SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

venerdì 24 luglio 2015

VIDEOGAMES GAY ITALIANI!

Ciao a tutti, come va?

Districarsi fra le varie piattaforme di crowdfunding alla ricerca di cose che vale la pena sostenere economicamente sta diventando obbiettivamente difficile... E spesso le produzioni più premiate sono quelle che possono contare sull'appoggio di siti esterni o che che trovano il modo per diventare virali. Così può anche succedere che delle idee interessanti passino sotto silenzio e corrano il rischio di non andare in porto...

Fra queste, forse, c'è anche la campagna di crowdfunding per la realizzazione di un videogame con grafica 8bit che si chiama Gayway, e che evidendentemente vuole omaggiare i pionieristici giochi degli anni '80 in stile Commodore 64 (la campagna per la raccolta fondi la trovate CLICCANDO QUI).

La trama del gioco, già da sola, meriterebbe di farci un pensierino: Frank si reca a Strongtown (la cittadina omofoba di provincia da cui era fuggito anni prima), ed è determinato a trovare l’assassino di suo padre. Per fare questo chiede aiuto ai suoi amici Rus, Tim, Leon e Jake (ovviamente gay dichiarati come lui). I residenti di Strongtown non sembrano apprezzare la presenza dei nuovi arrivati, ma Frank e i suoi amici hanno gli anticorpi necessari per tenergli testa, ed eventualmente per aiutare gli abitanti di Strongtown a diventare meno omofobi... E meno repressi.
Il gioco sembra una via di mezzo fra un action-adventure game e una visual novel giapponese, e la grafica retrò applicata ad un prodotto del genere gli dà effettivamente un tocco di originalità. Ora bisognerà vedere se in un mese i suoi ideatori riusciranno a raggiungere i 50.000 euro necessari per la messa in produzione...

Tuttavia - sorpresa sorpresissima sorpresa -  la cosa davvero interessante di questo progetto è che è realizzato dalla  CAMOUFLAME (CLICCATE QUI), che è una piccola casa di produzione di videgames che ha sede a... Firenze!!! Quindi, tecnicamente, questo sarebbe IL PRIMO VIDEOGAME A TEMATICA LGBT REALIZZATO INTERAMENTE IN ITALIA!!!

Quindi diciamo pure che l'eventuale raggiungimento del suo traguardo avrebbe un NOTEVOLISSIMO valore simbolico... Anche perchè, nascendo in Italia, questo progetto non può  comunque contare sul tipico appoggio che questo genere di crowdfunding potrebbe avere partendo dagli USA o da altre realtà in cui sono presenti comunità LGBT più solide e strutturate di quella italiana, soprattutto dal punto di vista degli appassionati di videgames.

In ogni caso in bocca al lupo.

Alla prossima

Nessun commento: