SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

mercoledì 1 ottobre 2014

YAOI INTERNATIONAL

Ciao a tutti, come va?
Come molti di voi sapranno i BOYS LOVE (i manga omoerotici realizzati da donne per donne) sono diventati un genere che è stato ripreso e reinterpretato anche fuori dal Giappone, con alterne fortune, anche se non è successo praticamente mai che un GLOBAL BOYS LOVE (così si chiamano in gergo i boys love non giapponesi) riuscisse a replicare il successo che hanno i BOYS LOVE giapponesi in Giappone. Tuttavia si è sicuramente creato un mercato interessante per i BOYS LOVE realizzati nelle nazioni limitrofe (a partire dalla Korea del Sud). I motivi sono tanti, e analizzarli adeguatamente non è lo scopo di questo post, tuttavia è innegabile che il fatto che i BOYS LOVE animino centinaia di siti in tutto il mondo, che li mettono a disposizione gratuitamente e con tanto di traduzioni, non facilita la creazione di una vera e propria nicchia di mercato... Tant'è vero che fuori dal Giappone i BOYS LOVE stampati tradizionalmente stanno diventando un fenomeno per collezionisti e superappassionate.
Certo sul web i BOYS LOVE sono sempre più popolari, tuttavia la mancanza di un ampio mercato - nel senso tradizionale del termine - fuori dal Giappone sta spingendo le autrici (ma anche gli autori) non giapponesi a tentare nuove strade, magari sfruttando il web e le sue potenzialità in maniera inedita. Ad esempio lavorando a progetti sovranazionali.
Da qualche anno, ad esempio, sta provando a farsi largo un collettivo di artisti molto "virtuale", nel senso che collabora restando sparso fra Indonesia, Filippine, Vietnam, Spagna, Brasile e USA: il gruppo Blackmonkey-Pro (per il suo sito CLICCATE QUI).
La cosa interessante è che, potendo contare su competenze di vario tipo, possono differenziare le loro proposte in maniera abbastanza innovativa: infatti oltre a realizzare manga e illustrazioni producono anche giochi per PC... Proprio lo scorso mese ha debuttato il loro quarto gioco a tema, BAKKICHOI, incentrato sulle vacanze di una squadra di baseball e in cui - ovviamente - lo scopo è quello di spingere i protagonisti ad appagare nel modo migliore i loro pruriti sessuali e i loro sentimenti più intimi...

Considerando la notevole penuria di questo tipo di giochi in lingua inglese, e il fatto che nessuno si è mai preso la briga di riproporre e adattare la numerosa produzione giapponese, sicuramente l'impegno del collettivo Blackmonkey-Pro assume un valore particolare... Anche perchè sembra composto da persone che vogliono dare un taglio estremamente professionale alle loro produzioni, a partire dai trailer (con tanto di canzoni composte per l'occasione) che fanno girare su youtube... Questo è quello di BAKKICHOI, ad esempio...
Ovviamente il trailer è censurato per youtube, ma le scene a cui si arriva con questa BL Visual Novel (così si chiama in gergo questo tipo di gioco) non lo sono affatto...

Anzi, siccome quelli di Blackmonkey-Pro NON hanno base in Giappone possono anche aggirare le leggi giapponesi che impongono sempre e comunque di censurare le parti intime... Quindi dal loro sito offrono la possibilità di acquistare il gioco in versione censurata (con l'effetto mosaico) oppure SENZA ALCUNA CENSURA... Ovviamente pagando di più. E questo vale anche per tutti i manga e i BL Visual Novel col marchio Blackmonkey-Pro... E questa mi sembra una strategia di marketing molto interessante, anche perchè - come vi dicevo prima - mi sembra che questo collettivo sappia il fatto suo anche a livello di promozione sul web. Alcune canzoni che utilizza per i suoi trailer, come "AFRAID" composta per la BL Visual Novel SLEEPOVER sono davvero accattivanti e sicuramente contribuiscono notevolmente all'appeal del prodotto che promuovono...
Comunque, onde evitare di passare per una persona che fa favoritismi, per par condicio qui di seguito potete vedere anche alcuni frame con i protagonisti di SLEEPOVER...

Come forse avrete intuito, se vi intendente di questo genere di manga, lo stile non è propriamente da BOYS LOVE tradizionale, nel senso che - ad esempio - la muscolatura ben definita dei protagonisti è un dettaglio che non viene trascutato (a differenza di quanto avviene nei BOYS LOVE giapponesi classici). Sicuramente il fatto che questo sia un collettivo artistico sovranazionale contribuisce a dargli dei punti di riferimento diversi e un approccio grafico innovativo... Cosa particolarmente gradevole, visto che sono parecchio bravi nel loro lavoro e sono anche bravi a sfruttare il potenziale della colorazione digitale...

Inoltre, piccolo e non insignificante dettaglio, a differenza di quanto avviene nei tipici BOYS LOVE giapponesi, i prodotti del collettivo Blackmonkey-Pro non si fanno problemi a dare spazio a triangoli amorosi in cui tutti e tre i vertici trovano un accordo... Se capite che intendo...

Morale della favola: forse il collettivo Blackmonkey-Pro si rivolge ad un pubblico di nicchia, ma il modo in cui sta gestendo tutta questa operazione è sicuramente interessante e meriterebbe un'attenta analisi, anche perchè mette in luce il fatto che al giorno d'oggi, per stare a galla in un mercato che internet ha reso estremamente competitivo, non bastano le buone idee e un certo talento, ma servono anche delle buone strategie, che magari vengano incontro anche alle esigenze di un pubblico più ampio rispetto a quello generalmente attribuito al proprio genere di riferimento, come potrebbero essere i BOYS LOVE... E in effetti quello che fanno al collettivo Blackmonkey-Pro, con uno stile che ammicca più ai manga per ragazzi che a quelli per ragazze, evidentemente punta anche a conquistare il pubblico gay...
E d'altra parte le situazioni dei loro manga (comprensive di bagnini superdotati, doppie penetrazioni e quant'altro) hanno molte più cose in comune con i bara manga che non con gli evanescenti amplessi in tipico stile BOYS LOVE. Senza contare che le inquadrature e le scelte narrative sembrano uscire direttamente da dei porno gay di ultima generazione.

In conclusione: c'è chi sta al passo coi tempi, sfidando tabù e convenzioni, e si impegna per offrire dei prodotti realmente appetibili a livello sovranazionale, anche se tratta argomenti che magari non godono di grande considerazione nel mondo del fumetto tradizionale... Tuttavia il mondo del fumetto tradizionale avrebbe molto da imparare dal collettivo Blackmonkey-Pro, a prescindere dagli argomenti che tratta... Soprattutto in quelle nazioni in cui giace impaludato (o quasi) da decenni...

Ogni riferimanto all'Italia NON è puramente casuale.

Alla prossima.

Nessun commento: