SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

mercoledì 22 novembre 2017

SUPER COMMISTIONI GAY

Ciao a tutti, come va?

Come forse saprete uno dei titoli di maggior richiamo di questa stagione cinematografica, perlomeno per gli appassionati di immaginario pop, è rappresentato dal tanto atteso film della JUSTICE LEAGUE. E come sempre più spesso accade, in considerazione del fatto che ormai i risvolti erotici di un certo tipo di immaginario sono stati abbondantemente sdoganati, non hanno tardato a manifestarsi anche le relative parodie XXX. Come da prassi il primo a farsi avanti è stato il regista Axel Braun, che ormai è diventato il Re di questo settore (in ambito etero), che il 25 ottobre ha iniziato a distribuire la sua personalissima versione del progetto, con tanto di poster e contenuti speciali (tra cui il film in versione no sex).

Anche in questo caso, come da prassi nei film di Axel Braun, la cura per i dettagli, per i costumi, per l'intepretazione (nei limiti del possibile) e la post produzione è a prova di nerd. Tant'è che - anche in questo caso - sono state presentate le versioni live di alcuni supereroi DC che nell'universo cinematografico ufficiale non si sono ancora visti. In particolare penso che per questo blog sia interessante segnalare la presenza di Batwoman. Può sembrare una cosa da poco, ma l'idea di inserire proprio una supereroina lesbica - piuttosto che una supereroina qualsiasi - per rendere più credibili le scene di un certo tipo denota anche un certo rispetto sia per gli appassionati e sia per l'orientamento del personaggio in quanto tale. E considerando che parliamo pur sempre di pornografia eterosessuale non è proprio una cosa da nulla. Tantopiù che questa è in assoluto la prima versione live del personaggio... Ed effettivamente è curata nei minimi dettagli.

Tra l'altro, anche se non l'avrei mai detto, Axel Braun in realtà si chiama Alessandro Re (ed è il figlio d'arte di uno dei pionieri dell'hard italiano degli anni Settanta, che si firmava Lasse Braun), ed è nato a Milano nel 1961. Ora vive con la moglie a Beverly Hills e grazie alla professionalità delle sue parodie (CLICCATE QUI per il suo sito ufficiale) è uno dei pochi registi specializzati in pornografia che ancora possono dire di stare a galla in maniera più che dignitosa... Tutte cose che, sicuramente, se fosse rimasto in Italia se le sarebbe sognate. Anche solo per il fatto che le anime nerd, dalle nostre parti, non hanno vita facile a prescindere... Figuriamoci poi in determinati ambiti.

E oltretutto Axel Braun (che ha anche una bella presenza) è uno dei pochi registi di porno etero che per motivi "educativi" dal 2014 ha deciso di promuovere ancora l'utilizzo del preservativo facendolo indossare ai protagonisti dei suoi video. Quindi tanto di cappello.

Purtroppo, però, c'è da dire che quando c'è di mezzo Axel Braun le altre parodie tendono sempre un po' a sfigurare... E infatti anche questa volta la relativa parodia XXX gay della JUSTICE LEAGUE - realizzata a Barcellona da Alter Sin per il sito MEN.COM - mostra tutti i suoi limiti, a partire dai dettagli dei costumi. Ed è un peccato, perchè in effetti in questo progetto sono stati coinvolti vari nomi di richiamo... E l'idea di chiamare la drag queen Manila Luzon per interpretare Wonder Woman è stata alquanto geniale.

Il problema, forse, è che le parodie di MEN.COM, vuoi per una questione di budget ,vuoi per una questione di impostanzione, più che alla verosimiglianza tendono al grottesco e al demenziale... E spesso si ha la sensazione che siano stati realizzati improvvisando, da persone che non prendono l'argomento troppo sul serio e senza una reale conoscenza del materiale a cui si ispirano. Anche se poi è innegabile che il risultato finale è comunque il migliore nell'ambito delle parodie XXX gay che si vedono in giro, in particolare per quel che riguarda i supereroi... Anche se poi davvero non si capisce da dove arrivano i costumi di Aquaman e Green Lantern indossati da Francois Sagat e Colby Keller...


Comunque direi che è interessante verificare che, strada facendo, il mondo delle porno parodie a base di supereroi (sia etero che gay) sta iniziando a considerare l'aspetto omosessualità in senso lato e con più attenzione, anche perchè questo è quello che avviene nei fumetti ufficiali, e sarebbe molto stupido non tenerne conto. Così se da una parte Axel Braun per le scene lesbiche della sua JUSTICE LEAGUE tiene in debito conto le supereroine che sono lesbiche per davvero, nella versione  di Alter Sin si parla anche di cose come coming out, outing e via discorrendo... In particolare per quel che riguarda Green Lantern, che fin dagli anni Sessanta era considerato un'icona gay... E un veicolo di messaggi cripto gay (ne ho parlato tempo fa QUI)... Senza contare che una versione alternativa del personaggio - quella della Earth-2 dell'universo New52 - era ufficialmente omosessuale... E forse è proprio a questa versione che - con molte licenze - si è ispirato Alter Sin per la sua Green Lantern (facendo un po' di confusione)...

Ad ogni modo potete fare un confronto fra i due trailer qui sotto, ed eventualmente trarre le vostre considerazioni...
Quel che è certo è che, se negli ultimi anni non ci fosse stata una maggiore attenzione da parte del mondo del fumetto americano nei confronti di certi temi e certi personaggi, molto difficilmente la pornografia etero li avrebbe considerati, e probabilmente quella gay avrebbe continuato ad ignorare un certo tipo di soggetto...

O il fatto che il pubblico dei supereroi era davvero sovrapponibile a quello omosessuale (con tutte le relative esigenze in fatto di fantasie erotiche). Quindi è abbastanza evidente che la situazione, da questo punto di vista, è ancora in evoluzione....

Alla prossima.

Nessun commento: