SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

giovedì 18 ottobre 2012

NEWS

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
Rieccoci qui per un nuovo post del BLOG che vi dice tutto quello che gli altri BLOG italiani ignorano, o magari preferiscono non riferire. Da che parte iniziamo oggi? Forse la notizia più curiosa della settimana è l'arrivo della prima porno parodia supereroistica esclusivamente gay. Ebbene sì! Visto che da diversi anni nel mondo del porno etero le parodie dei film di supereroi si sono rivelate un filone particolarmente apprezzato (e redditizio), anche il mondo del porno gay ha iniziato a sperimentare qualcosa in questo senso... E la prima parodia non poteva che essere dedicata al mondo di Batman e Robin...
Un vero peccato, però, che il risultato sia decisamente deludente, e rischia di compromettere ulteriori investimenti in questo senso. Perchè deludente? Premesso che la compagnia che si è cimentata in questa impresa è la piccola Manville Entertainment, che è nata giusto quest'anno e che sicuramente non aveva molti soldi da investire in questa produzione, sembra proprio che il progetto sia stato portato avanti con una certa approssimazione, a partire dalla scelta degli attori principali: Mitch Vaughn nel ruolo di Batman e Dominic Pacifico nei panni di Robin...
 Al di là dei costumi, che sembrano devvero recuperati a una svendita di Halloween (quello di Robin non è neppure aderente e ha una cintura posticcia di cartone che non è nemmeno integrale!), la fisionomia è completamente sbagliata. Inoltre le inquadrature e le luci (che possono fare molto) non sono per nulla studiate, le location sono a dir poco improvvisate e il cast non sembra affatto convinto di quello che sta facendo... Tant'è che questo sembra un video interpretato da attori porno che giocano a fare i supereroi, e non un video che spia i supereroi nei loro momenti di intimità...
Cosa che, invece, accade nelle porno parodie di supereroi dedicate al pubblico etero. L'uscita della porno parodia gay di Batman e Robin, per esempio, coinciderà proprio con Spider-Man Vs. Superman XXX della Vivid, di cui potete vedere il trailer qui sotto...
Al di là del fatto che questa porno parodia omaggia lo storico primo incontro fra Spider-Man e Superman (il primo incrocio narrativo, in gergo crossover,  fra Marvel Comics e DC Comics, di cui vedete la cover qui sotto), e quindi dimostra una certa competenza in fatto di fumetti, bisogna prendere atto che gli attori si calano molto bene nei personaggi e che i costumi sono decisamente credibili.
Oltretutto in queste parodie continuano a comparire personaggi dei fumetti che non hanno ancora avuto una versione cinematografica ufficiale (come la Gatta Nera o Spider-Woman), o che magari al cinema non sono mai arrivati con il loro costume classico (come il Dr. Octopus)... E questo significa che chi gestisce queste produzioni è anche un vero appassionato di fumetti, e non solo qualcuno che vuole sfruttarli per vendere porno. Certo la Vivid è una casa di produzione presente da molti anni e che si è specializzata in porno etero ad alto budget, però è anche vero che la Manville di fatto esordisce proprio con la porno parodia gay di Batman e Robin e forse - se il budget era così limitato - valeva la pena di avere qualche attore in meno e un po' di qualità in più...
Ovviamente c'è sempre la speranza che qualche grande casa di produzione colga lo spunto, ma se questo esperimento non avrà successo (e in effetti è davvero troppo imbarazzante per ottenerlo), saremo da punto accapo. Peccato davvero, anche perchè gli apapssionati gay di supereroi sono sempre di più, e sicuramente premierebbero chi riuscirebbe a dare corpo alle loro fantasie. E, a proposito di supereroi e fantasie, è con grande piacere che vi vado a segnalare un nuovo fumetto prodotto dalla factory Yaoi911, che dopo la bella prova fornita con il fantascientifico Artifice di Alex Woolfson e Winona Nelson è tornato alla carica con Young Protectors (sempre coi testi di Alex Wolfson e con Adam DeKraker ai disegni), che in effetti affronta il tema dei supereroi gay in maniera nuova e originale...
Infatti è la storia di Kyle, giovane membro di una squadra si superadolescenti, che è dotato di poteri pirocinetici (manovra fuoco e fiamme, ma non è in grado di volare come tanti supereroi con poteri simili) e si fa chiamare Red Hot. Al momento non accetta del tutto la sua omosessualità, tant'è che i suoi compagni di squadra non sanno di lui, che peraltro non ha mai fatto coming out e non ha mai baciato un ragazzo...
Tuttavia una sera decide di provare ad entrare in un locale gay in incognito, e per sua sfortuna viene notato da un supercriminale di nome Annihilator - questa volta gay dichiarato e navigato - che viene colpito dal suo disagio e decide di firmare una tregua temporanea con lui per aiutarlo ad accettare la propia omosessualità, anche perchè - a quanto pare - gli piace sul serio e ora che ha scoperto che anche lui è gay non vuole perdere l'occasione di provarci... Tant'è che gli propone subito di baciarlo... Con tanto di pomiciata...
Da questo momento in poi Red Hot e Annihilator cominciano ad avere una specie di frequentazione clandestina, e sarà davvero interessante vedere come si svilupperà la vicenda, sopratutto se e quando i super amici di Red Hot si renderanno conto che non solo è gay, ma se la fa anche con un loro nemico... Potete leggere questo interessante webcomic CLICCANDO QUI, ma vi ricordo che le nuove tavole vengono messe online solo quando si raggiunge una certa cifra con la raccolta di donazioni tramite PAYPAL... In ogni caso, potere delle coincidenze, non ho potuto fare a meno di notare che il potere di controllare il fuoco è anche la caratteristica di un altro supereroe gay di recentissima produzione, ma che stavolta arriva da una serie animata giapponese! I più esperti avranno capito che mi riferisco a Fire Emblem/Nathan Seymour dalla serie Tiger & Bunny...
Evidentemente anche in Giappone i supereroi in stile americano hanno iniziato a tornare di moda (dopo il piccolo boom degli anni '70, che portò alla nascita di cartoni come Polymar e Gatchman, nonchè alla serie di telefilm Made in Japan di Spider-Man!) e siccome siamo nel 2012, e i supereroi gay fanno ormai parte integrante del mondo dei supereroi, i giapponesi non sono proprio riusciti a trattenersi, creando un supereroe gay che più gay non si può...
Da notare che parliamo di un supereroe queer oltremisura, e la cosa davvero straordinaria è che nella serie animata la sua condizione e i suoi atteggiamenti effemminati non creano particolari problemi a nessuno. Da notare, inoltre, che la serie ha un taglio decisamente realistico (i supereroi accettano di essere sponsorizzati da multinazionali e danno l'esclusiva delle loro azioni eroiche a dei reality show che assegnano un punteggio) e quindi l'idea di presentare un supereroe di questo tipo è davvero notevole... Anche se risente del tipico pregiudizio giapponese per cui omosessualità - di solito - fa rima con effeminatezza, e forse sarebbe il caso di andare oltre.
  Quel che è certo è che difficilmente vedremo questa serie su qualche TV italiana, anche perchè un personaggio come Fire Emblem non è in alcun modo camuffabile (ha persino un costume coi tacchi!)... In ogni caso è interessante notare come l'universo supereroistico e il mondo gay stiano proseguendo il loro processo di integrazione utilizzando sempre nuovi canali. Negli USA, ad esempio, è da poco disponibile Heroes Rise: The Prodigy, che utilizza il tipico sistema dei cari vecchi libri game degli anni 80' e '90. 
Per chi è troppo giovane per ricordarsi cos'è un libro game mi limito a dire che si trattava di romanzi a scelta multipla, dove il percorso narrativo era determinato dalle scelte del lettore in alcuni punti critici della storia. Heroes Rise: The Prodigy, però, è una App e offre tutta una serie di opzioni gay che i libri-game dei tempi che furono non avrebbero mai osato proporre. Se sapete l'inglese e volete provare gratuitamente questo sistema di lettura interattiva potete CLICCARE QUI
Evidentemente i tempi cambiano, e le notizie riportate in questo post prettamente supereroistico possono darvene un'idea... Certo è che è proprio curioso che questo sia l'unico spazio italiano dedicato ai fumetti che le segnala. Chissà perchè...
Alla prossima!

Nessun commento: