SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

venerdì 29 gennaio 2016

GLAAD NOMINATIONS 2016

Ciao a tutti, come va?

Proprio qualche giorno fa vi ho segnalato come i Diversity Media Awards italiani, a differenza dei premi GLAAD americani, non hanno calcolato nemmeno di striscio il mondo del fumetto (CLICCATE QUI), e manco a farlo apposta questa settimana la GLAAD ha annunciato le sue nominations per i premi 2016 (CLICCATE QUI per l'elenco completo), comprensive della categoria comics...

Così, come ogni anno, vado a presentarvi candidati per i comics anche qui, anche perchè molto difficilmente gli altri siti e blog italiani specializzati in fumetti daranno spazio alla notizia.

Cominciamo dalla DC Comics, che quest'anno è in gara con due titoli. Il primo è la nuova serie regolare di Harley Quinn, presumo per il fatto che finalmente la protagonista ha manifestato apertamente la sua indole bisessuale (oltre che per gli elementi queer nelle storie e nella caratterizzazione di buona parte dei comprimari).

Il secondo, invece, non poteva che essere la nuova serie dedicata a Midnighter... Non certo perchè il suo titolare è un supereroe gay dichiarato, anche perchè questo supereroe aveva già avuto una serie dedicata alle sue avventure (seppur ambientata nell'universo alternativo della Wildstorm, prima che venisse fuso con quello "Ufficiale" delal DC Comics), quanto per il fatto che è la prima serie dedicata ad un supereroe gay dichiarato e single... E dato che ora Midnighter non fa più coppia fissa con il collega Apollo questa serie può avere un approccio molto più sperimentale su tutta una serie di tematiche e di situazioni, affrontando aspetti della vita gay che finora erano sempre stati tenuti a debita distanza dai fumetti mainstream di supereroi.

La MARVEL, stranamente, quest'anno è presente solo con la serie dedicata ad Angela... Probabilmente perchè è il suo unico titolo dedicato ad un personaggio che ha manifestato pubblicamente la sua attrazione per il proprio sesso, e forse anche perchè è il primo personaggio LGBT con ascendenze divine ad avere una propria serie... Se la MARVEL non avesse represso gli aspetti LGBT di Hercules, e non avesse mantenuto sottotesto la bisessualità di Loki, probabilmente adesso sarebbe in gara anche con quelle serie, ma ha preferito evitare e quindi è giusto che paghi pegno.

Per il secondo anno consecutivo la BOOM!STUDIO arriva ai premi GLAAD grazie alla serie lesbo friendly Lumberjanes, che continua ad affrontare certi temi e certe situazioni con estrema naturalezza e calando il tutto in un contesto surreale. Da notare che le avventure di questo gruppo scout così singolare dovrebbero presto diventare una serie TV, che probabilmente contribuirà ulteriormente a sdoganare certe tematiche presso il grande pubblico.

Infine la IMAGE è presente con un solo titolo (e suppongo che, con tutti i titoli LGBT friendly del suo catalogo, non sarà stato semplice sceglierlo). Si tratta della serie dark fantasy The Wicked + The Divine, in cui le divinità di varie religioni presenti e passate si sono reincarnate in giovani persone comuni, senza distinzione di etnia e orientamento sessale... Tant'è che Lucifero ora si presenta come una specie di versione lesbica di David Bowie, la dea babilonese Inanna è genderqueer, il dio fenicio Baal ha un ragazzo e la profetessa greca Cassandra si è incarnata in una transessuale... Solo per citarne alcuni...

Da notare che, non appena le nominations sono state diffuse, la DC Comics ha voluto subito rivendicare con orgoglio il suo primato (CLICCATE QUI).

Ora non ci resta che aspettare la cerimonia di premiazione per sapere chi vincerà... Nel frattempo, però, credo proprio che questo BLOG presenterà la seconda edizione dei sui premi GLAD (Gay e Lesbiche Ancora Denigrati)... E cioè il premio che gli utenti di questo blog possono assegnare tramite un sondaggio al fumetto italiano mainstream che ha dato la PEGGIORE rappresentazione dell'omosessualità. Icandidati alla prima edizione li trovate CLICCANDO QUI. L'anno scorso le vostre votazioni premiarono la pessima rappresentazione di Oscar Wilde comparsa in uno speciale della Bonelli...

Chi farete vincere quest'anno?

Alla prossima.

2 commenti:

Francesco Osmetti ha detto...

Grazie per avermi fatto scoprire The Wicket + The Divine!!! Sembra bellissimo!

Wally Rainbow ha detto...

Grazie a te :-) Sono sempre felice di sentirmi utile :-)