SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

sabato 27 novembre 2010

IL VIDEO DELLA SETTIMANA...

Ciao a tutti e a tutte, come va?
Anche oggi sono qui a presentarvi un cantante gay dichiarato, e devo ammettere che questa volta è un cantante che - nonostante sia assolutamente Made in USA - mi ha fatto pensare subito alla scena gay milanese (o perlomeno a quella più rilevante) in maniera abbastanza insolita per un cantante che sta dalle parti di New York... Infatti vi sto parlando di Joshua Michael, meglio noto come Ohmyjosh...Nonostante abbia solo 22 anni non si può dire che abbia poche esperienze alle spalle (ma immagino che abitare dalle parti di New York aiuti), infatti prima di essere diventato un nome di riferimento per la dance indipendente della East Coast ha lavorato come ballerino a Broadway, ha insegnato danza, ha cantato in varie band giovanili (che, già a 14 anni, gli hanno dato la possibilità di supportare i tour di cantanti come Little Richard e Chuck Barry) e il suo primo CD personale ha debuttato il 18 gennaio del 2009... Proprio il giorno del suo ventunesimo compleanno. Quando si dice lo stile. Attualmente è un personaggio molto richiesto dai club newyorkesi e sicuramente ne sentiremo ancora parlare, anche perchè nel suo genere musicale è sicuramente un personaggio interessante... Come potete intuire dal suo ultimo video, che potete vedere qui di seguito...

In effetti non è il mio genere, ma la canzone è orecchiabile e mi sembra un omaggio neanche tanto velato, e abbastanza riuscito, alle dive dance degli ultimi anni... Che oltretutto riesce ha trasmettere una certa carica... Cosa che non bisognerebbe mai dare per scontata.
Alla prossima.

1 commento:

Phayart ha detto...

Non mi pronuncio sulla musica per via della mia ignoranza rispetto al genere... ma visivamente è inquietante, sembra la versione gay di Max Headroom!