SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

martedì 13 marzo 2012

NEWS

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
Tantissime segnalazioni e notizie importanti in questo nuovo post di marzo, quindi parto senza indugi e inizio con una notizia non proprio felice, visto che - doverosamente - partirei dalla morte del fumettista Jean Giraud, in arte Moebius...
Non realizzava fumetti a tema gay, ma ne parlo qui perchè i suoi fumetti surreali hanno dato comunque un notevole contributo allo sdoganamento di un'estetica e di un erotismo che - oggi - si definirebbero "queer"... Linee pulite ed elegantissime, colori delicati, abbigliamenti improponibili e - a voler ben guardare - una sessualità e un erotismo proposti in maniera trasversale e universale, grazie anche a sceneggiatori altrettanto rivoluzionari e pansessuali (come Jodorowsky). Se avete occasione vi consiglio di leggere la sua autobiografia dal titolo "Il mio doppio io", un vero concentrato di filosofia, che peraltro è stato capace di aiutarmi e rasserenarmi in un bruttissimo periodo della mia vita. L'augurio è che ora stia proseguendo i suoi viaggi visionari direttamente alla fonte.
Buon viaggio, maestro!
E dopo questo doveroso commiato passiamo a parlare di argomenti più interessanti per quanti sono rimasti su questa nostra terra. Per restare in tema di fantascienza oggi on posso fare a meno di segnalarvi l'uscita del gioco MASS EFFECT 3, che - come sempre più spesso accade - considera prioritario il punto di vista gay...
Infatti, fra invasioni aliene e quant'altro, c'è anche l'opzione di avere una storia gay fra il protagonista maschile, John Sephard, e Kaidan Alenko. Relazione che - inevitabilmente - si può concretizzare in momenti di intimità, come potete vedere dal video che vi posto qui di seguito.

Tuttavia un'altra cosa interessante, che mi ha segnalato l'affezionato lettore Francesco (che già ha iniziato a giocarci), è che - nell'equipaggio dell'astronave Normandy - c'è un personaggio dichiaratamente gay di nome Cortez (foto sotto), che persino nel doppiaggio italiano (visto che si tratta di un personaggio con cui si può interagire varie volte), parla apertamente del fatto che aveva UN MARITO poi morto nella guerra . Questo è un passo MOLTO importante: si inserisce per la prima volta il concetto di MARITO, e pertanto di matrimonio tra due uomini, nel background di un videogame (nel senso che non si tratta di un'opzione scelta a discrezione del giocatore, ma di un elemento inserito nella storia ufficiale). Il susseguirsi di eventi che mostrano poi il suo modo di affrontare la perdita del MARITO, i suoi sentimenti per lui, il suo passato, dimostrano chiaramente che la casa di produzione Bioware ha una posizione decisa sul tema. Il fatto poi che il doppiaggio italiano non abbia stravolto il tutto, poi, è un segnale non da poco, benchè si tratti solo di un videogioco. Insomma complimenti alla Bioware, che dopo la saga di Dragon Age sembra intenzionata a confermare il suo status assolutamente gay friendly. Probabilmente fra una decina d'anni se ne accorgeranno anche i politici italiani, e grideranno allo scandalo (come è successo l'anno scorso con THE SIMS), guadagnandosi così l'ennesimo coro di pernacchioni da parte degli elettori under 30 e da parte di tutte le persone intelligenti...
Comunque le notizie che arrivano dal mondo della fantascienza a tema gay non finiscono qui. Se siete fedelissimi di questo BLOG e se avete una buona memoria vi ricorderete che, diverso tempo fa, vi avevo segnalato il sito YAOI911, ideato da Alex Woolfson per offrire uno spazio in cui mixare lo stile dei BOYS LOVE giapponesi a quello dei comics americani. Ne riparlo qui perchè il suo fumetto ARTIFICE (di cui vedete i due protagonisti qui sotto) ha recentemente dimostrato - se ancora ce ne fosse bisogno - che la rivoluzione dei fumetti gay su internet è solo all'inizio.
Sarà per la storia di Alex, sarà per i disegni di Winona Nelson, ma questa romantica storia ambientata in un futuro non troppo lontano in cui un androide programmato per la guerra scopre l'amore (gay) ha proprio fatto centro, perchè nel giro di un annetto i suoi lettori hanno avuto modo di dimostrare quanti sono e quanto ci tengono... Nonostante in questo fumetto siano del tutto assenti le scene esplicite e la rappresentazione diretta degli organi sessuali...
A cosa mi riferisco? Qualche giorno fa Alex Woolfson aveva provato ad utilizzare il sito Kickstarter per raccogliere i fondi necessari alla pubblicazione di un volume che raccogliesse il primo capitolo della storia. Per questo ha proposto ai suoi lettori di pagare in anticipo una quota, che sarebbe stata prelevata nel momento in cui il sito avrebbe conteggiato i 7000$ che rappresentavano l'obbiettivo finale. Una volta raggiunta la cifra i soldi dai vari donatori sarebbero stati prelevati, e il volume sarebbe stato stampato - e spedito a tutti quelli che avevano versato la loro quota. Qui di seguito potete vedere l'appello del simpatico autore...

Questo mezzo era stato già utilizzato in altre occasioni per la causa LGBT, e con buon successo, ma questa è la prima volta che un fumetto a tema gay raggiunge la cifra necessaria nel giro di due giorni! Evidentemente i tempi stanno cambiando e internet sta diventando sempre più determinante. Oltretutto con internet si può capire quello che effettivamente può piacere ai lettori, senza il filtro di editori presuntuosi e prevenuti. Ad esempio: quale editore, soprattutto in Italia, avrebbe mai puntato su un fumetto come The Order of the Stick di Rick Burlew?
Non sto scherzando: questo fumetto fantasy, nato per gioco sul blog dell'autore appassionato di Dungeons & Dragons, è proprio disegnato così. Eppure dopo qualche anno l'autore ha proposto una raccolta fondi su Kickstarter per la pubblicazione di una raccolta in volume di questo web comic, che è andata al di là della cifrà richiesta, e ben al di là di ogni sua più rosea aspettativa. Infatti ha raggiunto la cifra record di 1.250.000$! E questo è quanto. Siamo davvero alle soglie di una rivoluzione digitale? Vedremo un po'...
Concludo l'aggiornamento di oggi segnalandovi qualche notizia da Hollywood... A giorni dovrebbe uscire il sequel del remake (il "semake"?) di Scontro di Titani, che in maniera molto originale si chiamerà La furia dei Titani... E, come il suo predecessore, pur essendo ambientato nel mondo della mitologia greca presenterà personaggi vestiti di tutto punto, come se dovessero partire per una gita in montagna... A partire dal protagonista...
Nel frattempo, però, è stato deciso che la MGM produrrà un film ispirato al bel fumetto Hercules: The Thracian War, dove effettivamente abbondano gli eroi mitologici poco vestiti...
Il ruolo del protagonista, tanto per cambiare, spetterà al simpatico Dwayne "THE ROCK" Johnson, l'ex campione di wrestling che aveva già dato prova - diciamo - delle sue capacità di attore poco vestito ne IL RE SCORPIONE. Se vi piace il tipo, quindi, in questo film ci saranno molte occasioni per ammirarlo in tutto il suo palestrato splendore.
Chiudo con una notizia che farà piacere ai più romantici di voi, quelli che magari seguivano la serie televisiva "La Bella e la Bestia", che raccontava di come una giornalista si fosse persa nelle fogne di New York, innamorandosi di un mutante leonino estremamente fascinoso, nonchè capo di una comunità segreta di emarginati... Con tutti i sottotesti gay del caso...
A quanto pare, a distanza di oltre venti anni dalla conclusione della serie (come vola il tempo!), l'emittente CBS proverà a riproporla alle nuove generazioni con un episodio pilota, in cui il leonino Vincent verrà intepretato da Jay Ryan...
Non proprio famosissimo, ma sufficentemente felino, e molto apprezzato anche per via di un lato B decisamente invitante, già esibito in qualche occasione... E che fa ben sperare per la riuscita dei suoi progetti futuri e per il proseguimento di una brillante carriera...
Notevole, vero? E direi che dopo questa ventata di sano ottimismo posso darvi appuntamento al prossimo aggiornamento.
A presto.

1 commento:

francesco ha detto...

grazie della citazione , wally :)
mi fa piacere che l info ti sia servita :)

sottolineo per completezza che con cortez si può avere la seconda relazione gay del gioco.
mentre con la traynor si ha la relazione prettamente lesbica (se ci prova l uomo, la traynor spiega che a lei piacciono le femmine).

nondimeno, ho notato un altro particolare sul tema, in mass effect 3.
non riguarda personaggi principali ma comparse. passandoci vicino, puoi sentire varie discussioni e simili.
ebbene, nell ambasciata (alla cittadella), appare una donna che chiede di sua MOGLIE.
seppur la moglie in questione sia un asari (razza dalle sembianze femminili ma che in pratica è sia maschio che femmina), la discussione continua parlando del fatto che hanno una FIGLIA.
capito? una donna che parla della MOGLIE e della FIGLIA.

una cosa simile ma senza esagerare è in una discussione del protagonista con il "padre" asari della sua amica liara.
il protagonista specifica che , dal punto di vista degli umani,verrebbero considerate due madri. (l asari si considera padre in quanto non è lei ad esser rimasta incinta).
ovviamente l argomento qui non è molto citato..si parla più che altro di definizione.
ma son sempre soddisfazioni.