SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

giovedì 19 gennaio 2017

CHI BEN COMINCIA...

Ciao a tutti, come va?

L'anno è iniziato da poco, ma è  bello vedere che le notizie interessanti per quel che riguarda il panorama fumettistico a tematica LGBT non mancano... Perlomeno negli USA. Infatti negli ultimi giorni sono successe diverse cose che vale la pena segnalare su questo blog, anche perchè non è detto che verranno adeguatamente segnalate altrove...

Cominciamo dal primo coming out dell'anno nell'ambito dei professionisti del settore. Ora lo sceneggiatore Matthew Sturges (che ha lavorato a fumetti come Jack of Fables, Justice Society of America, House of Mystery, Blue Beetle Thor: Season One, ma che ha anche all'attivo vari romanzi e videogames) ha deciso di rendere publica la sua condizione di persona transgender, e infatti d'ora in poi ha deciso di farsi chiamare Lilah.

In realtà il coming out è avvenuto su facebook alcune settimane fa (CLICCATE QUI), quando ha annunciato che aveva iniziato da alcuni mesi il suo percorso di transizione, ma è solo da pochi giorni che la notizia ha avuto un certo risalto, anche a seguito degli attestati di stima e vicinanza da parte di vari colleghi, tra i quali spiccano Marc Andreyko, Cully Hamner e Greg Pak. La cosa interessante è che alcuni dei commenti più solidali sono arrivati dagli editor Jamie S. Rich e Ellie Pyle, che hanno promesso che aggiorneranno il nome della sceneggiatrice in tutte le nuove ristampe dei suoi lavori...

Il che, penso, sia un gesto molto bello ed eticamente apprezzabile.

Comunque, a proposito di gesti belli ed eticamente apprezzabili, forse vi farà piacere sapere che l'antologia a fumetti LOVE IS LOVE, dedicata alle vittime di Orlando (e promossa proprio dal Marc Andreyko di cui sopra) sta andando benissimo. Talmente bene che attualmente è al primo posto nella classifica dei best seller a fumetti del New York Time, e se non ci credete CLICCATE QUI. A questo spero vivamente che la MARVEL stia rosicando quanto merita per il fatto di non aver partecipato al progetto come ha fatto la DC Comics... Che ha concesso tutti i suoi personaggi in comodato d'uso agli artisti che volevano contribuire a questa iniziativa benefica (che, vi ricordo, serve anche a raccogliere fondi per le vittime e i loro parenti). E in ogni caso spero vivamente che la suddetta antologia poss aavere anche una pubblicazione italiana quanto prima...

Magari inserendo anche i lavori che non hanno fatto in tempo ad essere inseriti in questa anologia, come la deliziosa storiella che segue, e che è stata elaborata da Luciano Vecchio (che a discapito del nome non è italiano, ma argentino)...


Ad ogni modo questo è stato anche il mese in cui ha debuttato lo speciale dedicato a THE RAY, il primo supereroe dichiaratamente gay che entrerà a far parte della Justice League... E sembra proprio che questa caratteristica del personaggio non resterà in secondo piano... Anzi... In questo speciale salva un attivista gay per i diritti civili (nonchè candidato Sindaco) da un supercriminale razzista e omofobo, e questo gli dà la forza per iniziare a vivere pienamente il suo orientamento sessuale... E così la storia finisce con lui che si porta al cinema un bel ragazzone...

A quanto sembra il nuovo corso gay friendly della DC Comics, per il momento, non sembra avere battute d'arresto... E qualcosa mi dice che tornerò a parlarne molto presto... Anche perchè spero vivamente che alla DC Comics dedichino una serie regolare a questa nuova versione di THE RAY, che promette davvero molto bene.

Ad ogni modo vi terrò aggiornati.

Alla prossima.

Nessun commento: