SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

lunedì 29 aprile 2013

INTERRUZIONI, RIPARTENZE E CANDIDATURE

Ciao a tutti, come va?
A volte il mondo del fumetto seriale americano opera per vie misteriose, in un continuo ribollire di aperture, chiusure, stravolgimenti narrativi ed esperimenti vari... E forse è meglio così, visto che - giusto per citare un esempio a caso - in Italia abbiamo serie che proseguono ininterrottamente da una quarantina d'anni rimanendo fondamentalmente uguali... E i risultati di questa situazione tendente all'immobilità (che forse, a ben guardare, riflettono anche il clima culturale e politico del nostro paese in senso lato) sono sotto gli occhi di tutti. Così può capitare che Peter David, che si è da poco ripreso da un brutto ictus, abbia annunciato che è prossima anche la chiusura di X-FACTOR, che chiuderà col numero 262 (e dopo una serie di cambiamenti abbastanza radicali che hanno segnato i suoi protagonisti nel corso degli anni)...
La serie era diventata di particolare interesse per chi segue questo BLOG da quando, qualche anno fa, due dei suoi protagonisti di punta (Rictor e Shatterstar) avevano fatto coming out come coppia gay, scelta che aveva dato la possibilità di approfondire tutta una serie di interessanti spunti narrativi... E di ispirare anche qualche cosplayer alle fiere del fumetto...
In ogni caso Peter David ha giurato che stavolta la chiusura della serie era stata pianificata da tempo e che, una volta tanto, non è un problema di vendite. Sia come sia è altamente probabile che i membri di questa squadra si rivedranno presto altrove, compresa la super coppia gay di cui sopra... Quindi poco male. Un po' più curiosa è la notizia dell'uscita di un nuovo numero della serie fantastica A DISTANT SOIL, realizzata come sempre da Colleen Doran.
Perchè questa uscita viene segnalata qui, vi chiederete voi? Intanto perchè questa serie, che vide la luce nell'ormai lontano 1987, è stata una delle prime ad introdurre con una certa disinvoltura personaggi e situazioni dai risvolti omosessuali...
In secondo luogo perchè il numero 39 della serie esce a distanza di quattro anni dal numero 38... Che infatti venne pubblicato nel 2007! Morale della favola: con i fumettisti che si autoproducono non bisogna mai perdere la speranza (aemh...), anche se bisogna avere una santa pazienza. E d'altra parte spesso sono proprio gli autori che si autoproducono, e che lavorano a prodotti un po' sperimentali, quelli che lasciano il segno... E sembra dimostrarlo anche la candidatura di NO STRAIGHT LINES nella categoria di migliore antologia per i prestigiosissimi Eisner Awards...
Questa antologia altro non è che una raccolta di quanto ha prodotto il fumetto a tematica LGBT indipendente dagli anni '70 ad oggi (ad esclusione delle opere prettamente omoerotiche)... Con dozzine di autori, quasi tutti omosessuali dichiarati, che spesso hanno cercato di farsi largo in un mercato di nicchia e senza scendere a compromessi... E infatti in Italia sono praticamente sconosciuti (o quasi)... Ovviamente l'augurio è che questo libro si porti a casa l'ambito premio... Non sia mai che in quel caso qualche editore italiano decida di tradurlo anche da noi...
Alla prossima!

sabato 27 aprile 2013

IL VIDEO DELLA SETTIMANA

Ciao a tutti, come va?
Questo mese concludiamo la nostra piccola rassegna musicale - dedicata all'aggiornamento sulle attività dei cantanti gay dichiarati che vi ho già presentato - con quel bel figliolo di Sean Ensign...
Stavolta ha scritto e intepretato un brano in cui parla di come è difficile dimenticare gli ex quando si inizia una nuova frequentazione, che magari nasce solo con l'intenzione di vendicarsi di chi ci ha ferito in precedenza...
E anche stavolta dubito che il suddetto artista verrà mai promosso nel nostro paese, ma tant'è...

venerdì 26 aprile 2013

UN ROMANZO PER KEVIN

Ciao a tutti, come va?
Fra uno sbalzo di temperatura e l'altro questo BLOG ritorna ad aggiornarvi sulle cose di cui gli altri BLOG parlano poco e niente. Oggi, ad esempio, volevo parlarvi di come si possono evolvere in manierà miultimediale alcuni prodotti a tema gay, perlomeno in una nazione dove le tematiche gay sono trattate con una certa disinvoltura.
Partiamo dal simpatico Kevin Keller, che continua a mietere successi di critica e pubblico con la sua serie regolare a fumetti (ambientata nel presente, e in cui è un teenager) e con la sua partecipazione (in versione adulta e sposata) alla serie "futuristica" LIFE WITH ARCHIE...
Questo personaggio ha avuto la sua consacrazione letteraria, visto che lo sceneggiatore/scrittore Paul Kupperberg ha appena pubblicato il primo romanzo dedicato al primo adolescente gay dichiarato della Archie Comics, che si intitola - molto semplicemente - "Kevin". 
A quanto pare, da quando Kevin Keller è diventato una specie di piccolo fenomeno, l'editore americano che detiene i diritti di sfruttamento letterario per i personaggi dei fumetti Archie (la Penguin) ha iniziato a fare pressione per la realizzazione di un romanzo a lui dedicato. La cosa è particolarmente interessante se si considera che, finora, i romanzi dedicati ai personaggi della Archie Comics hanno sempre puntato sui personaggi storici della casa editrice (come Betty e Veronica), che in alcuni casi sono presenti sulla scena addirittura dagli anni '40 dello scorso secolo!
Il signor Paul Kupperberg (foto sotto ), che attualmente scrive proprio LIFE WITH ARCHIE, è un nome di tutto rispetto nel panorama fumettistico americano, ma ammetto che l'idea che gli sia stata affidata la scrittura di un romanzo su Kevin Keller mi lascia un po' perplesso...
Nel senso che, senza nulla togliere alle sue doti narrative, parliamo comunque di una persona nata nel 1955 ed eterosessuale, che ha cercato di raccontare in maniera credibile le vicissitudini di un ragazzo gay del 2013. Se in LIFE WITH ARCHIE si è dovuto confrontare con un Kevin adulto e risolto, nel romanzo (che io non ho ancora avuto modo di leggere) ha voluto raccontare i primi passi del personaggio nella scoperta del proprio orientamento. Intendiamoci: il fatto che sia stato pubblicato un romanzo del genere è di per sè una conquista, di quelle che in Italia - per ora - possiamo solo sognarci, tuttavia non posso fare a meno di pensare che ci sarebbero potuti essere degli scrittori più idonei. In un'intervista rilasciata di recente (CLICCATE QUI), Paul Kupperbergha detto che alla Archie erano in crisi perchè non riuscivano a trovare uno scrittore che si confrontasse col personaggio (nonostante le pressioni della Pinguin) e così si è fatto avanti lui... E poi ha aggiunto che gli è venuto molto facile, anche se in questo romanzo parla di adolescenza, coming-out e bullismo (!)... Quindi i casi sono due: o ci troviamo davanti ad un genio, oppure si tratta di una persona che ha molta autostima. Se leggerò il libro vi faro sapere, e se invece volete precedermi potete ordinarlo cliccando qui sotto per acquistarlo e scaricarlo comodamente.
 
In ogni caso, ripeto, è davvero notevole che un romanzo del genere - che peraltro amazon consiglia dagli 8 anni in sù (!) -  abbia visto la luce. Evidentemente, negli USA, i libri per bambini non sono solo a base di topi reporter, maghetti e streghine varie... E forse questo potrebbe spiegare perchè negli USA è anche più facile per un giovane omosessuale prendere coscienza di sè e diventare un adulto risolto ed equilibrato...
Alla prossima.

mercoledì 24 aprile 2013

DRAGOPOLIS

Ciao a tutti, come va?
Alla fine è successo: le drag queen hanno conquistato anche il mondo delle app... Perlomeno negli USA. Infatti dal 6 maggio sarà  scaricabile (GRATUITAMENTE) da iTunes la prima app (per dispositivi iOS) incentrata sul mondo delle drag queen... E non saranno drag queen qualsiasi, ma le più gettonate protagoniste del reality show RuPaul’s Drag Race ( infatti la app sarà scaricabile nel giorno in cui la quinta stagione dello show avrà termine)...
La app, che si chiamerà DRAGOPOLIS, vedrà le drag queen più "cool" dello show alle prese con la terribile regina delle drag queen malvagie: la terribile Apocalypstyk!
Apocalypstyk ha rapito una serie di maschioni sexy, e ovviamente le nostre eroine drag queen dovranno fare di tutto per salvarli, scegliendo l'abbigliamento e i gadgets migliori per ciascuna missione (e ovviamente le opzioni extra si pagano 0,99 centesimi ciascuna).
Chapeau!

lunedì 22 aprile 2013

PORNO D'AUTORE

Ciao a tutti, come va?
Come forse avrete notato, se seguite questo BLOG, da qualche anno a questa parte si sta facendo strada una nuova tendenza all'interno nel sottobosco dell'editoria dei fumetti omoerotici, e cioè quella di recuperare autori e fumetti di culto che sono introvabili ormai da troppo tempo... Un po' perchè si erano fatti conoscere quando internet doveva ancora diffondersi e un po' perchè le loro storie erano state pubblicate molto tempo fa, spesso su riviste che risultano morte e sepolte (magari anche in anni recenti, dopo una gloriosa carriera) e i cui archivi sono finiti non si sa dove...
Sicuramente anche la crisi economica incide su questa scelta, visto che che costa meno ristampare storie già pronte che materiale inedito, ma è anche vero che - forse - sta crescendo una certa sensibilità nei confronti del fumetto omoerotico inteso anche come fenomeno artistico e culturale... E questo è un bene.
Così, adesso, alla lista degli editori che si dedicano alle ristampe d'autore, si è aggiunta anche la CLASS COMICS di Patrick Fillion, che ha pensato bene di raccogliere e vendere in formato digitale tutte le tavole che il famoso illustratore Kent aveva realizzato per la serie FRESHMEN TAILZ, comparse a suo tempo su FRESHMEN MAGAZINE...
Kent, per chi non lo sapesse, è un illiustratore di New York che ha iniziato lavorando nel campo della moda alla fine degli anni '70, e contemporaneamente per il nascente mercato delle pubblicazioni gay statunitensi. Il suo stile, che in effetti continua ad avere un'ordinata estetica fine anni '70, è diventato un marchio inconfondibile ed effettivamente era scandaloso che finora non ci fosse stato nessun editore che ne avesse valorizzato adeguatamente il lavoro.
FRESHMEN MAGAZINE, forse, è stata l'ultima pubblicazione cartacea che gli ha dedicato spazio, ma qualche anno fa - con la crisi galoppante - il suo editore ha dichiarato bancarotta (ed è un peccato, perchè i suoi servizi fotografici, assieme a quelli delle consorelle UNZIPPED, MEN e 2, erano di qualità molto alta) e interrompendo le pubblicazioni c'era il rischio che anche FRESHMEN TAILZ finisse nel limbo... Quindi tanto di cappello a Patrick Fillion, che ha voluto recuperare il tutto...
A questo punto sarebbe davvero bello se questa raccolta aprisse le porte ad una seconda primavera per Kent, come è avvenuto con il suo collega Zack, di cui la Gmuender sta ristampando l'opera omnia con buon successo (anche perchè in caso contrario non sarebbero certo andati avanti anche con i suoi romanzi illustrati). Oltretutto questa prima raccolta di Kent è disponibile al modico prezzo di 4.50 $ e contiene anche molti schizzi preparatori e disegni inediti...
E questo, forse, dimostra che questa proposta è incentrata anche su Kent in quanto artista e non solo sulle sue tavole omoerotiche... E anche questo è un bene. Se volete scaricare anche voi il pdf di FRESHMEN TAILZ potete acquistarlo CLICCANDO QUI.
E adesso speriamo che qualcuno inizia a recuperare anche i lavori di altri maestri ampiamente sottovalutati e ormai irreperibili da troppo tempo...
Alla prossima.

sabato 20 aprile 2013

IL VIDEO DELLA SETTIMANA

Ciao a tutti, come va?
Prosegue il mese dedicato all'aggiornamento sui cantanti che vi ho già presentato in questo spazio in cui generalmente presento i cantanti gay dichiarati che in Italia non si fila nessuno... E stavolta torno a parlarvi dell'inconfondibile OH MY JOSH...
E siccome stavolta voglio rovinarmi ve lo mostro per la prima volta anche senza trucco (pesante)...
Voi come lo preferite? In ogni caso qui di seguito vi faccio ascoltare (e vedere) la sua ultima fatica...

Probabilmente anche stavolta nessuno penserà di promuoverlo in Italia, ma tant'è...
Alla prossima.

venerdì 19 aprile 2013

TAROCCHI GAY E HIV

Ciao a tutti, come va?
Oggi volevo tornare a parlare di quello che succede in Francia, partendo dal mondo delle associazioni LGBT. In effetti, mentre in italia continua a predominare il modello dell'associazione gay "tuttologa" che si occupa di tutto disperdendo una gran quantità delle (generalmente poche) risorse che ha a disposizione, nel resto d'Europa (per non parlare degli USA), il modello vincente si è rivelato quello delle associazioni divise per aree di intervento. Tuttavia può capitare che ci siano tematiche di interesse trasversale, come ad esempio la lotta all'HIV, che possono essere portate avanti (seppur in maniera molto eprsonale) da associazioni diverse e che hanno tutt'altro genere di obbiettivo principale. É un po' questo il caso della francese SNEG (Syndicat National des Entreprises Gaies), un'associazione che mira a tutelare e promuovere gli impenditori che hanno un occhio di riguardo per la comunità LGBT.
La SNEG, però, fin dalla sua nascita nei primissimi anni '90, si occupa anche di prevenzione, attraverso tutta una serie di iniziative e campagne informative di tutto rispetto, come quella che ha recentemente ha coinvolto l'illustratore omoerotico Xavier Gicquel (che è anche un bel figliolo, e che qui sotto vedete quando - qualche anno fa - ha vinto il premio di Mr. Gay Rubber)...
Per la nuova campagna della SNEG il nostro amico Xavier non solo ha curato i disegni della campagna di sensibilizzazione...
Ma ha anche realizzato un esclusivissimo set di 22 tarocchi molto speciali, ciascuno dei quali rappresenta un modo diverso di vivere la sessualità... Da quello che ho capito sul retro di ciascuna carta c'è un messaggio finalizzato alla riduzione del rischio relativo al tipo di partner a cui si riferisce ciascun disegno...
E ovviamente, poichè questo è il BLOG che vi mostra quello che gli altri siti italiani tendono ad ignorare, per scaricare il PDF con tutti i tarocchi disegnati da Xavier vi basta CLICCARE QUI.
D'altra parte se in Francia le cose per le associazioni gay (e per i gay in generale) vanno in un certo modo,  e in Italia no, ci deve pur essere un motivo...
Alla prossima.

mercoledì 17 aprile 2013

APP E FUMETTI OMOEROTICI

Ciao a tutti, come va?
I tempi cambiano, e se una volta poteva capitare che un fumetto online facesse il salto di qualità passando alla carta stampata, adesso può anche succedere il contrario... Perlomeno dando un'occhiata a quello che stanno provando a fare quelli delle edizioni H&O... L'editore francese, infatti, ha deciso di trasformare alcuni dei fumetti omoerotici che ha in catalogo in pratiche app per il sistema android... Per la precisione la scelta è caduta sui tre capitoli finora usciti di ANGEL FACE (di Benoît Prévot)...


Sul primo capitolo de I FRATELLI DEL DRAGO di Penaud e Garcia...
E, per finire in bellezza, su WINTER'S MOON del nostro amico sposato di fresco (in Belgio)  Mauro Padovani...

Come potete intuire i fumetti in questione (e le relative vignette) sono stati adattati al formato dello schermo degli apparecchi su cui le app verranno scaricate, e anche se l'idea è buona direi che ci si può lavorare ancora sopra. Nel senso che tentare di proporre un fumetto preparato per un determinato medium su un medium che ha delle caratteristiche ben diverse non mi sembra il modo migliore per valorizzare i fumetti in questione, e men che meno i nuovi supporti digitali... Ma d'altra parte bisogna pur partire da qualche parte, e sicuramente si tratta di un'iniziativa lodevole. Certo... Se alla H&O avessero OSATO quel tanto che basta per proporre almeno un nuovo fumetto nato proprio per essere una app sarebbe stato molto più interessante, ma per quello forse ci sarà da aspettare ancora un pochino...
Sia come sia se volete sperimentare i suddetti fumetti in versione app potete trovarli CLICCANDO QUI.
Nel caso fatemi sapere cosa ne pensate...
Alla prossima!

lunedì 15 aprile 2013

LUPI MANNARI IN CALORE

Ciao a tutti, come va?
La notizia di oggi non è proprio freschissima, ma siccome non ho potuto parlarne quando era fresca ho deciso comunque di segnalarla a beneficio di quanti se la fossero lasciata sfuggire. Come forse saprete c'è un serial TV che ha una storia che - in un certo senso - potrebbe essere paragonata a quella di BUFFY L'AMMAZZAVAMPIRI... Anche questo serial - infatti - parte da un film che mischiava tematiche adolescenziali, horror e un pizzico di umorismo tendente al demenziale. Eppure, proprio come accadde nel caso di BUFFY, il serial TV che ne è stato tratto ha abbandonato i risvolti trash e si sta avviando a diventare un cult, con tanto di personaggi gay dichiarati... Come forse avrete capito mi sto riferendo a TEEN WOLF...
Il serial TV che è partito nel 2011 sembra fatto apposta per farci dimenticare il filmone anni '80 con Michael J. Fox, che - quando ancora i titoli dei film stranieri venivano tradotti per la distribuzione italiana - da noi venne ribattezzato VOGLIA DI VINCERE (altri tempi!)... E il fatto che da quel film fossero stati tratti un sequel altrettanto trash (senza MIchael J. Fox) e una serie di cartoni per i più piccoli è abbastanza indicativo.

Sia come sia il serial dei giorni nostri è di tutt'altra pasta, e sembra avere un occhio di riguardo per il pubblico gay: in primo luogo per via della gran quantità di bei ragazzotti che - per esigenza di trama - finiscono sempre coi vestiti a brandelli e con i loro muscoletti in bella vista, e in secondo luogo perchè l'omosessualità in questa serie non è un tabù... Tant'è che il serial presenta un personaggio fisso gay dichiarato: Danny Mahealani (interpretato da Keahu Kahuanui)...
Per ora è ancora un semplice essere umano (ma in questa serie non si può mai dire), ma lo scrittore della serie, Jeff Davis, ha annunciato che nella terza stagione (che dovrebbe partire a giugno) troverà l'amore proprio fra le braccia di un licantropo... Che peraltro arriverà nella serie assieme al fratello gemello (infatti i due gemelli Alphas saranno interpretati da Max e Charlie Carver, già noti al pubblico gay per la loro partecipazione al serial gay friendly DESPERATE HOUSEWIFES)...
E, in tutta questa abbondanza di pettorali e addominali scolpiti, lo sceneggiatore Jeff Davis ha detto al magazine Entertainment Tonight che:

"Non posso dire che arriveremo a livelli di Spartacus, ma le loro scene di sesso saranno trattate come qualsiasi altra scena di sesso che avete visto nel nostro serial. Ho sempre pensato che se si presenta un mondo un po' idealizzato dove i giovani omosessuali non sono diversi da tutti gli altri, e in cui la loro sessualità non viene messa discussione dagli altri personaggi, forse la vita reale potrebbe cominciare ad imitare"

Non male per un serial di punta di MTV, vero? Comunque, giusto per chiarire le cose: lo scrittore Jeff Davis (che vedete nella foto sotto) è gay dichiarato.... A riprova del fatto che quando chi è gay dichiarato non si reprime, e soprattutto viene valorizzato, è tutta un'altra cosa.
Restiamo in attesa che personaggi del genere inizino a lavorare anche per le fiction italiane... O che, più semplicemente, la televisione italiana sia disposta a valorizzare personaggi del genere...
I nostri palinsesti ne avrebbero taaaaaaaaaaaaanto bisogno. 
Alla prossima.

sabato 13 aprile 2013

IL VIDEO DELLA SETTIMANA

Ciao a tutti, come va?
Dopo un mese dedicato ai cantanti gay dichiarati in tempi non proprio facili mi smebrava carino dedicare il mese in corso ad aggiornarvi sui brani scritti da cantanti gay dichiarati che ho già presentato su questo BLOG. Per iniziare pensavo di presentarvi una delle ultime fatiche di Darren Hayes...
Stavolta ci parla di sbagli, errori e fraintendimenti, e di come è importante non farsene condizionare...
Alla prossima!

venerdì 12 aprile 2013

GAIL SIMONE COLPISCE ANCORA!

Ciao a tutti, come va?
Come forse avrete notato negli ultimi giorni questo BLOG non è stato puntualmente aggiornato come al suo solito. Niente paura! Ho avuto solo qualche problema di stagione, e adesso posso tornare operativo. E per tornare operativo ho scelto una novità decisamente interessante che ci arriva dagli USA e che parte, tanto per cambiare dalla sceneggiatrice Gail Simone (e se non sapete chi è cercate sue notizie nei vari post che le ho dedicato). Più precisamente la notizia arriva dal mensile di Batgirl, al quale Gail Simone è potuta tornare grazie alle pressioni dei fans, e dove - a modo suo - sta già iniziando a darsi da fare per confermare la stima del suo pubblico...
In che modo, vi chiederete voi? Tutti, in effetti, si aspettavano che avesse in cantiere qualcosa di "forte" riguardo alla comunità LGBT  (e che, forse, proprio per questo la DC avesse tentato di allontanarla dalla testata in fretta e furia), ma la simpatica Gail è riuscita comunque a sorprendere tutti... E nel numero 19 di BAtgirl presenta al pubblico Alysia, una nuova amica di Batgirl (nonchè sua compagna di appartamento)che le confessa di essere una transessuale MtF (da maschio a femmina)! Cosa che peraltro non disturba particolarmente Batgirl/Barbara Gordon, che conferma la sua amicizia commuovendo Alysia...
Ora: c'era già stato qualche personaggio transessuale nei fumetti americani, ma finora nessuno era comparso in serie mainstream come Batgirl, di quelle che - per inciso - si rivolgono ad un pubblico molto variegato che comprende anche una buona dose di minorenni. Tutto questo, effettivamente, non è da sottovalutare...
Così come non è da sottovalutare il fatto che Gail Simone ha dichiarato - alla rivista Wired - che:

"Secondo me la maggior parte dei lettori di supereroi non ha grandi problemi a rapportarsi con le diversità, piuttosto ha problemi con le storie che ne parlano infarcendo la narrazione di prediche e sermoni. Alysia sarà un personaggio, e non un messaggio di pubblica utilità... Essere trans è solo una parte della sua storia. Se qualche lettore che l'amava prima ora ha cambiato idea pazienza: è un peccato, ma non possiamo lasciare che la mentalità dei fumetti resti bloccata nel 1950 per sempre ".

Wow! Se avessi i miliardi credo che inviterei Gail Simone in Italia per tenere dei seminari riservati agli editori italiani di fumetti, obbligandoli ad ascoltarla inginocchiati sui ceci e con dei bei divaricatori auricolari... E anche con qualche scossa elettrica a basso voltaggio ogni tanto... Giusto per mantenere alta l'attenzione. Dico questo perchè, proprio mentre in america Gaul Simone fa debuttare Alysia, la più grande novità del fumetto mainstream italiano è rappresentata dalla parodia del commissario Montalbano che è comparsa su Topolino... Il commissario Topalbano...
Possibile che alla Disney Italia non abbiano ancora capito che per fermare l'emoraggia di lettori queste trovate non servono, e che anzi nel lungo periodo sono addirittura dannose? Comunque sarà molto divertente vedere cosa succederà dalle parti della casa editrice Disney Italia se verranno confermate certe voci su alcuni progetti della multinazionale Disney (per intenderci: quella dei parchi a tema dove sono consentiti i cortei gay, quella che ha rilevato la MARVEL - col suo carico di supereroi gay - e quella che ha una gran quantità di dirigenti gay dichiarati) in Italia... Progetti che probabilmente finiranno per entrare in aperto conflitto con la politica editoriale della Disney Italia, e probabilmente con la mentalità conservatrice italiana nel suo insieme... A cosa mi riferisco??? 
Diciamo che ho i miei informatori e che approfondirò l'argomento a tempo debito.
Però se quello che mi hanno detto succedesse davvero penso proprio che ne vedremo delle belle...
Alla prossima.

mercoledì 3 aprile 2013

FIRMATO GENGOROH TAGAME!

Ciao a tutti, come va?
Forse, se siete fans di Gengoroh Tagame, vi piacerebbe possedere un suo autografo, e probabilmente vi siete rassegnati all'idea che questo desiderio potrebbe rivelarsi molto difficile da realizzare... Visto che lui è in Giappone e non gira il mondo così spesso (anche perchè altrimenti non sarebbe così prolifico)... Oggi, però, la possibilità di possedere un autografo di Gengoroh Tagame è un po' meno remota...
Infatti, in occasione dell'uscita della sua prima antologia in inglese (di cui vi parlai a suo tempo), il maestro Tagame ha deciso di fare un gradito omaggio ai primi duecento lettori che prenoteranno una copia dal sito PICTUREBOX (CLICCATE QUI). Infatti compreso nel prezzo ci sarà un esclusivo segnalibro che verrà  firmato personalmente da lui!
Un'idea carina e originale per attirare l'attenzione sullo sbarco ufficiale del portabandiera dei bara manga sul suolo statunitense. Devo ammettere che sono abbastanza curioso di vedere che risposta avrà questo primo esperimento, anche perchè - non bisogna dimenticarlo - la comunità gay americana non ha mai avuto grandi problemi a trasformare autori stranieri in vere e proprie icone... Come nel caso di Tom of Finland ad esempio. Senza contare che - a parte la suddetta antologia - il pubblico americano avrà comunque modo di imparare il maestro Tagame grazie all'abbondanza di materiale che può essere recuperato sul web... E questo, in effetti, per l'antologia potrebbe essere sia un vantaggio che un ostacolo...
Bisognerà capire se, nonostante le migliaia (o centinaia di migliaia di tavole di Gengoroh Tagame disponibili gratuitamente sul web, si potrà creare uno zoccolo duro di appassionati duri e puri disposti a spendere cifre importanti (questa antologia contiene 10 storie e costa ben 29 dollari!) pur di avere fra le mani l'arte del maestro. Magari partire con una proposta meno lussuosa e più abbordabile non avrebbe fatto male... Soprattutto in tempi di crisi nera come questi.
Staremo a vedere cosa succederà...
Se non altro ci saranno 200 fortunati che potranno incorniciare il segnalibro autografato...
Chissà... Magari fra qualche decennio potrebbe anche rivelarsi un investimento.
Alla prossima!