SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

venerdì 9 ottobre 2009

COSE DELL'ALTRO MONDO

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
Anche quest'anno a Minneapolis si terrà il GALAXICON, la convention che affronta il mondo del fantastico dalla prospettiva GLBTQ. Per la precisione si terrà questo week-end, e come già l'anno scorso sarà un appuntamento molto ghiotto per gli appassionati di fantascienza, horror, fantasy e quant'altro che vogliono ritrovarsi per parlarne da un certo punto di vista. Fittissimo il programma delle conferenze e degli interventi, che vi riporto qui di seguito in modo molto sintetico giusto per darvi un'idea...

Single Sex Worlds
I mondi popolati da un solo sesso nella narrativa fantastica. Perchè sono soprattutto le donne ad affrontare questo tema?

Joss Whedon's Multiverse
Il punto della situazione sui lavori di uno degli sceneggiatori cult del fantastico degli ultimi anni e il loro rapporto con l'omosessualità.

Are You Bi-Speculative? Science Fiction vs. Fantasy
Perchè gli appassionati di fantascienza generalmente non sono attratti dal fantasy e viceversa.

Disney and Marvel - Together at Last?
L'acquisizione della Marvel da parte della Disney avrà ripercussione sull'approccio sempre più esplicito dell'editore nei confronti dei temi GLBT?

GoH Spotlight - Terrance Griep
Incontro con Terrance Griep, uno dei maggiori esperti di fantastico degli Stati Uniti, che parlerà del suo lavoro dal suo punto di vista di gay dichiarato.

Lesfic Fantasy - Beyond the Blonde and the Brunette
Le dinamiche delle coppie lesbiche nella narrativa fantasy.

Publishing LGBT Stories
Confronto dell'approccio che hanno i piccoli editori e i grandi editori di fantastico rispetto ai temi GLBT.

A Dragon Ate My Dildo - Sex in SF
L'approccio al sesso omosessuale nella narrativa fantastica.

Friends of Gallifrey
Le tematiche omosessuali nel serial del Dr.Who e nei suoi derivati.

Manga/Anime/Yaoi/Bara
Approfondimento sui vari generi di fumetti e cartoni animati che in giappone sffrontano abitualmente tematiche omosessuali.

True Blood - Southern Fried Vampires
Il vampiro e il suo rapporto con l'omosessualità partendo dagli ultimi esempi televisivi.

Geek Leather Bears
Approfondimento su come il fantastico finisce per rappresentare - anche involontariamente - le varie sottoculture omosessuali (leather, bear, ecc).

Che dire? Personalmente una simile serie di incontri di per sè mi pare qualcosa di estremamente fantascientifico se rapportato a come la tematica omosessule viene affrontata nelle fiere e nelle convention fumettistiche italiane. Intendiamoci: lo spunto da noi può essere offerto dalla presentazione di qualche volume, ma la tematica in quanto tale viene sviscerata col contagoccie. D'altra parte è anche vero che le conferenze non cadono dal cielo: vanno proposte e promosse da qualcuno, e da noi quei "qualcuno" scarseggiano. Per tantissimi motivi, ma probabilmente quello che più di altri fa sentire il suo peso è che gli appassionati omosessuali di fumetto e fantastico italiani (e sono tanti!), hanno ancora molte remore a farsi avanti e a fare gruppo per avere un "peso". D'altra parte vivono in una situazione in cui non si sentono esattamente legittimati: basti pensare a tutte le fumetterie che NON si fanno arrivare e NON espongono materiale troppo gay. Quante fumetterie italiane espongono quello che pubblica l'editore GMUNDER, ad esempio? Ieri sono passato a salutare la Yamato Shop di Milano, che per chi non lo sapesse è la più grande libreria italiana specializzata in prodotti giapponesi (e che rappresenta anche l'omonimo marchio home-video) e mi hanno detto chiaro e tondo che loro - per ora - NON hanno intenzione di farsi arrivare il volume di Gengoroh Tagame che è appena stato pubblicato da Black Velvet. Motivo: pensano che sia troppo esplicito e non vogliono avere problemi con i loro clienti minorenni, visto che per la legge dovrebbero adibire uno spazio V.M.18 per esporre questo tipo di materiale. Scelta comprensibile (seppur discutibile, visto che in quella libreria viene regolarmente esposto anche materiale etero V.M.18), ma è evidente che con presupposti di questo tipo non è che si favorisca molto la presa di coscienza e la legittimazione del pubblico omosessuale al di fuori del "mondo omosessuale". Tant'è che nella nuova Libreria Babele - dove sono passato lo stesso giorno - mi hanno riferito che hanno già una pila di prenotazioni per il suddetto volume di Gengoroh Tagame. Però si tratta di una libreria gay, capite che intendo? Ovviamente non è detto che le cose non cambino, magari anche grazie successo dei bara manga di Gengoroh Tagame. Speriamo in bene.




IMPORTANTE: Se guardate in alto a destra troverete, proprio in cima e in bella vista, degli annunci pubblicitari. Cliccandoci sopra ogni volta che passate di qui potete contribuire al mantenimento di questo sito senza spendere nulla. GRAZIE.

3 commenti:

Mauro Padovani ha detto...

La solita triste Italia, e le solite tristi fumetterie....

Ulisse ha detto...

A parte l'omofobia di fondo, credo che in Italia gli etero abbiano una strana considerazione dei gay. Invece di pensare che siamo il 10% e forse più della popolazione (quindi si parla di milioni di individui) ci considerano quattro gatti. Sicuramente una tale convinzione dipende anche dalla nostra poco visibilità. Se i gestori di quel negozio sospettassero che tenendo i fumetti gay incrementerebbero considerevolmente il loro giro d'affari forse ci ripenserebbero.

Wally Rainbow ha detto...

Magari se i gay in italia avessero meno problemi a dichiararsi la percezione del loro numero cambierebbe, come è successo in altri paesi. Ovviametnte mi rendo conto che la situazione di base italiana è molto diversa da quella di altre nazioni e non favorisce questo processo.