SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

lunedì 2 novembre 2009

L'ARTISTA DI OGGI

Ciao a tutti e ciao a tutte, come va?
Eccomi tornato dalla fiera del fumetto di Lucca, che come sempre è stata un'esperienza bella quanto concitata. Ringrazio tutti quelli che mi hanno voluto salutare e mi dispiace se - da quello che ho capito - tanta gente non è riuscita a incrociarmi. Qualcosa mi dice che finchè in quella fiera non sarò presente a uno stand di questi problemi continueranno ad essercene... Speriamo che l'anno prossimo questo obbiettivo possa realizzarsi. Tra l'altro, stavolta, invece di farmi i soliti quattro giorni me ne sono potuti fare solo due e mezzo (anche perchè - fino a due settimane prima - la mia presenza era ancora in forse per tutta una serie di motivi...), ed è stato abbastanza frustrante, anche perchè, quando ho poco tempo e tante cose da fare, vado nel pallone e mi lascio sfuggire un mucchio di occasioni collezionistiche che probabilmente capitano una sola volta nella vita (GRRR!!! A ripensarci...). Comunque cerchiamo di guardare al lato positivo: gli stimoli interessanti non sono mancati e - come ogni anno - è stata una bella full immersion, molto energizzante e motivante. Tra l'altro è una buona occasione per aggiornarsi sulle ultime novità. A questo proposito volevo dedicare questo primo post dedicato a Lucca 2009 proprio a una novità, nella fattispecie a una novità che viene dalla Francia e della quale ammetto che non conoscevo l'esistenza. A Lucca c'era uno stand dedicato solo ai fumettisti italiani che pubblicano in Francia (e che in Italia hanno ancora difficoltà ad essere tradotti), e così ho scoperto che proprio a fine ottobre ha debuttato il primo volume della serie che ripercorre le vicissitudini della famiglia Della Rovere: "LE PAPE TERRIBLE" ("Il Papa Terribile"), disegnato dal fiorentino Theo Caneschi e scritto da un mostro sacro del fumetto francofono come Alejandro Jodorowsky.
Trattasi della biografia a fumetti della vita di Papa Giulio II, uno dei pochi Papi di cui sono praticamente sicure le tendenze omosessuali e le condotte a dir poco discutibili. Ammetto che questo volume, annunciato da una locandina di dimensioni cinematografiche che riproduceva la copertina qui sopra, non ha potuto fare a meno di attirare la mia attenzione. Per tutta una serie di motivi che vi lascio immaginare. A suo modo l'ho trovato persino emblematico di come può essere diverso l'approccio al fumetto di due paesi così vicini geograficamente, e al tempo stesso così diversi dal punto di vista della scena cultural-fumettistica e della libertà espressiva. A onor del vero Alejandro Jodorowsky aveva già scritto una sorta di "prequel" a questa saga, con una serie di volumi dedicati alla famiglia Borgia - Papi compresi - che era stata disegnata da Milo Manara e che non ha tardato ad essere pubblicata nel nostro paese. Però Milo Manara è Milo Manara, e in quel caso le tematiche omosessuali erano appena accennate... Con "LE PAPE TERRIBLE" il discorso cambia decisamente...
So che non ha senso fasciarsi a testa prima di essersela rotta, però sono proprio curioso di vedere se e quando questo volume (e quelli che seguiranno) verrà tradotto nella nostra lingua. Certo è che - tanto per cambiare - un'iniziativa del genere non è partita dal nostro paese e probabilmente nessun editore italiano si sarebbe anche solo azzardato a pensare di investire tempo e denaro in una produzione fumettistica di questo tipo... Per fortuna il mondo è grande, e la Francia ha una lunga tradizione di fumetti a tema storico che non si fanno tanti problemi a raccontare le cose per come stavano (cliccate sull'immagine qui sotto per ingrandirla e farvene un'idea)...
Staremo un po' a vedere cosa accadrà... Nel frattempo Theo Caneschi ha dedicato un BLOG UFFICIALE a questo fumetto, pieno di schizzi e tavole preparatorie e in ogni caso - se proprio non potete aspettare una versione italiana - potete ordinare il volume tramite la sua pagina su www.amazon.com. Detto questo vi saluto e vi dò appuntamento al prossimo post, dove continuerò a parlarvi di Lucca e forse inizierò a sbottonarmi sulle cose che bollono nella mia pentola... A presto!
IMPORTANTE: Se guardate in alto a destra troverete, proprio in cima e in bella vista, degli annunci pubblicitari. Cliccandoci sopra ogni volta che passate di qui potete contribuire al mantenimento di questo sito senza spendere nulla. GRAZIE.

5 commenti:

kanzeon ha detto...

Bel post ;-) ma forse hai sbagliato il link al blog !

Wally Rainbow ha detto...

Grazie, ho corretto!

Giacomo85 ha detto...

Wally, saresti etichettato come blasfemo e si rischierebbe il rogo in piazza, dei volumi, come la pellicola "Ultimo tango a parigi"!
Anche se devo dire, e' una storia che attira...piuttosto che i preti pedofili, meglio quelli gay!!!!

Fabrizio Mazzotta ha detto...

Argh!! Voglio questo libro! A Gennaio vado a Paris e lo compro!
Ma...dove diavolo era lo stand coi fumettisti Italiani che lavorano oltr'alpe? Dannato casino di LuccaComics!!!

Mauro Padovani ha detto...

Ho visto il volume a Bruxelles, sabato scorso, mi sa che nel mio prossimo viaggio in Belgio me lo prendo