SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

sabato 4 giugno 2011

IL VIDEO DELLA SETTIMANA

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
Come vi avevo promesso per questo mese di giugno ho intenzione di segnalarvi dei cantanti un po' diversi dal solito, e che in qualche modo possono offire degli spunti di riflessione supplementari nel mese del Gay Pride. Così questo mese speciale della rubrica del sabato parte con il pornoattore Charles Casper Peyton, meglio noto come Jeff Stryker...
Ai più giovani questo nome forse non dice molto, visto che parliamo di un'icona del porno che ha tenuto banco dal 1986 al 1997, tuttavia si tratta probabilmente di uno dei pochi professionisti del settore che sono entrati letteralmente nella leggenda... Non foss'altro perchè i dildi modellati sui suoi genitali sono diventati il più grande successo commerciale del settore. La cosa interessante di Jeff Stryker è che, nonostante per i gay di tutto il mondo sia diventato un vero e proprio mito, non è mai stato gay e ha fatto anche molti video porno hard e bisex senza farsi troppi problemi a passare da un genere all'altro... Contribuendo non poco a sdoganare il sesso gay. Oggi magari può sembrare qualcosa di banale, ma posso garantirvi che in quegli anni era una scelta tutt'altro che scontata. Ora ha 49 anni e una famiglia nel senso tradizionale del termine, ma rimane ancora nel cuore di tantissimi fans e di tanto in tanto si esibisce ancora nei locali, mentre i suoi dildi continuano ad essere prodotti e venduti...
A questo punto qualcuno di voi si chiederà cosa c'entra Jeff Stryker con una rubrica settimanale sui cantanti gay dichiarati... Beh... Effettivamente c'entra, perchè nel suo momento di maggior popolarità aveva anche inciso un CD, e in uno dei suoi film si era esibito persino in un concerto con tutti gli attributi (è proprio il caso di dirlo). Il CD in questione si chiamava Wild Buck, e come potete facilmente intuire in Italia non venne mai distribuito...
D'altra parte in Italia i suoi video hard non avevano un circuito di distribuzione vero e proprio, a parte qualche videocassetta distribuita "a caso" nelle edicole, e i cinema a luci rosse proiettavano solo hard etero. Da noi era conosciuto principalmente per i servizi fotografici che gli dedicavano alcune riviste porno gay di quegli anni (come la storica Gay Italia, che ne parlava davvero molto spesso e che - non a caso - era redatta in collaborazione con l'unico sexy shop gay italiano, lo Studio Know How di Milano). In quel periodo lanciarlo come personaggio a tutto tondo anche nel nostro paese era impensabile, anche perchè se ora in Italia il pubblico gay viene considerato pochissimo, all'epoca era del tutto ignorato. Non dimentichiamoci, poi, che in quello stesso periodo il porno italiano era appannaggio esclusivo di dive del porno etero come Ilona Staller in arte Cicciolina... La quale, guardacaso, in quello stesso periodo aveva lanciato una serie di brani che a tutt'oggi sono molto conosciuti e grazie da internet sono diventati dei cult... Come la famosissima MUSCOLO ROSSO...
La cosa ironica è che, paradossalmente, Jeff Stryker arrivò in tutti i cinema italiani con uno dei pochi film non pornografici della sua carriera, che peraltro era stato prodotto proprio in Italia... Infatti è stato uno dei protagonisti di ZOMBIE 4 , girato dal regista Claudio Fragasso nel 1988. Come dire che la partecipazione di Francois Sagat in L.A. Zombies di Bruce LaBruce l'anno scorso non è stata poi questa grande novità... E qualcuno un giorno dovrà spiegarmi perchè chi fa porno gay finisce sempre per fare film horror... Mai una commedia o magari un fantasy... Sigh... In ogni caso qui di seguito potete vedere la locandina del film e una scena in cui compare anche Jeff Stryker (che nei titoli veniva accreditato come Chuck Peyton).
Curioso vero? Mi sono sempre chiesto come mai, fra tanti attori bellocci e senza una carriera porno, sia stato scelto proprio lui... Mistero! Comunque, siccome questa rimane soprattutto una rubrica musicale, qui di seguito vi faccio ascoltare Jeff Stryker mente canta un brano che ha dato il titolo a uno dei suoi tanti film (BIGGER THAN LIFE del 1986, quando Jeff Stryker aveva ventiquattro anni)... E che a me sembra decisamente orecchiabile e sicuramente più commerciabile del MUSCOLO ROSSO di Cicciolina...

Volendo ci si potrebbe trovare anche un qualche messaggio positivo di autoaffermazione ed emancipazione sessuale... Personalmente penso che avrebbe avuto tutti i numeri per "sfondare" anche nel mondo della musica, ma evidentemente non si può fare tutto nella vita, soprattutto quando si viene considerati un'icona del porno.
Sperando di avervi sorpreso ancora una volta vi saluto.
Alla prossima.

Nessun commento: