SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

mercoledì 18 novembre 2015

SILENZIO ARTISTICO

Ciao a tutti, come va?

La notizia di oggi si ricollega ad un mio post del 2011, che riguardava la scultura "Modern Heroes" realizzata dallo scultore italiano Mauro Perucchetti, all'epoca esposta a Villa Borghese per la Biennale di Roma (CLICCATE QUI)....

Prima di essere esposta alla Biennale di Roma, però, era stata esposta a Londra (in foto sotto con l'artista, che risiede nella capitale inglese da diversi anni)...

E successivamente la sua popolarità è cresciuta, tant'è che nel 2013 è risbucata presso i cortili del Louvre...

E, a partire dallo scorso giugno, è in bella mostra al West Hollywood Park (647 N San Vicente Blvd, West Hollywood, California), dove rimarrà in mostra permanente fino alla fine dell'anno.

Questa sua ultima collocazione ha fatto parte delle iniziative legate al Gay Pride di Los Angeles, e tutta l'operazione è stata sponsorizzata dalla Commissione Affari Culturali della municipalità di West Hollywood, nell'ambito del programma di valorizzazione artistica “One City One Pride Art Ops”, e cioè l'annuale Festival dedicato all'arte a tematica LGBT che si tiene nella città (e di cui trovate maggiori informazioni CLICCANDO QUI).

Sorvolando sulla deprimente constatazione che in Italia non abbiamo niente di simile ad un Festival dell'arte LGBT può essere interessante notare che l'opera è stata scelta anche perchè lo stesso artista, in un'interivtsa (CLICCATE QUI) ha ammesso che:

"É il mio monumento alla comunità gay e alla sua lotta per i diritti gay. La cosa buffa è che l'ambiguità di questo lavoro ha sempre fatto parte della scultura classica."

Come dargli torto? Ad ogni modo chi passerà a West Hollywood avrà ancora un mesetto per godersi la suddetta scultura in vetroresina (l'originale è in marmo), che a quanto pare in questi mesi era diventata una specie di meta di pellegrinaggio gay...


E in effetti la cosa non mi stupisce granchè... Quello che mi stupisce, invece, e che dal 2009 (quando la scultura è stata ultimata) ad oggi nessun sito italiano che si occupa di fumetti abbia segnalato la sua crescente popolarità... Soprattutto considerando che ormai i siti italiani che si occupano di fumetti parlano un po' di tutto, e possono arrivare a segnalare anche lo scultore di banane Keisuke Yamada (CLICCATE QUI)...

E infatti ho aspettato a segnalare la ricomparsa di questa statua lo scorso giugno proprio per verificare se in Italia qualcuno ne avrebbe parlato oppure no... Non che ci sia niente di male a segnalare uno scultore di banane giapponese, intendiamoci... Però questa situazione fa spiccare ancora di più il fatto che dalle nostre parti non c'è stato nessuno che ha parlato del caso di una scultura di Superman e Batman a grandezza naturale, realizzata da uno scultore italiano,  che è stata esposta anche al Louvre...

Certo, può anche darsi che nessun sito italiano che parla di fumetti ne sia mai venuto a conoscenza (...), però il dubbio che dietro a questa omissione ci siano motivi di altro genere è abbastanza forte...

A questo punto, ovviamente, attendo di essere clamorosamente smentito... E mi auguro che dopo aver letto la mia segnalazione qualcuno dei suddetti siti si faccia avanti per rilanciarla, magari prima che la scultura venga trasferita di nuovo... Allungando il suo prestigioso curriculum e rendendo ancora più imbarazzante il fatto che dalle nostre parti non è stata mai segnalata (a differenza delle banane del pur bravissimo Keisuke Yamada)...

Ad ogni modo vorrei segnalare che più recentemente Mauro Perucchetti ha realizzato anche una scultura simile a tema lesbico (e leggermente più esplicita), che si intitola Modern Heroes 2, che mette al centro della scena Catwoman e una non meglio precisata versione della mitologica Medusa...

Di questa i siti italiani parlerebbero più volentieri? Staremo a vedere...

Alla prossima.

Nessun commento: