SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

venerdì 2 novembre 2018

NEL FRATTEMPO...

Ciao a tutti, come va?
Siccome Lucca Comics & Games è in pieno svolgimento suppongo che vi aspetterete un post incentrato sulla manifestazione fumettistica più importante d'Italia, di cui comunque parlo regolarmente anche durante il resto dell'anno...

E invece no!

In primo luogo perchè dovrei recarmi in loco durante il fine settimana, e quindi potrò rendermi conto di persona di cosa riserva questa prima edizione sotto la nuova gestione (per poi deliziarvi, salvo imprevisti, con il mio report annuale), e in secondo luogo perchè - fino a prova contraria - questo non è un blog come tutti gli altri, e mi piace dare spazio a quello che gli altri blog italiani non riportano...

Ad esempio oggi vorrei segnalarvi che proprio a cavallo  questa edizione di Lucca Comics & Games, e più precisamente sabato 3 novembre, presso la sede della quarta Municipalità di Parigi, si terrà il quinto Salon BD et Images LGBT: una piccola e agguerritissima manifestazione che - a quanto pare - sta acquistando maggior autonomia e visibilità anno dopo anno... Anche perchè, pur non avendo sponsor importanti, riesce comunque a garantire l'ingresso libero a quanti volessero conoscere meglio il mondo del fumetto e dell'illustrazione a tematica LGBT. Al momento questo Salon può contare giusto su una ventina di espositori, ma il fatto che sia riuscito ad arrivare alla quinta edizione - contando solo sulle proprie forze (e su quelle delle associazioni LGBT e della libreria LGBT che lo sostiene) direi che è abbastanza indicativo.

Quest'anno gli autori chiamati a fare dediche e autografi sono, tanto per cambiare, del tutto inediti in Italia. Infatti si tratta di David Gilson, il creatore di Bichon (il primo fumetto avente come protagonista un bimbo che prende coscienza molto presto del fatto che NON si rispecchia negli stereotipi di genere e negli interessi dei tipici eterosessuali in boccio), e Nawak - nome d'arte dell'attivista gay Pierre Marchetti - autore del fumetto autobiografico Siri, dedicato alla vita domestica del suo gatto...Di David Glison e Bichon ho già parlato diverse volte in passato, se invece volete maggiori informazioni su Nawak potete CLICCARE QUI.



E, come ben saprete se seguite questo blog, il fatto che questi due autori non abbiano mai avuto modo di essere tradotti in italiano non è esattamente un caso isolato, men che meno se si allarga lo sguardo anche al di fuori della Francia. Ad esempio il serial Kyle's Bed & Breakfast di Greg Fox (CLICCATE QUI),  ha festeggiato i suoi primi vent'anni (e i suoi primi 500 episodi) lo scorso mese, e al momento resta ancora del tutto inedito nella nostra lingua...

Leggerissimamente meglio è andata alla serie Janes's World di Paige Braddock, che quest'anno ha festeggiato a sua volta il suo primo ventennale... Concludendo - momentaneamente - le avventure della protagonista con un un classico finale ai fiori d'arancio... Nel senso che, finalmente, la simpatica Jane è convolata a nozze con l'amata Dorothy.

Ho detto che a questa simpatica serie dai risvolti umoristici le cose sono andate meglio perchè, ormai più di dieci anni fa, alcune tavole vennero pubblicate sullo storico speciale HAPPY BOYS & GIRLS che avevo curato per la defunta Coniglio Editore. Da allora, però, a nessuno è più venuto in mente di dare spazio a questo personaggio e alla sua autrice... Che comunque, per sua fortuna, non è nata in Italia e così ha avuto modo di fare carriera nell'ambito del fumetto in senso lato: infatti adesso Paige Braddock è diventata il direttore creativo della Shultz Creative Associates, ovvero la compagnia che amministra Snoopy e i Peanuts...

Vediamo... Di quello che dalla Francia non arriva in Italia ho parlato... Di quello che dagli USA non arriva in Italia ho parlato... E adesso mancherebbe giusto un esempio di quello che dal Giappone non arriva in Italia... Solo che, parlando di Giappone, limitandomi ai fumetti sarei riduttivo. Così oggi vi segnalo i set da bagno che la la famosissima catena di fumetterie Mandarake ha dedicato a due notissimi autori di bara manga: Mentaiko Itto e Takeshi Matsu... Ciascun set è comprensivo di salvietta stampata (che si potrebbe appendere in casa come un'opera d'arte), due bottigliette per sapone liquido/shampoo e sali da bagno...


Un'idea sicuramente carina, che però dimostra anche quanto i bara manga stiano iniziando ad emergere del giro "discreto" delle librerie gay e dei locali gay nipponici.

Morale della favola: mentre tutti parlano di Lucca Comics & Games direi che c'è ancora un'ampia fetta di mondo che, al momento, continua ad essere bellamente ignorata da chi si occupa di fumetti e dintorni, perlomeno dalle nostre parti... Forse dipende ancora dal fatto che, nel 2018, ci sono ancora delle resistenze nei confronti delle tematiche LGBT?

Chissà... 

Sicuramente l'argomento non si esaurisce qui.

Alla prossima.

Nessun commento: