SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

venerdì 23 novembre 2012

NUOVI YOUNG AVENGERS & Co.

Ciao a tutti e a tutte, come va?
Se siete appassionati di fumetti americani di supereroi dovreste sapere che si parla di uno scenario editoriale in perenne ebollizione, in cui non bisognerebbe mai dare nulla per scontato e dove da un momento all'altro possono avvenire operazioni di restyling perlomeno azzardate anche su serie storiche e apparentemente intoccabili. A maggior ragione questo può avvenire quando ci sono di mezzo delle serie di importanza marginale, che poi sono anche quelle dove è più facile sperimentare, anche dal punto di vista dei personaggi LGBT. Così il prossimo gennaio verrà data una nuova possibilità al gruppo degli YOUNG AVENGERS, quello in cui milita la coppia di superadolescenti gay formata da Wiccan e Hulkling...
Attenzione però: si tratterà di una formazione con diversi nuovi elementi (tra cui, pare, la versione giovanile e ravveduta del dio dell'inganno Loki, che a ben guardare ha avuto anche un passato "trans") e, soprattutto, non sarà più scritta dal nume tutelare della serie, lo sceneggiatore gay dichiarato Allan Heinberg. Al suo posto, però, ci sarà Kieron Gillen (foto sotto) un altro sceneggiatore gay dichiarato, che peraltro ha già affrontato questioni LGBT collaborando alla serie MARVEL Generation Hope.
Salvo imprevisti, quindi, la gestione di una sottotrama importante come la relazione fra Hulkling e Wiccan dovrebbe essere affidata a qualcuno che saprà trattare l'argomento, e questo la dice lunga sulla politica gay friendly che tiene banco alla MARVEL. E questo è evidente anche nell'ultimo numero di AVENGERS ACADEMY: infatti la serie si conclude col numero 39, e in attesa di ricomparire su qualche altra testata i protagonisti omosessuali della serie si congedano con un bacio gay e un bacio lesbico...
Se non altro il bacio fra Julie Power e Karolina Dean e quello fra Striker e il suo nuovo boyfriend Jonathan dovrebbe tranquillizzare tutti coloro che ancora avevano qualche dubbio sulla politica gay friendly della MARVEL. In casa DC Comics, invece, bisogna ammettere che ultimamente il clima non è esattamente incoraggiante, nonostante questo editore sia stato il primo ad aprirsi a questi temi in maniera ufficiale. Infatti, a parte la nuova Batwoman, le parentesi gay friendly sono davvero molto relative. La relazione fra la nuova versione di Apollo e Midnighter, ad esempio, sta procedento ad un ritmo davvero lentissimo e sembra di essere tornati indietro a quando le coppie gay potevano esprimersi solo con ammiccamenti e sottointesi (come si vede su Authority #13)...
Nel frattempo su Earth Two #6 la tanto sbandierata omosessualità della nuova versione di Alan Scott/Green Lantern non sembra risolversi in niente di più che in qualche coccola con il ricordo del suo ragazzo tragicamente scomparso nel numero due della serie...
E anche questa non sembra esattamente una scelta accattivante e gay friendly... Staremo a vedere se ci potremo ricredere strada facendo...
Magari con l'annunciato"YOUNG ROMANCE: A NEW 52 VALENTINE’S DAY SPECIAL" che arriverà a San Valentino: un'antologia dedicata proprio ai risvolti amorosi dei supereroi DC. Anche se nella copertina (che vedete sotto) campeggia la coppia formata da Superman e dalla nuova versione - super etero e super allupata - di Wonder Woman, ci sarà spazio anche per Apollo, Midnighter e Batwoman... Quindi attendiamo fiduciosi.
Intanto c'è un universo di editori medio piccoli che sta dando prova di farsi meno problemi. Dalle parti della Dark Horse (che rimane il terzo editore di comics degli USA) l'universo di Buffy l'Ammazzavampiri (o buffyverse, come lo chiamano gli appassionati) continua ad offrire materiale da segnalare. Non paghi di aver presentato proprio in questi mesi il primo ammazzavampiri gay della saga, hanno deciso di puntare di nuovo i riflettori su un personaggio omosessuale amatissimo come le strega Willow, che ora avrà una nuova miniserie a lei dedicata, in cui dovrà districarsi fra dimensioni alternative e mondi privi di magia...
Insomma: certi e temi e personaggi dimostrano che il processo di sdoganamento dell'omosessualità nel fumetto popolare americano non si arresta... Attendiamo di vedere se e quando in Italia arriveremo a questi livelli...
Alla prossima!

Nessun commento: