SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

giovedì 9 febbraio 2017

BARBARI AUDACI...

Ciao a tutti, come va?

Fin da quando comparvero la prima volta, nel 1932, i racconti di Conan il Barbaro scritti da Robert E. Haward ebbero l'indubbio pregio di avere una funzione catartica per i propri lettori, costretti a muoversi in un contesto sessualmente repressivo e in cui - ad esempio - sia uomini che donne non potevano mostrare il petto nudo in pubblico. Era il 1935 quando ad Atlantic City, giusto per citare un caso, 42 uomini vennero arrestati e multati perchè avevano osato andare in spiaggia senza un costume intero, e solo nel 1936 il petto nudo maschile iniziò ad essere depenalizzato, a partire dallo stato di New York.

Quindi diciamo pure che, per la sua epoca, Conan era un personaggio decisamente trasgressivo... E a differenza di altri personaggi pulp come Tarzan e John Carter di Marte, si muoveva in un contesto fantasy che presentava un variegato insieme di culture ed etnie, e che offriva infinite occasioni per inserire spunti sottilmente erotici... A partire dal fatto che Conan stesso, provenendo dalla barbarica Cimmeria, si faceva pochissimi problemi a mostrare il meglio di sè anche quando si trovava in contesti più civilizzati e in situazioni non propriamente erotiche... E comunque i suoi avversari non erano da meno, come peraltro hanno saputo mostrare le bellissime illustrazioni di Frank Frazetta a suo tempo, tant'è che le sue copertine per i romanzi di Conan hanno poi definito il personaggio nell'immaginario colletivo...

Tuttavia di tutto questo erotismo, e soprattutto omoerotismo, nelle trasposizioni ufficiali dei romanzi non è mai rimasto granchè, perlomeno finora... Infatti, a quanto pare, qualcosa sta cambiando e Conan potrebbe segnare un punto di svolta molto interessante non solo per la sua rappresentazione negli altri media, ma anche per un intero settore dell'intrattenimento... E cioè i videogiochi.

Infatti sta per essere distribuito un nuovo gioco ispirato a questo personaggio, dal titolo CONAN EXILES, che ha una caratteristica decisamente particolare...

Infatti, dopo anni in cui il nudo integrale nei videogiochi era stato associato - nel migliore dei casi - alle censure pixellate, o a qualche programmatore coraggioso che aveva tentato di elaborare dei MODS alternativi da inserire nei giochi ufficiali, anche con risultati interessanti (come nel caso di SKYRIM, di cui vedete un assaggio qui sotto), stavolta l'idea è stata elaborata direttamente da chi ha sviluppato il gioco...

E probabilmente il fatto che che CONAN EXILES sia stato sviluppato dalla Funcom, che è una casa di produzione norvegese, piuttosto che dalla classica casa produttrice americana o giapponese ha avuto un certo peso... Anche perchè non solo i giocatori potranno scegliere il livello di nudità NON CENSURATA dei propri personaggi (compreso Conan stesso), ma durante la costruzione degli stessi (che avviene mentre si trovano crocifissi!) potranno anche decidere le dimensioni del loro pene e dei loro pettorali... E il risultato a livello di giocabilità potete vederlo negli assaggini che vi mostro qui sotto...

Insomma: a quanto pare anche i giocatori eterosessuali (sia maschi che femmine) lo trovano molto divertente... E qualcosa mi dice che questo CONAN EXILES potrebbe diventare un piccolo cult in pochissimo tempo... Forse riuscendo persino lanciare un nuovo trend e sdoganando definitivamente il tabù del nudo integrale dal mondo dei videogiochi...

Il fatto che poi questo tabù sia stato rotto da un videogioco con un'ambientazione fantasy, poi, non penso sia proprio casuale... Soprattutto in un periodo in cui i serial televisivi che toccano queste tematiche tendono ad avere un taglio molto adulto e disinibito.

Che altro aggiungere? Sicuramente adesso bisognerà vedere cosa accadrà... Anche perchè qualcosa mi dice che questo sarà solo l'inizio.

Ad ogni modo, per quel che vale, sarebbe anche bello che questa evoluzione prima o poi si riflettesse anche nel mondo dei fumetti fantasy, e magari - in particolare - anche nel mondo dei fumetti italiani a tema fantasy (e non farò nomi perchè ce ne sono talmente pochi che non dovrebbe essere un problema capire a quali mi riferisco)... Che probabilmente devono essere gli unici al mondo in cui - anche in ambientazioni desertiche e tropicali - vengono presentati degli abbottonatissimi personaggi maschili intabarrati fino al collo...

Staremo a vedere...

Intanto se volete comprare il gioco in versione scaricabile dal sito ufficiale potete farlo CLICCANDO QUI 

Alla prossima

Nessun commento: