SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

mercoledì 6 agosto 2014

LA VOCE DI ZOISITE

Ciao a tutti, come va?
A quanto pare, e com'era prevedibile, l'idea dei giapponesi di rendere disponibili le puntate di Sailor Moon Crystal direttamente (e legalmente) su internet con tanto di sottotitoli in più lingue è stata premiata da un grande riscontro internazionale, e anche in Italia le puntate in giapponese sottotitolate in italiano sono diventate alquanto virali... Talmente virali che già qualcuno ha cominciato ad intervistare Cristina D'Avena chiedendole se le piacerebbe interpretare una nuova sigla per la versione italiana della serie (CLICCATE QUI)...
La cantante sembrerebbe entusiasta all'idea, ma il problema - che su questo BLOG ho analizzato più volte - è che non è affatto detto che Mediaset questa volta avrà il coraggio di imbarcarsi in un adattamento del genere (i motivi li ho analizzati QUI). Oltretutto, se la serie sottotitolata sta diventando davvero virale come si dice, questa volta sarebbe davvero impossibile "mascherare" l'omosessualità di alcuni personaggi "cambiando" il loro sesso o cose del genere... Tant'è che nell'ultima puntata disponibile in streaming ha fatto la sua comparsa il primo personaggio omosessuale della serie, Zoisite, sfoggiando una voce inequivocabilmente maschile...
Come potrebbero gestire gli adattori italiani una situazione del genere?  Considerando che la TV italiana (perlomeno quella che arriva sul digitale) è un'emanazione più o meno diretta di alcune forze politiche, e che NESSUNA delle suddette forze politiche ha intenzione di "schierarsi" troppo a favore della causa gay (visto che le grandi lobby di potere che i politici italiani corteggiano in cerca di sostegno NON sono a favore dei diritti gay), direi che l'unico modo per gestire una situazione del genere è... Non gestirla affatto e NON adattare Sailor Moon Crystal in italiano.

Ovviamente posso ancora essere smentito, quindi staremo a vedere.

In compenso colgo l'occasione per segnalarvi l'iniziativa senza scopo di lucro che è stato messo in piedi a partire da ottobre dell'anno scorso, e che era finalizzata a reinterpretare un episodio della prima serie classica di Sailor Moon (nell'adattamento americano) attraverso il lavoro di oltre 250 animatori più o meno professionali. A ognuno di loro è toccata una breve sequenza da personalizzare col proprio stile e la propria tecnica: il risultato è quasi stroboscopico, ma sicuramente interessante... E lo potete vedere qui...
Che dire? Sicuramente l'idea è originale e dimostra quanto il personaggio sia entrato a far parte della cultura pop contemporanea, e non solo per quel che riguarda gli appassionati di animazione giapponese.

Il che, se possibile, renderebbe ancora più surreale la mancanza di un adattamento italiano per Sailor Moon Crystal (fatto possibilmente come si deve).

Alla prossima.

1 commento:

Stefano ha detto...

Non ci sarà nessun adattamento italiano per sailor moon crystal... ormai troppo vista online e le censure che mediaset e moige imporrebbero farebbero calare troppo gli ascolti

Mi spiace per Cristina, ma niente sesta sigla...