SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

venerdì 19 settembre 2014

THOR NON CAMBIA SESSO!

Ciao a tutti, come va?
Il post di oggi parte dalla parziale smentita di una voce che è girata in lungo e in largo nel web, e che probabilmente è nata da un malinteso creato ad arte dalla MARVEL per aumentare l'interesse intorno al nuovo Thor, che è di sesso incontrovertibilmente femminile...
Tutto nasceva dalla sibillina affermazione, da parte della MARVEL, che la nuova versione femminile di Thor sarebbe stata quella ufficiale, un'affermazione che effettivamente poteva essere letta in molti modi diversi. Se siete appassionati di fumetti, comunque, anche voi avrete letto i soliti affrettati commenti entusiastici di chi si esaltava all'idea che la MARVEL avrebbe fatto cambiare sesso a Thor e tutto il resto... A me sinceramente sembrava improbabile per due motivi: il primo è che molto recentemente il fratellastro di Thor, il dio Loki, aveva trascorso diverso tempo adottando sembianze femminili - rendendo un eventuale cambio di sesso di Thor poco originale - e il secondo è che, grazie ai film con Chris Hemsworth, il personaggio di Thor è diventato un sex symbol molto popolare, e fargli cambiare sesso sarebbe stata una scelta commercialmente insensata.
E infatti l'arrivo di questa nuova Thor femminile non farà sparire il precedente Thor, ma - a quanto pare - il passaggio di testimone coinciderà con una revisione del look dell'ex dio del tuono... Che guardacaso metterà in rilievo proprio il suo sex appeal, ispirandosi al guardaroba di Thor nel secondo film a lui dedicato...
Infatti le anteprime che hanno iniziato a trapelare su questo nuovo Thor, in versione sexy barbaro clochard, non lasciano molto spazio a dubbi...

Ancora non si sa per quale motivo Thor inizierà ad aggirarsi con le vesti stracciate, coi pettorali in vista e con i pantaloni tenuti su da un fragilissimo pezzo di spago (che sembra pronto a cedere da un momento all'altro)... E d'altra parte ancora non si sa per quale motivo sarà costretto a cedere il suo titolo (anche se in qualche modo ci sarà di mezzo l'elfo Malekit)... Quello che però si può intuire è che non sparirà dalla circolazione... E che, anzi, probabilmente inizierà a circolare un po' più scoperto... Il che, dal punto di vista commerciale, mi sembra molto più sensato.
La questione, però, diventa particolarmente interessante se si confronta questa nuova versione di Thor con alcune precedenti interpretazioni del personaggio, che in un modo o nell'altro hanno tentato di evidenziarne la svestita possenza. In realtà fin dagli inizi è capitato che, in funzione della sceneggiatura, questo personaggio si sia ritrovato più o meno spogliato delle sue divine vesti...
E negli anni '90, quando i comics americani facevano a gara a chi esaltava di più le curve femminili e i muscoli maschili, anche Thor cadde vittima di diverse revisioni del suo costume... Che probabilmente volevano assecondare i gusti del periodo (in cui il fitness estremo dettava legge, e che infatti ricordavano proprio delle tutine da fitness), ma che sicuramente hanno contribuito per lungo tempo a renderlo più ridicolo che sexy, anche in considerazione del fatto che in quel periodo la muscolatura maschile era davvero disegnata in maniera straripante e grottesca...

Per non parlare delle sue lunghissime e fluentissime chiome, che andavano tanto di moda in quel periodo fra gli stripper per signora e fra i modelli che posavano per le copertine dei romanzi rosa, ma che di fatto  non contribuivano granchè all'esaltazione del suo fascino virile...
In anni più recenti è anche capitato che si tentasse una via di mezzo più dignitosa, ma alla fine il risultato non cambiava, anche perchè era evidente che quando Thor veniva mostrato un po' meno vestito del solito non c'era l'intenzione di esaltare il suo sex appeal, ma la sua forza e la sua possenza...

Tuttavia la nuova versione di Thor (ex dio del tuono), che vedremo a partire da quest'autunno, sembra qualcosa di completamente diverso... E da quel poco che è trapelato finora sembra essere studiata proprio per sollecitare il pubblico con una serie di vedo/non vedo e con tutta una serie di sottotesti (vedi lo spago che regge i pantaloni) che sembrano studiati proprio per esaltare l'inconsapevole sex appeal del personaggio...
Inoltre, visto che da quando i film della MARVEL sono arrivati al cinema anche lo stile grafico dei suoi fumetti è diventato molto più realistico, è molto più facile che nel suo insieme la figura di Thor risulti più gradevole e - se vogliamo - attraente... Anche perchè, guarda caso, è la prima volta che a Thor viene assegnato un nude look in un momento di particolare debolezza... E questo, probabilmente, lo rende ancora più sexy... Anche perchè a quanto pare non farà mistero dei suoi sentimenti e della sua sofferenza, generando quell'effetto "cucciolo bisognoso d'affetto" che può risultare irresistibile...
Al momento non si sa proprio se debutterà anche una nuova serie dedicata all'ex dio del tuono, da affiancare a quella della dea del tuono in carica, ma a questo punto non lo escluderei... Anche perchè, ripeto, rivoluzionare in questo modo il look di Thor mi sembra una scelta studiata per avere un certo ritorno di immagine e per puntare su alcuni elementi che hanno fatto la fortuna dei film cinematografici di Thor, a partire proprio dal sex appeal di Chris Hemsworth in versione "shirtless"...
Il che, però, fa sorgere una domanda... Anche ammesso che la MARVEL voglia cogliere l'occasione per avvicinare il pubblico femminile alle sue storie (ma in passato ha utilizzato queste strategie, come nel caso dell'ultima serie di Gambit, e ha fallito miseramente...), resta il fatto che è ben consapevole che la maggior parte dei suoi lettori sono di sesso maschile... Perchè, allora, puntare su un Thor di questo tipo? Forse la MARVEL ha definitivamente preso coscienza del fatto che oggi il sex appeal maschile (e non più la semplice esibizione di muscoli) è apprezzato dai suoi lettori a prescindere dal loro orientamento sessuale...? In effetti negli ultimi anni si è assistito ad un fenomeno di valorizzazione del sex appeal maschile senza precedenti da parte dei comics americani... Che fino a qualche anno fa puntavano ESCLUSIVAMENTE su quello femminile.

Cosa può significare?

Forse è ancora presto per inquadrare il fenomeno, ma di certo è la prova che la percezione della bellezza maschile negli USA (e in buona parte del mondo occidentale) sta lentamente cambiando, e probabilmente sta cambiando anche a seguito del processo di normalizzazione e integrazione del mondo gay, con i suoi gusti in fatto di sex appeal e tutto il resto. E d'altra parte se siamo in un mondo che resta fondamentalmente maschilista, ma i gay non sono più un problema, è abbastanza evidente che nei comics non sarà più un problema rendere maggiormente attraenti, sensuali e provocanti anche i personaggi maschili...
Anche perchè il cinema da qualche anno gli sta già spianando la strada, e sarebbe da stupidi non prendere atto che il sex appeal maschile sta diventando un elemento essenziale nell'immaginario legato ai supereroi... Osando un po' di più di volta in volta...


Quel che si dice un circolo virtuoso...

E infatti in Italia, dove la situazione gay è ancora un po' (tanto) arretrata, i fumetti continuano a mettere al centro dell'attenzione solo il sex appeal femminile...

Contenti loro...

Alla prossima.

2 commenti:

Massimo Basili ha detto...

Molto interessante, come al solito.
Parti da elementi apparentemente futili come il look del nuovo Thor per arrivare a questioni serissime di semiotica e sociologia. Ti farà piacere sapere che sul numero di ottobre di Pride comparirà un mio articolo che parlerà della mercificazione (presunta) del corpo maschile in Italia… :)

daunpannounfiume.com ha detto...

@ Massimo Basili
No, in verità l'esposizione sull'evoluzione del look di Thor è funzionale: passare da un inverosimile Big Jim i cui muscoli sembrano montati su come i pezzi di un robottone a un uomo vero e proprio i cui muscoli sono davvero parti funzionali del corpo indica un cambiamento di percezione della bellezza maschile, verso cui la cultura occidentale ha sempre avuto un grosso imbarazzo.

Una donna etero può dire che un'altra donna è bella, un uomo etero non può dirlo di un altro uomo. Mai fatto caso?

Fra l'altro il Thor a mio parere più sensuale di tutti è stato quello degli Ultimates. Vuoi per il redisgn del personaggio, capelli lunghi ma non ridicoli, barba ma non troppa, senza mantello, senza elmo, senza maniche, fianchi e schiena scoperti, vuoi per il tratto di Bryan Hitch che è spettacolare.
Ogni sua posa esprime ardore e forza, e (cosa non scontata) anche quando veste in borghese. Le curve di spalle e pettorali si vedono anche se indossa una camicia.

Bryan Hytch non mi è mai sembrato altrettanto lusinghiero nel disegnare le donne. Okay, hanno tutte le classiche forme da top model delle supereroine, ma di viso sono belle solo quando sono tranquille e sorridenti. Quando urlano e sono furiose (e dovrebbe capitare spesso in un fumetto supereroistico) sono delle vere e proprie gorgoni.

Crudele realismo.