SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

lunedì 1 dicembre 2014

UNA GEMMA ALL'ORIZZONTE...

Ciao a tutti, come va?
Giusto nell'ultimo post parlavo di come nella nuova linea di bambole celebrative di JEM avesse fatto la sua comparsa un personaggio visibilmente gay e oggi - manco a farlo apposta - mi tocca parlare delle novità fumettistiche che coinvolgeranno questo brand tanto amato dal pubblico gay.

Piccolo riassunto delle puntate precedenti: la serie di bambole di JEM chiuse i battenti nel 1988, facendo concludere prematuramente anche la serie animata. Da quel momento e fino agli anni 2000 tutto quello che aveva a che fare con JEM era circoscritto al mondo del collezionismo e ai ricordi di qualche ex bambino degli anni '80, fatta salva qualche replica della serie animata (sempre più sporadica).

Poi è arrivato internet, e nel giro di un decennio JEM è tornata alla ribalta, con dozzine di siti, canali su youtube e un numero crescente di appassionati che l'hanno scoperta (o riscoperta) anche e non solo alla luce delle sue valenze gay friendly. Negli ultimi anni, poi, tutto questo interesse ha iniziato a concretizzarsi anche a livello ufficiale, con una nuova linea di bambole celebrative da collezione e un film dal vivo che verrà distribuito nell'ottobre del 2015.

E che JEM sia un personaggio di culto non è sfuggito neppure ai pubblicitari della HONDA, che l'hanno scelta come testimonial di uno dei suoi ultimi modelli.
E a questo punto poteva il mondo del fumetto restare tagliato fuori da tutto questo revival? Soprattutto dopo aver preso coscienza del potenziale commerciale di questo franchise anche ai giorni nostri?

Evidentemente no, e l'opportunità di realizzare una serie a fumetti di JEM (a quasi trent'anni dalla serie storica prodotta in UK, che tra l'altro arrvivarono anche in Italia sull'ormai introvabile rivista JEM MAGAZINE) è stata colta dell'editore statunitense IDW, che ha acquisito i diritti di pubblicazione dalla HASBRO (di cui gestisce - peraltro molto bene - anche le versioni a fumetti dei TRANSFORMERS, dei G.I.Joe e dei MY LITTLE PONY) e ha fatto il grande annuncio nell'ultima edizione della New York ComiCon, con un misterioso teaser poster...
Devo ammettere che, da fan della serie animata, l'idea di un fumetto dedicato a JEM mi ha spaventato e non poco, soprattutto considerando che - a differenza di altri prodotti della HASBRO - il personaggio nasceva in funzione dell'estetica e dei riferimenti pop degli anni '80... E proporne una versione attualizzata rischiava davvero di banalizzarla per farle cavalcare l'onda e le mode di oggi, snaturandola e mandando a quel paese tutto il potenziale trasgressivo che aveva manifestato ai tempi del suo debutto... Cosa che, in effetti, tutti temono che possa avvenire anche con il film dal vivo, anche perchè le prime indiscrezioni non promettono niente di buono e sembrano preannunciare un musical in stile talent show...
In attesa di verificare come sarà questo fantomatico film, però, sarà possibile dare un'occhiata alla serie a fumetti, che debutterà la prossima primavera, e sulla quale iniziano a circolare informazioni più dettagliate, a partire dal look (aggiornato) delle protagoniste... Anche perchè ora è disponibile la cover del numero uno (o perlomeno una delle cover ufficiali del numero uno), che raffigura Jem e la prima formazione delle Holograms al completo!
E devo ammettere che questa cover mi ha spiazzato...
Nel senso che mi ha spiazzato nella stessa misura in cui mi spiazzò il look di JEM nel 1986, perchè in effetti fino ad allora non si era mai visto nulla del genere... E in effetti ho dovuto prendere atto che questa cover mi ha fatto ricordare le sensazioni che avevo provato allora. Tantopiù che, se la prima JEM sembrava uscita dai sogni lucidi di una drag queen, queste nuove Holograms sembrano un incrocio fra Lady GaGa e un gruppo lesbo rock... Anzi, a guardarle bene, hanno un look decisamente grintoso e trasgressivo anche per gli standard di oggi, e sembrano tutto fuorchè delle bamboline decerebrate di ultima generazione, anche perchè questa copertina è opera di Ross Campbell (foto sotto)...
Chi è Ross Campbell?
Intanto è l'autore della cover che avete appena visto, poi è un grande fan della serie animata di JEM e infine, e soprattutto, è un autore completo particolarmente bravo a tratteggiare le psicologie e le fisionomie femminili. Infatti molte delle sue opere più apprezzate vedono nel ruolo principale donne, o gruppi di donne, tratteggiate in maniera tutt'altro che stereotipata sia nel carattere che nell'aspetto... Come nel caso del delizioso e struggente WET MOON, in cui c'è anche una preponderante componente lesbica (il che, forse, spiega perchè in Italia è ancora inedito)...
La casa editrice IDW non si è ancora sbilanciata riguardo al ruolo che rivestirà Ross Campbell nella nuova serie a fumetti di JEM, ma probabilmente non sarà circoscritto alla realizzazione di qualche copertina. E dico questo perchè i personaggi così come sono rappresentati nella copertina del numero uno sono estremamente simili alle rivisitazioni di JEM che Ross Campbell aveva realizzato qualche anno fa, in tempi non sospetti...



E in quell'occasione aveva anche rielaborato buona parte degli altri personaggi principali della serie con il suo particolarissimo stile...






A questo punto la domanda è: la IDW, che è una casa editrice estremamente seria e professionale, vista la curiosità e l'attesa che sta crescendo attorno al rilancio fumettistico di Jem, avrebbe dato il via alla relativa campagna pubblicitaria con una copertina ingannevole? Magari facendo affezionare il pubblico ad un look che i personaggi della serie non avranno mai? E inoltre la IDW avrebbe concesso a Ross Campbell la possibilità di realizzare una copertina con dei personaggi completamente slegati da quelli effettivamente presentati nel fumetto? Tecnicamente tutto è possibile, ma a livello di marketing sarebbe un suicidio, anche perchè lo zoccolo duro dei fans sicuramente non ha molta voglia di essere preso in giro dopo avere atteso una trentina d'anni per avere fra le mani un prodotto di questo tipo...

Quindi sarei più portato a credere che il look dei personaggi disegnati sulla cover di Ross Campbell sia effettivamente quello ufficiale... E questo vorrebbe dire che il suddetto look sarebbe partito proprio dalle rielaborazioni fatte da Ross Campbell qualche anno fa, e considerando che si tratta di un autore completo questo potrebbe significare che il suo ruolo in questo progetto potrebbe essere tutt'altro che marginale...
Ovviamente ora come ora è molto difficile stabilire quanto di Ross Cambpell ci sarà nella serie in lavorazione, e se il look della sua cover sarà al 100% quello "ufficiale" della serie a fumetti... Anche perchè il film per il grande schermo pende come una spada di Damocle su tutto quello che avrà a che fare con JEM nei prossimi anni, e potrebbe segnare anche gli eventuali sviluppi del progetto fumettistico (nel bene e nel male)... Tuttavia se Ross Campbell diventasse il supervisore (o magari lo sceneggiatore) della serie a fumetti è altamente probabile che ci si troverebbe di fronte a una delle serie più intriganti e innovative degli ultimi anni, anche perchè sarebbe gestita da un autore capace di tratteggiare in maniera davvero profonda e anticonformista i personaggi femminili, che peraltro - in questo caso - si muoverebbero in un contesto completamente nuovo per il fumetto seriale statunitense...

Senza contare che gli sceneggiatori della seria animata degli anni '80 hanno posto delle basi più che solide per mettere in piedi una serie a fumetti davvero "otrageous"... E quasi certamente molto GLBT friendly...

Ovviamente a questo punto non resta da fare altro che aspettare e incrociare le dita, anche se devo ammettere che - nonostante tutto - questa volta sono abbastanza ottimista.

Alla prossima.

1 commento:

daunpannounfiume.com ha detto...

Ricordo da piccolo che guardare un personaggio trasformista come Jem mi procurava un certo disagio, e forse era il segnale che davvero questo cartoon stava rompendo gli schemi. Il tratto di questa cover è molto appariscente e allegro, 10+ per la tastierista sovrappeso però è davvero antitetico con lo stile semirealista del cartoon originale, e un po' mi da fastidio. Fra l'altro queste ragazze qui sembrano quindicenni, mentre la Jem originale era una donna adulta con un mento importante.
Non so se verranno ripagati da questa scelta