SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

lunedì 16 settembre 2013

QUANDO L'EX É UN TIRANNO GALATTICO...

Ciao a tutti, come va?
Del fatto che ci siano tanti appasisonati LGBT di videogiochi, e del fatto che le majors del settore offrano sempre più spazio ai risvolti LGBT delle loro produzioni, vi ho già parlato. Tuttavia è ancora relativamente raro che vengano prodotti videogames a basso costo che puntano su protagonisti gay e contesti gay, perlomeno al di fuori del Giappone (dove c'è una vera e propria nicchia di mercato per ils ettor eomoerotico). Qualcosa, però, si è già visto, e ne ho dato prontamente notizia. Il caso di oggi, tuttavia, è leggermente diverso, perchè non si tratta di un autoproduzione nel senso stretto del termine, e oltre ad avere un'ambientazione fantascientifica classica ha coinvolto un illustratore decisamente noto nell'ambiente gay: Joe Phillips.
Si tratta di My Ex-Boyfriend The Space Tyrant...

La storia è quella del coraggioso esploratore spaziale Tycho Minogue, che scopre con un certo disappunto che il suo ex è diventato il peggiore tiranno intergalattico della Via Lattea, così cerca di riparare ai suoi misfatti e di raggiungerlo per farlo tornare sui suoi passi. Ovviamente strada facendo farà tanti incontri più o meno interessanti... Il tutto sfoggiando un'estetica e una caratterizzazione prettamente "gay", nel senso più camp ("pacchiano") del termine... Tant'è che è possibile giocare tutta l'avventura scegliendo l'opzione "in mutande". Qui sotto potete vedere un promo del videogioco in questione...

My Ex-Boyfriend the Space Tyrant v1.5 trailer from Up Multimedia on Vimeo.
Questa idea è stata concepita dal programmatore Luke Miller, che in diverse interviste ha detto che gli piaceva l'idea di realizzare un gioco in cui ci si ptesse impersonare in un personaggio e in una situazione che fossero gay al 100%. D'altra parte, avendo pochi mezzi a disposizione e nell'impossibilità di competere con le grandi produzioni videoludiche, non poteva fare altro che giocare tutto sull'ambientazione e sulla caratterizzazione, con una buona dose si autoironia.
Se non potete resistere all'idea di giocare potete scaricarvi il gioco in versione demo, o in versione completa per 15 $, CLICCANDO QUI.
Ovviamente le parti in cui i personaggi hanno dialoghi e interagiscono sono solo in inglese.
Se il progetto avrà dei buoni riscontri il suo ideatore ha già detto che ha in mente un sequel.
In bocca al lupo!

Nessun commento: