SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

sabato 21 dicembre 2013

KEN STORY 1992

Ciao a tutti, come va?
Devo ammettere una cosa: ricostruendo la storia di Ken Carson e delle sue incarnazioni non posso fare a meno di notare che ci sono stati certi anni in cui sarebbe potuto diventare davvero un'icona per la comunità gay... Se solo in quegli anni la suddetta comunità avesse avuto una percentuale di nerd e geek pari a quela attuale. Invece, disgraziatamente, nel 1992 rapportarsi in maniera spontanea e naturale con l'immaginario infantile non andava di moda, e così alcuni dei migliori look di Ken sono passati del tutto inosservati... Tant'è che solo ora vengono riscoperti e valorizzati come si deve. Infatti, visto che il buongiorno si vede dal mattino, Ken inizia il 1992 in versione EARRING MAGIC...
Maglietta in rete rosa e giacchettino in pelle viola... Capelli biondi con colpi platino, orecchino e soprattutto un anello "magico" appeso al collo... Che però NON ha le dimensioni di un anello per le orecchie, ma piuttosto quelle di un anello di quelli che si applicano alla base di alcune parti anatomiche in vista di momenti un po' particolari, diciamo... E a giudicare dalle grandi dimensioni dell'anello in questione possiamo dedurre che la natura, con Ken Carson, è stata anche abbastanza generosa...
Successivamente, però, sembra che Ken sia tornato ad avere nostalgia della vita di mare e dando sfogo a una sempre più spiccata schizzofrenia torna brevemente serio e morigerato, per diventare SEA HOLIDAY e poter guidare barche di lusso in crociere esotiche...
Tuttavia, guardandolo con più attenzione, scorgiamo una certa coerenza nel suo stile, visto che indossa un bel ciondolo ad ancora, in tamarrissimo stile anni '90, una serie di finiture dorate molto chic e una camicia fantasia che promette serate molto frizzanti, con o senza Barbie... E comunque potrebbe anche essere che questa breve parentesi seria gli sia solo servita per fare dimenticare (brevemente) il suo momento EARRING MAGIC (visto che venne messo in prima pagina anche da molti quotidiani americani, e non lo dico per scherzare). Infatti, dopo che acque si sono calmate (è il caso di dirlo) si ritinge i capelli di biondo e sfoggia uno dei suoi completini più trendy di sempre, diventando GLITTER BEACH...
Certe cose parlano da sole, ma siccome questo è un BLOG serio non posso esimermi dal segnalare alcuni dettagli assolutamente favolosi, che andrebbero assolutamente recuperati dalla moda dei nostri giorni... I boxer fantasia glitterati... Il ciondolone col surfista rosa... Lo smanicato abdominal-free... E il ritorno al capello platinato... Una vera icona di stile per tutte le spiaggie più cool, e sottolineo "cool", del pianeta. E dopo essersi rilassato in spiaggia il nostro eroe torna anche a dare il suo contributo all'esercito americano in versione ARMY KEN, o - come indica la scatola -  Stars & Stripes Rendezvous with Destiny Army...
D'altra parte per apprezzare una cosa, in questo caso il colore rosa e la vita da spiaggia, ogni tanto è necessario staccare la spina e sfogare il proprio lato più maschile. E quale modo migliore di sfogarsi se non condividendo una camerata con centinaia di ragazzi nel fiore degli anni e col testosterone che sprizza da tutti i pori? Evidentemente il nostro amico Ken Carson sa il fatto suo, anche se - effettivamente - viene il sospetto che queste episodiche esperienze militari abbiano degli obbiettivi che hanno poco a che fare col servizio alla patria e molto con altri tipi di servizi... Anche perchè, dopo essersi saziato - e sottolineo saziato - della vita militare, Ken torna di nuovo a danzare leggiadramente, in una nuova versione MY FIRST KEN... E guardacaso torna a danzare assieme al suo amico omonimo di colore...

Che altro aggiungere? Se fossi un po' malizioso e volessi mettere assieme tutti i pezzi del puzzle direi che Ken Carson è un ragazzo che non vuole rinunciare a niente e che non ne ha mai abbastanza, ma anche che è molto esigente in fatto di amici (e, a parte il suo omonimo di colore, negli anni '90 ne ha avuti diversi, ma a loro dedicherò un appuntamento a parte). Comunque, dopo aver dato (di nuovo) il meglio si sè nel balletto (e forse non solo in quello), Ken decide di sfoggiare il suo lato più romantico, diventando SECRET HEARTS... Perchè cuori segreti? Forse perchè ha qualche amore inconfessabile? Chissà... In ogni caso stavolta non è più tanto sicuro di voler rinunciare alla sua tinta bionda, come fa si solitò quando vuole fare la persona seria... E infatti stavolta compare - per la prima volta - in doppia versione...
In effetti, a questo punto, sembra evidente che è scattato qualcosa nella sua mente, e che una parte di lui non vuole più separare in maniera così netta i momenti eleganti da quelli più frivoli... Come se oraq ci fosse una parte di sè che preme disperatamente per gridare al mondo la sua verità...
Quale sarà questa verità? Nel 1992 Ken non riesce ancora a dircelo (nonostante alcuni segni abbastanza evidenti), però forse ha deciso che deve iniziare a fare i conti con il suo vero io. Infatti il 1992 si conclude con HOLLYWOOD HAIR KEN...
Sembra proprio che Ken si sia dato al cinema, ma non per questo abbia voluto rinunciare ai lati più estrosi della sua personalità. Da notare che la tinta bionda si è fatta più scura, ma che possono comparire sui suoi capelli delle favolose stelline viola, in tinta con le decorazioni del suo favoloso completino, che pur non avendo niente di rosa è assolutamente sopra le righe e non manca di attirare l'attenzione. Forse, dopo tanti anni, Ken ha iniziato a integrare i vari lati della sua sfaccettata personalità? In effetti, a giudicare da come vivrà il 1993 , potrebbe anche essere così...
Di questo, però, vi parlerò la prossima volta.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

OMMIODDIO!! Io avevo un holliwood hair Ken, non a caso mia madre ha avuto qualche sospetto mentre crescevo ^^'

Ste

Wally Rainbow ha detto...

Il buongiorno si vede dal mattino...

Anonimo ha detto...

Wally... forse ho capito male io l'intenzione di questa rubrica dedicata a Ken, ma non ti sembra un po' sciocco parlare di questa roba e poi dire che gli stereotipi vanno abbattuti?

Wally Rainbow ha detto...

Mhhh.. Domanda legittima. Allora: premesso che questa rubrica l'ho sospesa per anni e in tanti mi hanno richiesto di continuarla, direi che ha un suo senso nella misura in cui:
1) Alleggerisce i toni di un BLOG che - mi rendo conto - a volte è un po' palloso.
2) Approfondisce la storia di un'icona gay pop che - a quanto ne so - non è mai stata analizzata così nel dettaglio su un sito italiano.
3) Dimostra proprio che gli stereotipi sono tali nella misura in cui li si interpreta come tali. E infatti sono io che sto interpretando la storia di questo bambolotto in chiave gay, anno per anno, visto che in realtà non è mai stato concepito in funzione di eventuali risvolti gay.
In ogni caso spero che leggendo il mio BLOG si capisca che sono il primo a dire che l'omosessualità non va ricondotta a completini rosa, payettes e vi dicendo :-)