SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

giovedì 1 settembre 2011

NEWS

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
Una volta tanto inauguro un post con delle buone notizie che arrivano dall'Italia.
La prima è che, a quanto pare, la DC COMICS non interromperà le sue pubblicazioni in italiano, visto che il suo nuovo licenziatario per l'Italia - a partire dal 2012 - sarà la RW Edizioni, che proprio per la DC Comics creerà la sottoetichetta LION.
La buona notizia è che, se tutto va bene, anche in Italia vedranno la luce la nuova serie della Batwoman lesbica, la nuova serie con Apollo e Midnigther e tutto il corollario di supereroi LGBT dell'editore americano. Senza contare i fumetti a tema LGBT che la DC pubblica sotto l'etichetta Vertigo. La notizia un po' meno buona è che il nuovo editore potrebbe non avere i mezzi economici della Planeta DeAgostini, e quindi potrebbe avere qualche difficoltà a coprire il difficile mercato delle edicole. C'è anche da dire che il suddetto mercato non era mai stato gestito benissimo dalla Planeta DeAgostini, quindi non è detto che si noterà molto l'eventuale mancanza di certi titoli in edicola. Sia come sia speriamo in bene, e speriamo che un editore che opera direttamente dall'Italia sappia valorizzare come si deve il pregevole materiale della DC COMICS. A riprova del fatto che un editore italiano, quando è competente e motivato, sa fare il suo lavoro, sono felice di segnalarvi che alla RENBOOKS sembrano proprio decisi a fare sul serio. Infatti ad ottobre faranno uscire un nuovo titolo BARA MANGA, e si tratterà nientemeno che di un titolo di Gengoroh Tagame! Infatti vedrà la luce in italiano il ben noto VIRTUS, storia di passioni e sottomissioni ai tempi dei gladiatori...
Nella presentazione leggo che i nomi dei due protagonisti resteranno Gaius e Crescens, scelta legittima per carità, anche se personalmente avrei optato per un bel Gaio e Crescenzio. Avrebbe avuto un impatto diverso. In ogni caso la storia è talmente coinvolgente e ben realizzata che certi dettagli non influiscono. Oltretutto credo che sia anche una delle storie del maestro Tagame in cui si dà più spazio ai risvolti psicologici ed introspettivi, a riprova del fatto che un maestro dell'omoerotismo è tale quando dimostra di saper puntare anche su qualcosa che non sia il sesso nudo e crudo. Il titolo è già molto conosciuto dagli appassionati, che sicuramente - anche se in tanti hanno già acquistato l'edizione francese - non si lasceranno scappare l'occasione di avere VIRTUS in italiano. Complimenti alla RENBOOKS, quindi. Piccola considerazione a margine: anche questo dimostra che quando un editore si sente coinvolto a titolo personale diventa molto più determinato e produttivo. Negli ultimi anni anni abbiamo avuto diversi esempi di editori che, più per sfizio che per altro, hanno provato a pubblicare fumetti a tematica LGBT senza però dare loro un seguito e senza avere un vero e proprio piano editoriale in questo senso. La RENBOOKS, invece, ha un approccio del tutto diverso e sarà davvero interessante vedere vedere cosa succederà. Se nel frattempo avete avuto problemi a trovare BACIANDO IL CIELO potete prenotarlo tramite il link qui sotto (in questo modo risparmierete qualche euro e sosterrete anche questo BLOG).

Cambiando decisamente argomento, volevo ricordarvi che - come vi avevo annunciato diverso tempo fa - a settembre si terranno due Convention molto ghiotte per gli appassionati dei cartoni animati degli anni '80, e in particolare per gli appassionati dei cartoni animati che sono diventati dei cult per la comunità gay. Mi riferisco alla JemCon che si tiene in Olanda e alla PowerCon/ThunderCon che avrà luogo negli USA (entrambe nell'ultimo week end del mese). Per una serie di curiose coincidenze chi parteciperà a queste manifestazioni quest'anno, ma anche chi è appassionato di queste serie animate e non potrà partecipare, avrà qualche motivo in più per festeggiare. Intanto ad ottobre dovrebbe uscire - per la prima volta - il cofanetto con tutta la serie di Jem (ben 11 DVD) in lingua inglese.
Finora la serie completa in lingua originale non era mai stata disponibile (anche se lo era in francese), e adesso che i diritti del materiale originale sono tornati disponibili si potrebbe anche tornare a sperare in un'edizione italiana dignitosa di questa serie cult per il mondo gay (persino in Italia, dove la sigla italiana viene proposta ancora nelle discoteche gay e nei cortei del Gay Pride). Per quel che riguarda le serie animate di He-Man, She-Ra e dei Thundercats, le buone notizie sono davvero tante. La prima, forse, è che la Mattel è riuscita ad ottenere i diritti per realizzare - nella sua nuova linea di action figures per collezionisti - anche tutti i personaggi comparsi nelle serie animate della FILMATION che negli anni '80 non avevano avuto una versione giocattolo. A partire dall'attesissima Tessitrice d'Ombre...
Un altro motivo per cui gioire (sempre che uno abbia tanti soldi da spendere a tanto spazio in casa) è il fatto che anche i Thundecats stanno tornando ad avere una propria linea di action figures, o meglio: ne stanno avendo due. Infatti alla fine di luglio ha debuttato la nuova serie animata (di cui ho parlato più volte anche qui), è inevitabilmente è arrivata la nuova serie di giocattoli con il nuovo Lion-O...
Tuttavia, siccome la linea per collezionisti di He-Man sta avendo uno straordinario successo, alla BANDAI hanno pensato bene di inaugurare anche una linea per collezionisti che ripropone Lion-O e gli altri Thundercats nella versione degli anni '80, che effettivamente sembra più curata. Qual'è la migliore?
Probabilmente è una questione di gusti (e di abitudine), però devo ammettere che a lume di naso i Thundercats con il look vintage fanno una figura migliore... Anche perchè in effetti hanno un certo nonsochè di gay friendly, che quelli nuovi non hanno...
Se non altro, grazie alla nuova serie di giocattoli, i feticisti dei Thundercats avranno la possibilità di impugnare la nuova Spada di Omen (o Spada della Veggenza, come venne tradotta in italiano) senza dover spendere un capitale nel mercato dell'usato per recuperare quella commercializzata negli anni '80.
Che altro aggiungere? A una persona della mia generazione non può che fare piacere il fatto che i miti della propria infanzia vengano riscoperti, tuttavia non sono sicuro che legare certi BRAND a una linea di giocattoli per bambini abbia ancora molto senso...
Oltretutto fra non molto tempo dovrebbe arrivare anche il film in 3D dei Thundercats... E probabilmente una terza linea di giocattoli Thundercats, con gli stessi personaggi in un'ulteriore versione. Magari sbaglio, ma dal punto di vista commerciale non mi sembra esattamente un colpo di genio, soprattutto in tempi di ristrettezze economiche. Sia come sia, per restare in tema di miti che non tramontano, fra la fine di agosto e l'inizio di settembre riprenderà la sua corsa anche la serie a fumetti di Buffy l'Ammazzavampiri (il sequel del noto serial TV, che ha sempre strizzato l'occhio alla comunità gay e lesbica), che verrà affiancata anche da una serie parallela che mette insieme due dei suoi più noti comprimari: la cacciatrice rinnegata Faith e il vampiro redento Angel.
Evidentemente negli USA sanno bene che quando di crea un pubblico affezionato non conviene mai lasciarlo del tutto orfano e i fumetti - a quanto pare - restano un canale privilegiato per questo genere di operazioni, che sembrano ottenere un discreto successo. Per fortuna, almeno negli USA, non si ragiona per compartimenti stagni. Certo il fine è prettamente commerciale, ma se guadagna qualcosa rendendo felici gli appassionati di questo o di quel personaggio e nel frattempo si offre a tanti creativi la possibilità di esprimersi al meglio che male c'è?
Ciao e alla prossima.

1 commento:

Luca ha detto...

meno male che hanno scelto Virtus, che è una delle poche storie di Tagame a lieto fine!

(oltre ad essere piuttosto "leggera" in materia di sesso estremo e dominazione, e magari attirerà un pubblico un po' più ampio del solito)