SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

mercoledì 17 giugno 2015

ESPERIMENTI IN CORSO

Ciao a tutti, come va?

Forse vi ricorderete che lo scorso sabato, il 13 giugno, era prevista la prima edizione della FLAMECON (CLICCATE QUI), e cioè la prima convention fumettistica LGBT di New York, messa in piedi dall'associazione GEEKSOUT. Forse parlare di iniziative di questo tipo a New York, dove gay e lesbiche hanno saputo ritagliarsi i loro spazi da tempo, potrebbe sembrare un po' scontato e banale, ma non è così... Anche perchè per vedere una cosa di questo tipo da quelle parti (con tanto di mascotte ufficiale) è stato necessario aspettare il 2015.

D'altra parte, siccome le manifestazioni fumettistiche già presenti in zona davano ampio spazio alle tematiche LGBT, l'idea di allestire qualcosa di LGBT non è mai stata percepita come un'urgenza. Eppure, a quanto pare, questa prima edizione è andata molto bene, con una buona risposta di pubblico e una certa soddisfazione da parte degli espositori che hanno preso posto nella cornice un po' barocca della Grand Prospect Hall di Brooklyn...
Segno che, forse, organizzare un'iniziativa incentrata sull'immaginario pop in chiave LGBT anche dalle parti di New York non è stata poi un'idea così balzana...

In ogni caso, già da questa prima edizione, non sono mancati i nomi di richiamo... Anche perchè, per fortuna, dalle parti di New York gli autori gay dichiarati in forza a MARVEL e DC COMICS non mancano...





Senza contare alcuni recuperi di personaggi cult come Mark Patton, l'attore gay dichiarato che nel 1985 (il 1985!) è stato il protagonista di Nightmare 2, probabilmente il film horror che - in quel periodo - riuscì a segnare un nuovo record in fatto di sottotesti gay... Inaugurando peraltro la moda dei ragazzi che urlano nei film horror...

Inoltre, fra un incontro di approfondimento e l'altro (CLICCATE QUI), è stata lanciata un'antologia esclusiva, che ha dato spazio a diversi fumettisti indipendenti e alternativi...

E non sono mancati nemmeno i cosplayer e  le relative gare in passerella...

E alla fine è stato anche organizzato l'immancabile party con DJ e ospiti speciali dal bel mondo dell'intrattenimento queer newyorkese...

Da notare che fra gli ospiti c'era anche il porn performer Levi Karter (foto sotto), direttamente dal sito COCKYBOYS, che ha sede a New York e che era uno degli sponsor dell'evento...

In realtà il coinvolgimento della COCKYBOYS non è stato del tutto casuale e, anzi, potrebbe rappresentare la novità più importante di questa edizione della FLAMECON.

Perchè dico questo?

Innanzitutto, per quanti non lo sapessero, COCKYBOYS rappresenta un po' un'anomalia nel mondo delle case produttrici di pornografia gay. Nata in piena rivoluzione digitale, come tipico esempio di sito che proponeva video amatoriali di giovani ragazzi, non aveva nessuna attrattiva particolare e infatti nel 2010 il suo proprietario Kyle Majors decise di mettere in vendita il dominio, il sito e tutto il resto... Caso volle che il marchio passasse in mano a un filmaker newyorkese di nome Jake Jaxson e ai suoi due ragazzi RJ Sebastian e Benny Morecock (nel senso che sono insieme in tre, quindi tecnicamente non sono una coppia, ma una troppia o - detta in maniera più elegante - una triade)...

Questo ha rivoluzionato il sito e i suoi contenuti, visto che i tre hanno cercato subito di utilizzare la pornografia gay per realizzare qualcosa di molto simile al cinema underground e sperimentale, tanto da scrivere un "manifesto" che riassumesse la visione della sessualità e della pornografia che volevano promuovere tramite la nuova versione di COCKYBOYS... Morale della favola: negli ultimi anni il sito è andato sempre meglio e ha coinvolto anche ampie fasce di pubblico femminile, iniziando a realizzare anche film a puntate con ambientazioni alternative e con un approccio che qualcuno ha persino definito d'avanguardia.

E a quanto pare l'approccio di avanguardia alla pornografia gay non si esaurisce nei soli video... Infatti, proprio in occasione della FLAMECON la COCKYBOYS ha annunciato che vuole trasformare la sua serie ANSWERED PRAYERS in un progetto a fumetti, per il quale ha lanciato un concorso con cui vuole cercare un disegnatore ufficiale (che purtroppo deve essere residente negli USA)... Che peraltro, una volta prescelto, riceverà un premio in denaro oltre che un vero e proprio contratto.

Partecipare è molto semplice: bisogna visionare i due video riassuntivi che vedete qui di seguito, e poi trarne ispirazione per realizzare un paio di tavole da inviare all'associazione GEEKSOUT, che coordina tutta l'operazione (il regolamento lo trovate CLICCANDO QUI).
Credo che sia la prima volta in assoluto che un progetto del genere viene lanciato in occasione di una manifestazione fumettistica, e sono praticamente certo che è la prima volta che vede il coinvolgimento diretto di un'associazione per la promozione del fumetto LGBT...

Segno evidente che i tempi stanno cambiando e che il mondo LGBT in senso lato inizia a vedere in maniera più inclusiva i fumetti e tutto quello che ci gira attorno.

Quando e se questo cambiamento di prospettive coinvolgerà in qualche modo anche l'Italia solo il tempo potrà dircelo...

Alla prossima.

Nessun commento: