. Mi è appena arrivato un libro del 2006: THE FANTASY ART OF OLIVER FREY, della Talamhus Publishing. Si tratta di una bella antologia che raccoglie i lavori che hanno reso celebre Oliver Frey, nato in Svizzera nel 1948, ma cittadino inglese dai primi anni 70. Appassionato fin da piccolissimo di fumetto inglese, dopo varie vicissitudini ha avuto modo di farsi largo nell'editoria britannica come illustratore, copertinista e fumettista. Nel 1977 era così celebre da essere contattato per realizzare le pagine di fumetto che aprono le sequenze iniziali del film SUPERMAN (1978), ma questo artista divenne ancora più popolare quando iniziò a collaborare con le più prestigiose riviste inglesi di videogames. Oggi Oliver Frey è ancora molto attivo, soprattutto nelle illustrazioni a tema storico..Il libro che mi è arrivato è una bella raccolta dei lavori di Oliver Frey e presenta anche una ricca e dettagliata biografia dell'artista, se non che...Se non che omette completamente il fatto che Oliver Frey, con lo pseudonimo di Zack, è stato anche uno degli autori di fumetti gay più lussuriosi e perversi di tutti i tempi. Le sue storie a fumetti e le sue illustrazioni hanno animato per decenni riviste come Men-to-Men, MEATMEN e Him-Magazine, per cui realizzò anche una serie dedicata a Rogue: biondissimo avventuriero alle prese con situazioni erotiche sempre più surreali. Lo stile di Zack, spesso cupo e tendente al grottesco nonostante i colori vivaci, prediligeva situazioni di sottomissione e violenza che diventavano veri e propri viaggi iniziatici per i suoi protagonisti, spesso giovani ragazzi dal fisico asciutto e tuttosommato bendisposti verso le nuove esperienze. Fatto sta che di tutto questo non si parla nemmeno di sfuggita nel volume dedicato a Oliver Frey. Nemmeno una noticina a margine. Come è possibile? Si possono fare diverse ipotesi, ma forse è indicativo il fatto che l'editore che ha pubblicato il libro è lo stesso per cui Oliver Frey lavora attualmente, e magari temeva dei danni di immagine. Chi lo sa...Certo è che anche nei disegni di questo volume, per quanto soft, si intravede un certo gusto nel disegnare corpi maschili giovani e velatamente erotici. Il libro è comunque molto bello, però a chi conosce questi restroscena dell'autore rimane un senso come di presa per i fondelli e una sgradevolissima sensazione di scarsa considerazione per il pubblico gay. Peccato: una bella occasione sprecata. Qui di seguito posto alcuni disegni tratti da THE FANTASY ART OF OLIVER FREY. Giudicate voi se hanno comunque un nonsochè di erotico.






1 commento:

loran ha detto...

Si in effetti la cosa è abbastanza inspiegabile ma forse una chiave di lettura potrebbe essere la scelta commerciale dell'editore di mettere al sicuro dai sospetti chi compra il libro.
Ancora oggi ad esempio quando si dipingono o disegnano nudi maschili, si associano ad un interesse per l'arte classica e si omette in genere quello erotico.