SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

martedì 12 luglio 2011

NEWS

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
Il terribile caldo umido che regna incontrastato non concede tregua, ma se non altro questa settimana posso ricominciare ad essere puntuale negli aggiornamenti di questo BLOG. Da che parte cominciamo? Forse dal fatto che persino i quotidiani italiani hanno segnalato l'uscita del primo videogioco a tema gay per iPhone e iPad: SUPERGAY.
Il videogioco, che è reperibile sull'app store per la modica cifra di 2,39 euro, vede il Supergay del titolo alle prese con una difficile missione: sconfiggere il diabolico Dr. Tom Palmer che ha clonato un invincibile esercito utilizzando il DNA delle ex fidanzate del protagonista, che evidentemente ha avuto un passato etero. La cosa curiosa è che, fra colpi speciali e superpoteri "arcobaleno", Supergay e i cloni delle sue ex se le danno davvero di santa ragione, e qualcuno ha già polemizzato per via dei presunti sottotesti misogini dell'operazione. Per chi ancora non l'avesse vista qui di seguito vi mostro la intro animata.

Se avete l'occhio allenato probabilmente avrete riconosciuto il tratto del fumettista David Cantero, che infatti si è occupato dell'ideazione del videogioco per conto dello studio Klicrainbow di Barcellona, che vuole proporre prodotti informatici gay friendly e che ha debuttato ufficialmente proprio con Supergay lo scorso giugno. Evidentementemente, nonostante la terribile crisi economica, la Spagna non ha alcuna intenzione di giocarsi la sua nomea di nazione aperta e gay friendly. E se questo vi sembra fantascientifico aspettate di sapere che David Cantero, proprio questa sera, inaugurerà una mostra personale presso la galleria di arte erotica Les caprices de sa majeste, che si trova nella frequentatissima zona del porto di Ibiza (per gli interessati a Calle de la Virgen). Una galleria d'arte che peraltro è aperta solo dopo le 21.00.
Facendo le dovute proporzioni sarebbe come se in pieno centro a Rimini o Riccione ci fosse una galleria d'arte che nel pieno della stagione turistica decidesse di dedicare i suoi spazi ai disegni erotici di un artista gay dichiarato. Penso che non ci sia bisogno di dire che dalle nostre parti qualcosa del genere sia alquanto inconcepibile... E la cosa triste è che iniziative del genere non sfiorano di sfuggita neppure le tradizionali mete turistiche gay del nostro paese. E su questo si potrebbero aprire infinite parentesi che vi risparmio. Comunque, per rimanere in tema di fantascienza, vi informo che sono stati appena annunciati i partecipanti alla ventiquattresima (ventiquattresima!) edizione della conferenza sul fumetto gay (e i gay nel fumetto) che anima la San Diego ComiCon...
Quest'anno la tradizione verrà rinverdita da Robert Kirkman, l'ideatore di The Walking Dead e Invincible; Chip Kidd, pluripremiato editore e autore in forza alla DC COMICS con titoli come Bat-Manga, Rough Justice, Jack Cole e Plastic Man; Dan Parent, fumettista della Archie Comics e creatore del primo personaggio gay della casa editrice, Kevin Keller; Jon Macy, fumettista vincitore del Lambda Literary Award (il premio più importante per la letteratura gay americana) con la sua riduzione a fumetti del classico letterario Teleny and Camille; Paul Cornell, scrittore per la serie TV Doctor Who e dell'imminente nuova serie DC dedicata a Stormwatch (il gruppo di Apollo e Midnighter); Greg Pak, scrittore di Incredible Hulks e co autore di Alpha Flight (il gruppo in cui milita Northstar) e Herc; inoltre ci sarà un collegamento video con J.H. Williams III, l'apprezzato autore della nuova serie di Bat Woman! Una conferenza da leccarsi i baffi, insomma, che si terrà sabato 23 alle 5.30 pomeridiane. In attesa di aggiornarvi anche sulle altre iniziative gay friendly della più grande fiera del fumetto degli USA, che sicuramente ci saranno, colgo l'occasione anche per segnalarvi che - nonostante la canicola estiva - l'associazione GeeksOut di New York organizzerà comunque il suo party mensile, che inevitabilmente sarà dedicato al debutto cinematografico del film di Capitan America con Chris Evans...
D'altra parte è anche giusto che un'associazione che promuove il fumetto a tema gay colga simili occasioni, per organizzare momenti conviviali e - si presuppone - per battere cassa. Se qualche associazione gay italiana volesse ampliare i suoi orizzonti e prendere spunto, poi, sarebbe anche meglio. Comunque, a proposito di spunti da prendere, la CLASS COMICS di Patrick Fillion sembra intenzionata a puntare sempre di più sul download a pagamento, tant'è che ha iniziato a produrre pubblicazioni direttamente in questo formato, anche per tastare il potenziale di artisti al loro debutto ufficiale, come il bravo Leon De Leon... Che a quanto pare appartiene alla generazione post BARA MANGA...
In ogni caso è evidente che la diffusione di iPhone, iPad e tutto il resto potrebbe rappresentare davvero una svolta per il fumetto a tematica gay, visto che offre un nuovo tipo di supporto estremamente discreto e al tempo stesso funzionale. C'è da dire che nel frattempo questo editore ha iniziato ad aprire le porte anche ad autori che non hanno la fissa dei membri elefantini, anche se bisogna precisare che si tratta di autori che non hanno ideato i loro fumetti per la CLASS COMICS. Parlo ad esempio di Javi Cuho (lo sceneggiatore preferito da David Cantero) e Silvano Cernunno, i due autori spagnoli che stanno per pubblicare con CLASS COMICS l'edizione inglese del loro fantasy omoerotico LOST KINGDOM...
Datemi del tradizionalista, ma penso che certe cose sono molto belle anche e soprattutto quando sono proporzionate, anche perchè danno quel tocco di realismo che non guasta mai e rende tutto più coinvolgente. Ovviamente l'edizione inglese della CLASS COMICS doveva avere una copertina in linea con le altre, e così il caro vecchio Patrick Fillion ne ha realizzata una dove non ha potuto fare a meno di piazzare i suoi membri di epiche dimensioni...
Sia come sia penso che è inutile aggiungere che, per il momento, un'edizione italiana di questo fumetto non si vedrà nemmeno col binocolo. In compenso potrebbero esserci delle sorprese su altri fronti.
Restate sintonizzati.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

perché non ti proponi anche tu a Patrick Fillion? Potresti avere un tuo fumetto venduto sia nel suo sito che, se lo stampa anche su Amazon!

Albireo ha detto...

concordo in pieno per quanto riguarda le proporzioni piuttosto esagerata in alcuni casi di Patrick Fillon però c'è da dire anche che come autore di fumetti gay espliciti è bravo, ambientazione e grafica veramente buona, oltre che visi e corpi abbastanza be strutturati escluse le proboscidi XD ;
anche Davi Cantero è bravo ma ad esempio in questo filmato il ragazzo è totalmente sformato, con un busto ad imbuto un po' eccessivo secondo me...c'è a chi può piacere e a chi no...e poi in fondo ad ognuno il suo stile.

Wally spero di non metterti in imbarazzo o in difficoltà ponendoti questa domanda ma: tu come ti sei formato? quali corsi hai seguito?
te lo chiedo non perchè voglia minare la tua immagine o altro, è solo una curiosità; quale fan appassionato che ti segue da anni, ma che sa poco o nulla di te