SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

sabato 28 luglio 2018

AZIONI E REAZIONI

Ciao a tutti, come va?

Sembra proprio che negli USA, in questo periodo, gli eventi che rientrano nel campo di interesse di questo blog si susseguano con una certa velocità... Anche perchè la situazione è in perenne ridefinizione, e sicuramente quello che è successo durante la San Diego ComiCon di quest'anno ha offerto degli spunti di riflessione supplementari. Degli spunti che, a ben guardare, potrebbero avere anche più livelli di lettura.

É un po' il caso del look sfoggiato da Ezra Miller (il Flash dell'universo cinematografico DC Comics e il Credence Barebone nella saga prequel di Harry Potter, quella degli Animali Fantastici). L'attore, che si definisce queer, si è presentato impersonando una versione sexy e crossplay del funghetto di Super Mario... Importunando bonariamente parecchi colleghi...




Con buona pace della Warner Bros, che generalmente - per ragioni prettamente commerciali e di distribuzione internazionale - nei suoi film legati all'immaginario pop non ne vuole proprio sapere di trattare esplicitamente temi di un certo tipo...

E considerando che SICURAMENTE Ezra Miller non ha chiesto il permesso a quelli della Warner Bros per fare un'uscita di questo genere (anche perchè col cavolo che gli avrebbero consentito di presentarsi sul palco in sottoveste e autoreggenti per promuovere i loro film), il suo gesto - fra le righe - potrebbe anche essere letto come qualcosa di più che una semplice trovata fine a se stessa. Se non addirittura come un atto di ribellione.

Sicuramente, a questo punto, l'altro attore che deteneva il primato delle performances queer alla San Diego ComiCon, e cioè John Barrowman, si è visto rubare un po' la scena... Nonostante ormai da anni abbia un palco tutto per lui... E nonostante quest'anno si sia presentato (sui tacchi come al solito) sfoggiando un look da "Captina Americana" (parole sue)...



E anche in questo caso la scelta di presentarsi in questo modo, in questo particolare momento storico, sembra tutto fuorchè un caso o una buffonata fine a se stessa... Anche perchè durante la sua conferenza ha comunque cercato di lanciare dei messaggi molto precisi, anche se sono stati mediati dalla sua ironia.

Comunque c'è da dire che essendo un attore prettamente televisivo, e legato a serial in cui la componente palesemente LGBT si è fatta sempre più largo, in un certo senso correva meno rischi di Ezra Miller e sicuramente giocava in casa.

Tantopiù che i produttori dell'Arrowerse televisivo (in cui lui interpreta un personaggio ricorrente, Malcolm Merlyn, ormai da anni), hanno presentato ufficialmente l'attrice trangender che entrerà nel cast della quarta stagione di Supergirl, interpretando un ruolo transgender ed entrando così nella storia dei serial TV: Nicole Maines...

Inoltre, proprio a cavallo della San Diego ComiCon, è stato annunciato ufficialmente che il personaggio del demonologo John Constantine (dopo essere migrato nell'Arroverse grazie alla serie Legends of Tomorrow) inizierà ad esplorare in maniera più esplicita i suoi risvolti bisessuali... E verrà inserita nel suo background ufficiale anche una relazione con un uomo, avvenuta fra la fine della sua sfortunata serie personale sulla NBC e il suo ingresso nell'Arrowerse del canale CW.

Lo stesso Arrowerse in cui - teoricamente - sono ambientate le avventure animate del supereroe gay dichiarato Ray, che il 18 luglio ha visto debuttare la sua seconda stagione. Ho detto "in teoria" perchè purtroppo ci sono stati dei problemi di coordinamento fra chi ha seguito la serie animata e chi ha realizzato il crossover dell'Arrowerse in cui il personaggio ha debuttato, e quindi adesso in questo progetto ci sono una serie di incongruenze narrative che potevano essere evitate. Di buono c'è che, in un modo o nell'altro, la prima serie animata dedicata ad un supereroe gay dichiarato (doppiato dall'attore gay dichiarato Russell Tovey, che lo ha interpretato nei serial TV) sta andando avanti...

Anche se, tanto per cambiare, non mi pare che sia stata doppiata in italiano (a differenza delle miniserie animata di Vixen)... Così come non mi pare che abbia avuto una versione italiana la miniserie animata di Constantine... Cosa questo possa significare lo lascio decidere a voi. Sicuramente è interessante notare che in tutto questo fermento la DC COMICS ha una politica sempre più prudente riguardo alla rappresentazione dei propri personaggi che - in teoria - potrebbero rientrare nella categoria LGBT...

Infatti, qualche mese fa, ha fatto sparire dalla circolazione Ray, che pure era stato inserito poco prima nel cast della Justice League, mentre ha sospeso le serie dedicate a Supergirl e Constantine. Da notare che, nel finale dell'ultimo numero della serie di Constantine, il protagonista è stato raffigurato mentre appaga la sua bisessualità con la supereroina Huntress (anch'essa già vista nell'Arrowerse)...

Non che ci sia niente di male, però contestualizzando il tutto viene il dubbio che dietro ci sia una strategia abbastanza precisa. Soprattutto se si considera che la DC Comics sta mettendo da parte tanti personaggi LGBT o LGBT friendly in maniera inversamente proporzionale alla loro presenza in TV e alla loro crescente popolarità. Il che, effettivamente, andrebbe contro ogni logica commerciale...

Quindi si presuppone che la logica a monte sia un'altra.

E d'altra parte un clima relativamente confuso si respira anche dalle parti della MARVEL COMICS, visto che - sorpresa - è stato annunciato che la nuova serie dedicata ad Iceman/Uomo Ghiaccio sarà in realtà una miniserie di cinque numeri. Si tratta di un test o di una scelta meditata per dare un colpo al cerchio e uno alla botte? E come dovrebbe essere interpretata la sempre apprezzabile scollatura di Emma Frost sulla copertina del numero annunciato per ottobre? Chissà...


E in tutto questo scenario qualcosa mi dice che il nulla osta della Commissione di Giustizia americana all'acquisizione della FOX da parte della Disney, con il conseguente reinserimento dei personaggi MARVEL gestiti dalla FOX nell'universo cinematografico ufficiale prodotto dai MARVEL STUDIOS, porterà ad un ulteriore ritocco della politica della casa editrice nei confronti dei temi LGBT...

Probabilmente, nel prossimo futuro, per vedere segnali di apertura e prese di posizione nette da parte del mondo del fumetto americano bisognerà rivolgere sempre più spesso lo sguardo ai piccoli editori, che non devono rispondere delle loro strategie alle major dell'intrattenimento.

E forse non è un caso se, alla San Diego ComiCon, il Premio Eisner 2018 per la migliore edizione americana di un fumetto asiatico è andata alla versione inglese de IL MARITO DI MIO FRATELLO di Gengoroh Tagame (pubblicata dalla Pantheon Books)...

O se la casa editrice DYNAMITE ha annunciato la riproposta di un personaggio cult degli anni Ottanta, Rainbow Brite (meglio nota in Italia come Iridella), in una versione politicamente impegnata... Perchè "ora più che mai il mondo ha bisogno di una giovane eroina arcobaleno, mentre in tanti vogliono dividere il mondo in bianco e nero", hanno detto gli autori Brittney Williams e Jeremy Whitley...

Il che, considerando che Iridella è la custode dei colori e vive nel paese dell'arcobaleno, porterebbe a tutta una serie di supposizioni interessanti... Senza contare che Brittney Williams è famosa perchè sta portando avanti le avventure della giovane investigatrice lesbica Goldie Vance (pubblicata da BOOM! Studio), mentre Jeremy Whitley ha all'attivo il fantasy Princeless Raven, avente come protagonista una principessa pirata queer (pubblicata da Action Lab)...  E se non sapete di cosa sto parlando non preoccupatevi: in Italia entrambi questi personaggi sono inediti (strano, vero?).


Comunque, visto che presto Hollywood dovrebbe produrre un film su Goldie Vance, qualcosa potrebbe cambiare anche da noi... Nel frattempo direi che questa  nuova versione di Iridella a fumetti potrebbe riservarci molte sorprese interessanti... E in quel caso SICURAMENTE ne riparlerò su questo blog.

Alla prossima.

Ti piace questo BLOG e vuoi manifestare il tuo apprezzamento? Vuoi sostenerlo? Vorresti offrirmi un caffè ogni tanto? Se ti va puoi cliccare sul tasto che vedi qui sotto e seguendo le indicazioni puoi fare una microdonazione :-)

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

Nessun commento: