SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

venerdì 1 febbraio 2013

JUDGE DREDD ICONA GAY?

Ciao a tutti e come va?
Ci sono dei momenti in cui gestire un BLOG che parla di fumetti e tematiche LGBT diventa davvero impegnativo, perchè le cose da dire si susseguono ad un ritmo forsennato, e viene davvero da chiedersi se stiamo per raggiungere il cosiddetto "punto di decollo"... Soprattutto quando mi tocca fare delle segnalazioni come quella di oggi, che riguarda il primo bacio gay di Judge Dredd...
Piccolo ripasso per i meno informati: Judge Dredd è un personaggio di spicco del fumetto inglese, di cui fa parte più o meno ininterrottamente dal 1977, trovando spazio principalmente sulla rivista contenitore 2000AD. Le sue storie sono ambientate nel XXIII secolo, nella megalopoli nordamericana di Mega-City One, una realtà distopica in cui la giustizia viene rappresentata, amministrata e messa in atto dai Giudici, corpo di polizia decisamente autoritario di cui Judge Dredd è uno dei più noti esponenti. Il personaggio - decisamente fuori dagli schemi - divenne presto popolare anche fuori dai confini inglesi, e gli sono stati dedicati ben due film...

Sia come sia il personaggio era talmente rude e virile che parlare di una sua presunta omosessualità, finora, rasentava l'eresia. Infatti l'attuale sceneggiatore del personaggio, Rob Williams, non è uscito di senno e - siccome in questi giorni l'anteprima che circolava in rete ha avuto un impatto notevole - alla fine ha spiegato che in realtà le cose non sono esattamente quello che sembrano...
Infatti il giudice Dredd che si vede pomiciare con il giovane punk nella tavola qui sopra non è quello vero, ma un suo impersonatore in un locale gay di Mega-City One... Perchè, a quanto pare, i gay di Mega-City One vanno letteralmente pazzi per i giudici e le loro uniformi, e in particolare per il giudice Dredd, tant'è che fanno delle vere e proprie feste a tema per celebrare il loro feticcio sessuale preferito... In cui - ovviamente - possono dare liberamente sfogo alle loro fantasie.
Tecnicamente, quindi, non si tratta di un coming-out, tuttavia il fatto che uno sceneggiatore si sia preso la briga di pensare che Judge Dredd, nel suo ipotetico futuro, aveva tutti i numeri per diventare un'icona erotica per la comunità gay è la dimostrazione che i tempi stanno decisamente cambiando, e che la conoscenza del mondo gay e delle sue dinamiche è sempre meno superficiale... E tutto considerato non è una cosa da poco, perchè vuol dire che il processo di integrazione fra chi è gay e chi non lo è sta andando avanti.
E se questo arriva a succedere persino sulle pagine di Judge Dredd è evidente che certe prospettive non sono più quelle di una volta.
Alla prossima.

Nessun commento: