SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

martedì 10 aprile 2012

LA RIFLESSIONE DI OGGI...

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
Dopo l'ultimo post, in cui sono stato un po' pessimista (ma d'altra parte parlando della situazione italiana non sono riuscito a trattenermi), ho pensato che dovevo correre ai ripari con un post dedicato ad un altro mondo possibile... Un mondo dove il presidente di una grande nazione - che non ha 40 anni per gamba - non ha problemi a farsi fotografare mentre si cimenta nel saluto vulcaniano assieme a Nichelle Nichols, l'indimenticabile tenente Ura della prima serie di Star Trek, sdoganando ulteriormente - e forse definitivamente - la cultura nerd...
Un mondo dove, sempre per stare in tema di nerd e di Star Trek, l'associazione GeekOut - che poi sarebbe un'associazione gay per la promozione dei fumetti e della nerd culture in generale - è riuscita a organizzare il suo evento mensile programmando per il 20 aprile una serata incentrata su George Takei, meglio noto in Star Trek come il Signor Sulu, che oltre ad essere un'icona della fantascienza è anche un'icona gay... Visto che ha fatto coming out, ha sposato il suo compagno e da anni non si fa problemi ad essere testimonial per i diritti gay...
Un mondo dove Andrew Garfield, che sarà il nuovo Spider-Man, viene ospitato nel talk show più gay friendly d'america, quello gestito dalla simpaticissima lesbica dichiarata Ellen DeGeneres, per raccontare le sue traversie con il costume epidermico che lo inguaina da capo a piedi, stando al gioco e rispondendo anche alle domande più imbarazzanti della conduttrice... E rivelando che sotto al costume non ha portato assolutamente nulla!

Non so perchè... Ma qualcosa mi dice che dopo questa dichiarazione il pubblico gay potenziale della pellicola sarà perlomeno raddoppiato... E guarderà con occhio del tutto diverso le foto di scena che stanno circolando da qualche tempo...
Un mondo del genere è davvero possibile? Un mondo dove, anche alla Emerald City ComiCon di Washington l'associazione PRISM COMICS, che promuove la cultura dei fumetti a tema gay, si è sentita in dovere di stampare una guida a parte per orientare il pubblico LGBT ai diversi eventi che lo coinvolgevano dentro e fuori la manifestazione (CLICCA QUI)?
Eh, già! Perchè, anche in questa occasione, ci sono stati incontri molto interessanti: come quello sui gay nei videgames e quello sul trattamento dei personaggi gay nel fumetto mainstream, mentre in occasione della fiera ben due locali gay della città hanno organizzato feste e meetup, anche per chi voleva presentarsi in cosplay... A parlarne qui sembra davvero fantascienza, vero? D'altra parte in questo mondo è anche possibile che venga prodotto un film decisamente camp ispirato a Biancaneve (nelle sale anche da noi), in cui il ruolo del principe viene affidato all'icona gay emergente Armie Hammer... Un giovane attore che, tra l'altro, ha dichiarato di essere stato felicissimo di intepretare il ruolo dell'amante gay di Leonardo Di Caprio nel suo ultimo film... E il tutto mentre è in arrivo un'altro film ispirato a Biancaneve, in cui la protagonista Kristen Stewart promette di avere inediti risvolti lesbo friendly, visto che si presenterà con un'armatura da fare invidia a Giovanna D'Arco... In questo mondo, così diverso dal nostro, una web comedy che si chiama THE VARIANTS, e che è incentrata su una fumetteria gay friendly gestita da personale gay, ha concluso le prime due stagioni e in vista della terza ha promosso una raccolta fondi... Riuscendo a raggiungere meno di due settimane ben 3000$ degli 8000$ che si propone di mettere insieme nei prossimi due mesi...
Ah! Dimenticavo! Se la web serie vi piace e volete sostenerla anche voi vi basta CLICCARE QUI.
In questo mondo è anche possibile che gli strip maschili non debbano soccombere ad un clima machista e omofobo, ma si possano trasformare in grandi musical di beneficenza, e che - come nel caso dei BROADWAY BARES di New York - inizino fin d'ora a vendere i biglietti per lo spettacolo che si terrà il 17 giugno, e che avrà come tema il mondo delle favole...
In questo mondo può anche succedere che gli omofobi e le associazioni conservatrici si scatenino su internet contro la casa di produzione Electronic Arts, rea di aver inserito personaggi, tematiche e opzioni omosessuali in videogames cult come MASS EFFECT III e STAR WARS: THE OLD REPUBLIC (ne ho parlato anche qui)... E per tutta risposta ricevano da Electronic Arts una risposta del tipo:

"Nessuno ci ha chiesto di includere personaggi lgbt nei giochi. Ci siamo confrontati in diversi forum online per discutere del bullismo e continueremo a lasciare nei nostri giochi la possibilità di avere una storia tra personaggi dello stesso sesso. Non tolleriamo l’odio nei nostri forum..."
Questo mondo può esistere? La risposta, per quanto possa sembrare invoerosimile per chi vive in Italia, è affermativa... Quindi le alternative alla nostra situazione esistono, e forse bisognerebbe iniziare a pensare che vivere in maniera rassegnata una situazione opprimente e soffocante non è il modo migliore per favorire un cambiamento positivo... E che forse per riuscire a cambiare le cose fuori bisogna prima di tutto cambiarle dentro...
Alla prossima.

Nessun commento: