SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

giovedì 31 maggio 2012

NEWS

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
Prima di tutto oggi vi invito a donare due euro per i terremotati dell'Emilia Romagna. Qui da me ballava tutto, ma per fortuna non ci sono stati danni - a parte l'ansia e lo stress - però c'è chi sta peggio, quindi se non lo avete ancora fatto mandate un SMS al numero 45500 (vale solo per l'Italia).
Detto questo passo ad argomenti più pertinenti a questo BLOG, a partire dagli inevitabili aggiornamenti sui grandi eventi gay che il prossimo mese segneranno il mondo dei supereroi: il matrimonio di Northstar (di cui hanno iniziato a parlare persino gli organi di informazione italiani!) e il coming out che si verificherà alla DC Comics. Se questi argomenti vi interessano saprete già tutto, ma per completezza e per riguardo a chi si aggiorna solo attraverso questo BLOG non posso fare a meno di fare il punto della situazione.
Partiamo dalla MARVEL, che in occasione del matrimonio ha deciso di monetizzare al massimo l'evento, creando ben due copertine alternative a quella che vi ho già mostrato. Nella prima i due novelli sposi sono raffigurati in un atteggiamento decisamente più intimo e "matrimoniale" rispetto alla cover precedente, grazie ai pennelli del sempre notevole Marko Djurdjevic. 
Nella seconda la MARVEL raffigura tutti i matrimoni più importanti dei suoi supereroi in stile album fotografico, ma lascia lo spazio principale per chi volesse inserire la foto del proprio: davvero tanti complimenti a chi ha avuto questa simpatica idea! Magari sarà tutta una questione di marketing, ma sicuramente il messaggio che viene lanciato è davvero molto positivo e inclusivo!
Sia come sia, in occasione di questo evento, l'associazione conservatrice ONE MILION MOMS è tornata alla carica come già era avvenuto in occasione del matrimonio gay di Kevin Keller nei fumetti della Archie Comics (che però, vi ricordo, era avvenuto in una storia ambientata in un futuro ipotetico). 
Il loro comunicato stampa diceva più o meno così:

Riuscite a immaginarli dire “voglio un fidanzato o un marito come fanno gli X-Men?”. Questo è ridicolo! Perché gli uomini omosessuali adulti hanno bisogno di supereroi a fumetti come modelli di comportamento? Così non fanno nient’altro che indottrinare giovani menti plasmabili mettendo in buona luce questi personaggi omosessuali. Queste case editrici stanno pesantemente influenzando i nostri giovani, usando i supereroi per bambini per fare loro il lavaggio del cervello spingendoli a credere che la scelta di uno stile di vita omosessuale sia normale e desiderabile. Come Cristiani, noi sappiamo che l’omosessualità è un peccato (Romani 1:26-27).

Devo ammettere che questo appello mi ha fatto una certa tenerezza, nel senso che mette in luce tutti i limiti di persone che - evidentemente - non hanno mai avuto modo di uscire dai loro schemi e che non hanno mai messo in discussione ciò che gli veniva insegnato.... A proposito di lavaggio di cervello... Non lo dico con cattiveria, e nemmeno con risentimento, ma persone di questo tipo a me fanno una certa pena e mi dispiace davvero per loro. Anche se poi mi viene da pensare alle vite che sono riuscite a rovinare, soprattutto per quel che riguarda i loro figli, e la pena diventa qualcos'altro. Tuttavia questo comunicato è fantastico perchè, in poche parole, riassume anche  la filosofia del fumetto popolare italiano, che a quanto pare si fa molti problemi a mettere davvero in buona luce gay e lesbiche.
 Se vi interessa approfondire l'argomento vi ricordo che potete farlo scaricando GRATUITAMENTE il mini saggio che io e Massimo Basili abbiamo messo insieme di recente. Vi basta CLICCARE QUI. 
Comunque all'appello di ONE MILION MOMS hanno presto ribattuto vari personaggi molto in vista nel mondo del fumetto...
Lo sceneggiatore MARVEL Dan Slott, per esempio, ha scritto su Twitter che la polemica sollevata da One Milion Moms farà sollevare al massimo le vendite dei fumetti! Nel suo scherzare, lo sceneggiatore ha sottolineato che anche sulle pagine di Spider-Man (scritto da lui) da diverso tempo ci sono due comprimari gay come Max Modell, il capo di Peter Parker alla Horizon Labs (foto sotto), e il suo compagno Hector Baez . Come mai questi due non avevano dato fastidio a nessuno?

Che domande! Ovviamente perchè i personaggi secondari passano inosservati a chi non è abbastanza intelligente da capire quanto può essere bello seguire una serie a fumetti... E sicuramente se One Milion Moms si fa certi problemi non ha nemmeno l'intelligenza per seguire con attenzione una qualsiasi serie a fumetti. In ogni caso è scomodato addirittura Neil Gaiman (che vedete nella foto sotto e che è stato lo sceneggiatore cult di opere come SANDMAN, dove in effetti si parlava di omosessualità e transessualità fin dagli anni '80), il quale è convinto che le parole di Slott sono veritiere. Infatti dopo che l’associazione Concerned Mothers of America ha fatto di tutto per boicottarlo le vendite dei suoi fumetti sono migliorate incredibilmente!
Lo sceneggiatore Matt Fraction (nella foto sotto con la moglie e il loro primo bebè) ha preferito non mettere molta ironia nella sua dichiarazione, ma di sfidare duramente il gruppo di mamme scatenate. Sempre attraverso Twitter si è così espresso: “non preoccupatevi mamme di One Milion Moms, i fumetti amano i vostri centinaia di migliaia di figli gay anche se voi non lo fate”. Detto da un uomo etero (peraltro carino), sposato e padre di due figli, fa senz'altro piacere!
Insomma: sembra proprio che questo matrimonio non passerà inosservato... E ovviamente vi terrò informati al riguardo. E dopo questo lungo aggiornamento sul caso di Northstar passiamo alla DC Comics e al suo misterioso coming out di "un famoso supereroe che prima era etero". Anche in questo caso si è iniziato a parlare molto e a fare tante ipotesi. Da un lato si è animata una certa discussione riguardo all'opportunità di cambiare l'orientamento di un supereroe per quelli che - a tutti gli effetti - sembrano dei biechi fini commerciali e dall'altra alcune talpe avrebbero fatto il nome del personaggio in questione in anteprima. Sul primo punto c'è poco da aggiungere: ognuno può avere le sue idee al riguardo, però bisogna precisare che di recente l'universo DC Comics è stato rigenerato dalle basi con tutta una serie di stravolgimenti notevoli (ora, ad esempio, Wonder Woman risulta figlia di Zeus e Superman porta un costume senza mutandoni rossi), quindi la nuova versione di un personaggio "storico" in questa nuova realtà potrebbe risultare gay dalla nascita, e pertanto certe polemiche sembrano un po' fuori luogo... Dopotutto nessuno si è scandalizzato più di tanto per la nuova versione smutandata di Superman, giusto?
Per quel che riguarda il secondo punto, invece, si è fatto un nome che in effetti sta facendo serpeggiare una certa delusione. Infatti secondo le voci che circolano il misterioso supereroe gay della DC Comics potrebbe essere la nuova versione di Alan Scott, la primissima Lanterna Verde che aveva origini magiche e che vide la luce negli anni '40.
In effetti raccontare le traversie di questo personaggio richiederebbe un libro a parte, ma per dirla molto in breve le cose stanno così: fino al 1985 abitava su Terra-2, la realtà parallela in cui vivevano le versioni anni '40 degli eroi DC Comics, dove si era sposato e aveva avuto due super figli (Jade e Obsidian). Poi ci fu la prima grande crisi multidimensionale, che fuse le varie terre parallele portando Alan Scott ad essere un attempato supereroe che non si rassegnava ad andare in pensione, mentre suo figlio Obsidian col tempo accettò la propria omosessualità e fece coming out.

Successivamente ci furono varie crisi multi-spazio-tempo-dimensionali, che sono culminate in quella dello scorso anno, che in parte ha cancellato e riscritto la storia dell'universo DC Comics. Tutto chiaro, finora? In questo nuovo universo c'è una nuova realtà parallela chiamata Terra-2, che però non ha niente a che fare con la Terra-2 del passato, a parte il fatto che ospita i supereroi della Terra-2 originale in una versione molto ringiovanita e aggiornata: tra cui Alan Scott/Lanterna Verde...

Ora: se queste voci fossero confermate e Alan Scott fosse il nuovo super gay i motivi di scontento per il popolo dei gay fumettofili sarebbero fondamentalmente tre: il primo è che si è scelto un personaggio che ha un nome importante (Lanterna Verde), ma che di per sè non può essere considerato di primo piano, a discapito degli annunci. Il secondo è che questo personaggio è di fatto un supereroe di seconda categoria, che abita in una realtà parallela di seconda categoria e che molto difficilmente riuscirà ad avere molto spazio. Terzo, ma non ultimo, motivo di scontento: cancellando il suo passato eterosessuale e ringiovanendolo, non avrà alcun figlio gay di nome Obsidian. Qualcuno sostiene che sarebbe stato molto più interessante se Alan Scott non fosse ringiovanito e avesse scoperto di essere omosessuale avendo già un figlio omosessuale. Non so cosa ne pensate voi, ma trovo che sia favoloso vedere come gli appassionati gay di fumetti riescano a farsi tanti problemi per una cosa che non è ancora stata ufficializzata... Per quel che ne sappiamo, infatti, questa potrebbe essere tutta un'opera di depistaggio orchestrata per aumentare l'effetto sorpresa.
 Staremo a vedere... Quel che è certo è che la scelta della DC Comics non arriva proprio a caso. Infatti di recente ha commissionato un'indagine statistica per capire qual'è il suo pubblico di riferimento, scoprendo che il 70% dei suoi lettori ha più di 18 anni, e che il 48% ne ha più di 35! Come dire che - effettivamente - i minorenni non sono più il suo target di riferimento principale e quindi non ha più senso mettere certi filtri su temi e personaggi omosessuali per paura che i genitori non finanzino gli acquisti ai propri figli. Inoltre, piccolo dettaglio, alla DC si rendono conto che l'interesse del pubblico gay verso i fumetti è in crescita, e non serve un'indagine statistica per capirlo. Basti pensare che il mensile OUT ha appena pubblicato l'elenco dei 26 fumetti che andrebbero assolutamente letti nel mese del Gay Pride... E se volete conoscerla anche voi vi basta CLICCARE QUI. Da notare che la DC Comics ha acquistato degli spazi pubblicitari anche sul sito di OUT... E sicuramente anche questo non è accaduto per caso!
Insomma: questa storia degli eventi gay di MARVEL e DC Comics sta mettendo tanta carne al fuoco e ha finito per monopolizzare anche questo post, nonostante avessi molte altre cose da dire, ma a questo punto non voglio farvi stancare troppo e le rimando al prossimo post.
Ciao e a presto.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Complimenti, post interessante come al solito. Ti scrivo anche per ringraziarti dell'invito che rivolgi ai lettori per aiutare noi poveri terremotati.
Valeriano, sei pieno di fan anche nella bassa! :)

Stefano

Wally Rainbow ha detto...

Mi sembra davvero il minimo! In bocca al lupo.