SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

martedì 19 giugno 2018

APPUNTAMENTO INTERESSANTE!

Ciao a tutti, come va?

Di solito mi lamento del fatto che in Italia si organizzano poche iniziative che mettono al centro dell'attenzione il mondo del fumetto LGBT, ma siccome è statisticamente impossibile che le cose vadano sempre così, nel post di oggi vado a segnalare un evento che mette al centro proprio il fumetto LGBT italiano e i suoi autori... Tra l'altro nella cornice del prestigioso FESTIVAL MIX (che è il Festival del cinema LGBTQ di Milano, e il suo sito lo trovate CLICCANDO QUI), e infatti il tutto si terrà proprio nel Piccolo Teatro Strehler, in Largo Greppi 1, e più precisamente nella sua  "Scatola Magica" (una sala un po' appartata, in cui di solito trovano spazio le iniziative più particolari).

A curare l'evento - dal titolo LOVE IS LOVE - ci sta pensando Massimo Basili, che ultimamente aveva organizzato anche le presentazioni di fumetti a tema presso la Libreria Antigone di Milano. In realtà l'evento era stato progettato per un'iniziativa di tipo diverso,  ma siccome ci sono stati degli imprevisti e bisogna fare di necessità virtù, alla fine si è trasformata in una piccola tavola rotonda, a cui parteciperanno Giulia Argnani, Jacopo Camagni, Giopota, Samuel Spano e Ariel Vittori... E, salvo imprevisti, ad animare il dibattito ci sarò anche io (^__^).

E ovviamente ci saranno le più recenti pubblicazioni degli autori presenti, che ovviamente saranno felici di autografarle.

Di cosa si parlerà?

In realtà il tempo non è tantissimo, le persone presenti non sono poche e le cose da dire sarebbero un'infinità, ma a quanto pare l'idea di Massimo Basili è quella di provare a fare il punto della situazione partendo dall'esperienza personale di chi ci sarà... Che è anche un ottimo modo per trovare sempre nuovi spunti di cui parlare. Dopodichè, in base a quello, si cercherà di animare un dibattito attorno ad un inquietante interrogativo: "A cosa servono, al giorno d'oggi, i fumetti LGBTQ?".  Sempre che servano ancora a qualcosa e non siano un semplice esercizio di stile, ovviamente.

Siccome non voglio rovinare la sorpresa a quelli di voi che si presenteranno al Piccolo Teatro di Milano, venerdì 22 GIUGNO alle ore 17.00, mi riservo di dire quello che penso al riguardo in quell'occasione... Anche se, dopo avere letto costantemente quello che scrivo da queste parti, forse un'idea al riguardo potete farvela già da soli...

In questa sede mi limito a fare qualche considerazione generale sul fatto che, alla fine, Massimo Basili ha messo insieme diversi autori, provenienti da varie zone d'Italia, nel giro di poche settimane, e si sta occupando anche della gestione e della promozione dell'evento. Al netto dell'appoggio della Libreria Antigone e dell'occasione rappresentata dal FESTIVAL MIX, penso che sia abbastanza evidente che per organizzare un evento di questo tipo non servono risorse gigantesche e un dispiego fi forze imponente... Però, a quanto mi risulta, era da anni che non avveniva.

Credo che l'ultima volta che è stato organizzato qualcosa di simile sia stato in occasione del Festival Bilbolbul di Bologna nel marzo del 2012 (CLICCATE QUI), e credo anche che realizzare un incontro di questo tipo una volta ogni sei anni sia abbastanza imbarazzante... E oltretutto dimostra che se gli eventi di questo tipo non vengono organizzati più spesso è soprattutto per una mancanza di volontà, e non certo perchè richiedono un impegno e un dispendio di risorse superiore alla media. E questo discorso vale soprattutto nel caso delle manifestazioni fumettistiche propriamente dette. Anche se in effetti il meccanismo che porta all'assenza di questo tipo di eventi è - in parte - abbastanza ovvio...

Nel senso che se le manifestazioni fumettistiche italiane sono organizzate anche e soprattutto come delle fier ecampionarie dove ognuno promuove le proprie produzioni, probabilmente per gli editori presenti sarebbe inconcepibile farsi promotori di eventi trasversali che promuovono anche la concorrenza. E d'altra parte, alla luce del fatto che gli organizzatori delle manifestazioni fumettistiche italiane EVIDENTEMENTE si sentono ancora a disagio (per dirla con un eufemismo) a promuovere certi argomenti (anche solo per una questione di reputazione e per il fatto che sono manifestazioni "per tutti"), l'unica soluzione sarebbe affidarsi alle capacità organizzative di un terzo soggetto, sopra le parti. Un soggetto che faccia quello che ha fatto Massimo Basili in questa occasione, per intenderci... E che al momento, purtroppo, non esiste.

E così in Italia ci ritroviamo ad avere la prima tavola rotonda sul fumetto LGBTQ a distanza di sei anni dalla precedente, e grazie al FESTIVAL MIX e non certo al CARTOOMICS di Milano, per intenderci. E anche su questo varrebbe la pena di rifletterci un po'. Anche perchè gli anni passano e, incredibilmente, la situazione non sembra essere cambiata di una virgola.

Ad ogni modo se volete fare un salto al Piccolo Teatro per sentire cos'avranno da dire gli ospiti presenti, e cosa avrò da dire io (sperando di avere un po' di tempo per farlo come si deve), l'ingresso è GRATUITO :-) E anche questo non fa male.

Quindi segnatevi Venerdì 22 Giugno alle ore 17.00 presso il Piccolo Teatro Strehler, in Largo Greppi 1 a Milano. E una volta dentro cercate la Scatola Magica :-) Mi ci dovreste trovare dentro.

A prestissimo.

Ti piace questo BLOG e vuoi manifestare il tuo apprezzamento? Vuoi sostenerlo? Vorresti offrirmi un caffè ogni tanto? Se ti va puoi cliccare sul tasto che vedi qui sotto e seguendo le indicazioni puoi fare una microdonazione :-)

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

3 commenti:

H P L ha detto...

Ciao :)

Interessanti Nomen Omen e Little Waiting, Nine Stones già ce lo ho. Purtroppo non potrò esserci, all'incontro, ma i titoli me li segno.

Grazie!

Fumetti di Carta (Orlando Furioso) ha detto...

Mi dispiace moltissimo non poter venire all'incontro.
Spero tantissimo che sarà possibile in seguito disporre di un "riassunto" (video, un tuo articolo ecc.) perché l'evento è davvero interessante!
Inboccallupo e a presto!

Fa.Gian. ha detto...

Io all'ultimo minuto ho deciso di esserci e mi sono fatto 3 ore di macchina appositamente.
E lasciatemi dire che ne è valsa la pena.

Bravi tutti, c'è bisogno di eventi del genere più spesso, in serenità e allegria.

Grazie di esistere a Wally, Massimo e ai disegnatori ospiti, affabili e divertiti.