SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

venerdì 6 dicembre 2013

ABEMUS WONDER WOMAN

Ciao a tutti, come va?
Come forse avrete notato in questo BLOG non avevo ancora parlato del sequel di Superman che la Warner Bros sta mettendo in cantiere. Il fatto è che, pur apprezzando l'onesta intepretazione di Henry Cavill, mi sembra che tutta l'operazione messa in piedi dalla Warner non sia altro che un tentativo per cavalcare l'onda del grande successo cinematografico degli ultimi film "a puntate" prodotti dalla MARVEL, e siccome lo sta facendo in maniera abbastanza confusa e tuttosommato goffa volevo avere delle info sicure da condividere...
La goffaggine di tutta l'operazione, che evidentemente vuole sfruttare commercialmente i personaggi DC Comics (visto che la DC Comics da anni è stata acquisita dalla Warner Bros), è abbastanza evidente se si pensa che - per scimmiottare gli incroci narrativi che stanno portando al successo i filmoni della MARVEL - nel secondo capitolo delle avventure del nuovo Superman lo si vuole mettere in coppia con Batman... Il che, in effetti, poteva anche avere senso se si fosse presa in considerazione la recente trilogia cinematografica di Christopher Nolan con Christian Bale nel ruolo del cavaliere oscuro...
Invece per tutta una questione di impegni, budget, contratti e accordi, che è troppo complicato spiegare qui, si tratterà di un Batman che ripartirà da zero in occasione della sua partecipazione al film di Superman. E questo la dice lunga sull'incapacità della Warner di pianificare nel lungo periodo una strategia per i film a base di supereroi. Oltretutto nel ruolo di questo nuovo Batman ci sarà Ben Affleck, noto per la sua scarsa interpretazione nel film che a suo tempo venne dedicato al supereroe MARVEL Daredevil... E infatti gli appassionati di fumetti avevano anche promosso delle petizioni per rimuoverlo dal ruolo prima di dare modo alla Warner di doversi pentire amaramente della sua scelta, ma senza successo...
La cosa più inquietante, però, è che alla Warner - non paghi di accostare due personaggi decisamente complessi da gestire (e che NESSUNO aveva ancor amesso insieme sul grande schermo) - si sono messi in testa di strafare. Così, in questo mega filmone è prevista anche la partecipazione di Wonder Woman! Personalmente ho sempre amato molto questo personaggio e ammetto che mi fa piacere che dopo tanti tentativi andati a vuoto avrà la sua occasione sul grande schermo, ma sicuramente farla esordire in un film in condivisione con Superman e Batman non è esattamente un colpo di genio... Di buono c'è che per il ruolo è stata scelta l'attrice e modella israeliana Gal Gadot, la cui bellezza mediterranea è sicuramente adeguata al ruolo...


La questione, ora, è che per diversi anni (se non decenni) Wonder Woman è stato un personaggio che ha vissuto lontano dai riflettori e, se escludiamo il mondo gay e lesbico che l'ha adottata come icona, il suo mito presso il grande pubblico è tutto da ricostruire.
E da ricostruire per bene.
E qui si vede la differenza fra la Warner e la MARVEL. Nel senso che i MARVEL STUDIOS, di fatto, hanno un rapporto diretto con la casa editrice e stanno gestendo i suoi personaggi pianificando le cose come farebbe una casa editrice (che ovviamente sa come presentare i suoi supereroi - noti e meno noti - al pubblico), facendo film "di" supereroi, mentre la Warner mi dà tanto l'idea di voler fare film "con" supereroi. Nel senso che la MARVEL costruisce film attorno ai supereroi (e con successo), mentre la Warner li usa in funzione dei film che ha in mente.
Cosa che, in effetti, sta facendo anche la SONY con Spider-Man, per cui ha aveva acquistato i diritti dalla MARVEL in tempi non sospetti, mentre la Paramount sta sfruttando i diritti degli X-MEN in maniera già più assennata...
Non so se ho reso l'idea.
Pensare di fare esordire un personaggio potenzialmente esplosivo, e dalla storia complessa, come Wonder Woman in un film che di fatto è dedicato a Superman e Batman, quindi, è una scelta perlomeno discutibile, e non è detto che possa risultare vincente.
E non è nemmeno detto che non finisca per bruciare Wonder Woman per l'ennesima volta.
Oltretutto, se tanto mi dà tanto, non è neanche detto che alla Warner terranno in debita considerazione la personalità di Wonder Woman o il fatto che è diventata un'icona gay e lesbica, col risultato di sfruttare Gal Gadot solo per una questione decorativa.
E sarebbe un peccato.
Staremo a vedere.

Nessun commento: