SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

lunedì 26 gennaio 2015

ANDAMENTI A SORPRESA...

Ciao a tutti, come va?
Una volta tanto, vorrei dedicare un post proprio a questo blog.
In realtà lo spunto me l'ha dato uno scambio di commenti in calce al mio ultimo post su IL RAGAZZO INVISIBILE (per leggerli CLICCATE QUI).

Mentre rileggevo le mie risposte ho preso coscienza di una cosa, anzi di due, e cioè che anche questo è un blog indipendente ed è gestito da un appassionato (cioè me), che peraltro in passato ha provato ad opporsi - a sue spese - a quella logica di "immanicamento" a base di clientelismo e interessi incrociati che dalle nostre parti detta legge un po' a tutti i livelli (e infatti, adesso, certi meccanismi un pochino li riconosco a naso)...

E ho riflettuto sul fatto che quello che scrivo su questo blog è obbiettivamente scomodo, e sicuramente mi chiude molte porte, tant'è che non viene ripreso praticamente mai dai grandi siti che si occupano di fumetti (e che evidentemente sono molto più immanicati di me). In tanti anni credo lo abbia fatto solo FUMETTOLOGICA, e giusto perchè sul mio blog c'era un intervento di Gianfranco Manfredi.

Presumo che, in parte, questo sia dovuto al fatto che parlo anche di tematiche omoerotiche, e in Italia questo è molto compromettente e già da solo basta per essere condannati all'invisibilità. Tant'è che, giusto per fare un esempio, in quanto blog con tematiche adulte non posso rientrare nella classifica di blogbabel (CLICCATE QUI)... E presumo che blogbabel adotti questa politica perchè appartiene alla holding Banzai Media S.r.L che, essendo la seconda holding italiana in fatto di pubblicità e spazi internet, non vuole correre il rischio di compromettere la sua reputazione con i potenziali inserzionisti bigotti, che in Italia abbondano anche se spesso è solo una questione di facciata e di opportunismo...

E in effetti non sono solo loro a mettere dei filtri: anni fa, per esempio, proposi al sito fumetti.org di inserire un link per il mio blog, e mi risposero molto garbatamente che non era possibile per gli argomenti di cui trattavo e per le immagini che pubblicavo, visto che fumetti.org era frequentato anche di minori. Il che ha una sua logica, presumo, anche se in tutto questo c'è qualcosa che non mi torna... Perchè se i fumetti in Italia sono penalizzati proprio dal fatto che sono da sempre considerati "roba per bambini", ma poi chi si lamenta di questo pregiudizio finisce - in un certo senso - per assecondarlo, vuol dire che qualcosa non funziona.

Però mi rendo conto che per chi si occupa di fumetti - non avendo io a che fare con nessun editore prestigioso - sono un signor nessuno, e quindi è naturale che io sia ignorato da molti anche per questo motivo... Tuttavia - proprio mentre riflettevo sul fatto che, forse, con questo blog faccio una specie di lotta contro i mulini a vento e i muri di gomma - mi sono imbattuto nel portale di teads.tv.

Da quello che ho capito è una società di software aziendale per il digital branding (in soldoni si occupa di promozione via web) che ha sede in diverse città del mondo, ha un sacco di clienti importanti e monitorizza il traffico dei blog di interesse giornalistico (divisi per nazione) per realizzare vari tipi di classifiche (CLICCATE QUI SE VOLETE CURIOSARE).

Classifiche che segnalano la posizione di ciascun blog in relazione agli altri e quindi, più che offrire un semplice conteggio del traffico, coi loro grafici rappresentano proprio l'indice di gradimento di ogni singolo blog.

Qui sotto vedete l'andamento di questo blog nella classifica generale dal 2009 a oggi (più o meno ora si trova nella posizione 4200,  ma a settembre era arrivato intorno alla posizione 3500)... Il che significa che dal 2009 a oggi ha scalato qualcosa come 20.000 posizioni in classifica (O__o)...

Io non sono un esperto, ma sembra che il gradimento sia cresciuto in maniera lenta ma costante, a parte alcuni guizzi inaspettati qua e là, e quindi potrei azzardare l'ipotesi che chi passa da queste parti tende a tornarci e/o a condividere almeno in parte il punto di vista che esprimo. Certo la mia non è una posizione in classifica paragonabile a quella dei blog sui fumetti più frequentati, però c'è da dire che questi blog, a differenza del mio, vengono spesso ripresi e segnalati, e questo incide molto... Tant'è che ho il sospetto che il guizzo del mio blog da agosto a settembre sia coinciso proprio con la mia (unica) segnalazione sul sito FUMETTOLOGICA (che da sola è bastata a farmi guadagnare 5000 posizioni!)...

E grazie a quella segnalazione presumo di avere raccolto alcune centinaia di followers che prima, probabilmente, nemmeno sapevano della mia esistenza.

A parziale riprova del mio ragionamento potrei anche azzardare l'ipotesi che il grafico del seguitissimo blog dello sceneggiatore Roberto Recchioni, che vedete qui sotto e che non è mai sceso sotto la posizione 800 della classifica generale, da qualche anno abbia un andamento sussultorio proprio perchè ha una relazione molto stretta con la pubblicità più o meno volontaria che gli viene fatta quando i suoi post vengono ripresi e commentati da altri blog, siti, social, ecc...

La cosa interessante, però, è che sul sito teads.tv c'è anche una classifica tematica dedicata ai blog che si occupano nello specifico di "fumetti e illustrazioni" (CLICCATE QUI). In questa classifica il mio blog però non rientra, perchè a quanto pare risulta multitematico (nella classifica dei blog multitematici si piazza poco prima della posizione numero 900), però - considerando le posizioni nella classifica generale - se il blog che state leggendo rientrasse nella classifica dedicata a "fumetti e illustrazioni" attualmente si piazzerebbe in centesima posizione!

Ora: mi rendo conto che una centesima posizione non è esattamente qualcosa di cui vantarsi, ma considerando che questo blog è pubblicizzato pochissimo (e forse è anche un po' boicottato), che non ha sostenitori occulti e che - soprattutto - si occupa prevalentemente di fumetti dal punto di vista LGBT, direi che questa centesima posizione è abbastanza interessante, soprattutto se si considera che negli anni pare proprio che il gradimento sia aumentato costantemente...

E l'andamento di questo blog, nel suo piccolo, mi porta a pensare che c'è un interesse crescente da parte pubblico di lingua italiana nei confronti delle tematiche LGBT nei fumetti (e non solo, visto che il primo blog di informazione LGBT generalista è presente nella classifica generale nella posizione 95!). Un interesse che, guardacaso, in questi anni sembra essere cresciuto in maniera inversamente proporzionale alle vendite dei fumetti italiani in edicola.

Mi spiego meglio: di certo queste vendite non sono diminuite SOLO per l'omissione, o la rappresentazione insoddisfacente, di certe tematiche, ma per come la vedo io la questione LGBT rientra in un più ampio discorso legato al modo con cui il fumetto italiano si approccia al proprio pubblico... Un modo che, evidentemente, non riesce più a centrare il bersaglio come succedeva una volta.

Per tutti i motivi che negli anni ho analizzato più volte proprio su questo blog.

Ovviamente non pretendo di avere la verità in mano, ma forse dei dati come questi (che sembrano relativamente attendibili, non foss'altro perchè vengono forniti da una multinazionale che con questi dati ci campa) possono offrire qualche ulteriore spunto di riflessione.

In ogni caso vorrei cogliere l'occasione per ringraziarvi tutti (e tutte) per il vostro crescente apprezzamento, che questa volta è stato statisticamente dimostrato (^__^).

Alla prossima.

3 commenti:

Fa.Gian. ha detto...

Vorrei farti notare una cosa, sull'andamento ondivago del blog del RRobe:

Lui molti followers se li cancella volontariamente, appena mostrano un barlume di senso critico sul suo operato.

Quindi che periodicamente il numero dei suoi lettori crolli, dipende anche da questo fattore.

Per il resto, hai visto anche tu cosa è successo quando ti ho linkato sul Papersera: semplicemente "Cassandra" viene sempre scacciata quando profetizza la verità; se vuoi più lettori, abbandona il raziocinio analitico e inttelligente, e posta più disegni sexy.

PS:
(Se lo fai, ti banno io :P)

Fumetti di Carta (Orlando Furioso) ha detto...

Per quel che può valere, io ti "linko" spesso sulla mia pagina fb, perché trovo che i tuoi articoli sono quasi sempre interessanti.
Delle classifiche, francamente, al posto tuo me ne strafregherei: basta dar loro un occhio per capire che "numero di visite" non fa sempre paio con "qualità". Quindi...
Infine: anche quando non sono completamente d'accordo con quanto dici, trovo comunque ricchi di stimoli i tuoi scritti e credo che questa sia la cosa più iportante.
Con stima,
Orlando
p.s. ...ecco, l'unica cosa, se magari la smettessi di cominciare OGNI tuo scritto con "sono l'unico blog che parla di fumetti lgbt ecc.". Sì, sei l'unico, ma non è che ripetendolo continuamente che la situazione eventualmente cambierà. In ogni caso io sul mio blog di fumetti a tematica lgbt ne ho parlato spesso, ma non ho avuto mai l'onore di un tuo commento. Idem per altri blog che frequento che parlano più spesso di quanto tu non sappia di fumetti a tematiche lgbt: mai visto un tuo commento.
Saluti!

Loran ha detto...

Come cantavano i sette nani "a forza di colpire anche il diamante si spezza" e in italia su certe tematiche serve un constante e lungo adoperarsi anche soltanto per portare all'attenzione cose che molti ignorano quindi penso che il tuo blog non sia una battaglia contro i mulini a vento.