SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

sabato 4 marzo 2017

LA PRIMA VOLTA...

Ciao a tutti, come va?

Probabilmente lo sapete già, ma dato che la notizia non è proprio da poco sono felice di parlarne anche io. A quanto pare Bill Condon, il regista dell'attesissimo live action tratto dal film di animazione Disney La Bella e la Bestia, ha annunciato ufficialmente che in questa nuova versione l'assistente del perfido Gaston, LeTont, sarà visibilmente/dichiaratamente gay e manifesterà la sua attrazione verso di lui in almeno una scena (anche se pare che anche il finale del film, in questo senso, dovrebbe riservare delle sorprese)...

Sia come sia è abbastanza evidente che questo passo avanti, per giunta in un film così importante, avrà sicuramente delle ripercussioni che varrà la pena di seguire, soprattutto considerando che - come il suo predecessore - è destinato al mercato internazionale (e quindi anche a quei paesi in cui anche solo accennare a certi argomenti sarebbe illegale). E d'altra parte qualche principio di boicottaggio c'è stato anche negli USA, dove alcuni cinema (a partire dall'Henagar Drive-In Theatre in Alabama) hanno già annunciato che NON proietteranno il suddetto film, per via delle loro convinzioni profondamente cristiane...
Ovviamente ognuno è libero di pensarla come vuole, però penso sia abbastanza evidente che di questo passo i film che verranno bannati da chi ha convinzioni come queste saranno sempre di più... Anche perchè di solito la Disney non fa le cose alla leggera, e soprattutto non le fa se non pensa che valga la pena farle... E di solito, quando la Disney rompe il ghiaccio, la concorrenza tende a seguirne le orme. E tra l'altro, giusto per non farci mancare nulla, l'attore che interpreta Gaston è Luke Evans, che ha fatto coming out addirittura nel 2002... Tant'è che non si fa tanti problemi nemmeno a farsi paparazzare mentre fa le vacanze a Mykonos con il suo ragazzo...

Quindi, visto che certi dettagli non sono poi secondari come sembrano, potrebbe anche venire il sospetto che la scelta di Luke Evans nel ruolo di Gaston non sia stata del tutto casuale. Nell'attesa di vedere quanto e come sarà visibile l'omosessualità di LeTont (interpretato da Josh Gad), e soprattutto nell'attesa di vedere quale sarà l'effettiva accoglienza del pubblico, bisogna prendere atto del fatto che anche la Disney sta prendendo una consapevolezza sempre maggiore dei tempi che cambiano... Nelle sue produzioni cinematografiche come in quelle televisive... Anche perchè ostinarsi a fare finta di niente, magari facendosi condizionare dai drive-in molto cristiani, sarebbe alquanto controproducente, dato che la società sta andando in tutt'altra direzione... In particolare per quel che riguarda le giovani generazioni.

E, a proposito di nuove generazioni, si avvicina il momento in cui debutterà anche la nuova serie televisiva di Duck Tales, che probabilmente riscriverà d'accapo - o quasi - tutta l'epopea dei paperi disn eyani per il pubblico di oggi... E siccome avrà un taglio molto moderno (amche perchè dovrà competere con le serie televisive degli ultimi anni) potrei essere tentato di pensare che persino da quelle parti potrebbero manifestarsi delle aperture inaspettate su certi temi e su certi tipi di personaggi... Segnando la definitiva cesura con i toni e il registro delle storie disneyane che compaiono nei fumetti prodotti in Italia...

E in effetti già dal trailer si intuisce che non mancherà di fare un po' di ironia sulla "particolarità" della famiglia formata da Qui,Quo, Qua e Paperino... Che comunque qui hanno già smesso di muoversi sulla loro storica (e poco credibile) 313, optando per un'auto molto più verosimile (e adeguata al loro status economico)...
Cosa succederà se questa sarà solo la punta dell'iceberg e se la nuova serie di Duck Tales sarà inserita in un contesto più realistico e disinibito su tutta una serie di questioni?  Staremo a vedere... Di sicuro se accadrà qualcosa del genere ne parlerò su questo blog.

Alla prossima.

E non dimenticate di VOTARE PER IL PREMIO GLAD 2017! CLICCANDO QUI

Nessun commento: