SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

mercoledì 23 marzo 2016

PUNTI DI CONTATTO

Ciao a tutti, come va?

Come forse saprete oggi in Italia debutta il tanto atteso film con Superman e Batman. Quello che forse non sapete è che negli USA debutterà fra due giorni, e che lo stesso giorno sul sito hard della men.com debutterà la sua parodia gay... Che, come nel caso della parodia di STAR WARS realizzata dallo stesso, si articolerà in vari "capitoli".

Da quel che si intuisce guardando il trailer gli effetti speciali saranno praticamente assenti, a differenza di quanto accade in alcune  riuscitissime parodie porno etero (come quelle realizzate da Axel Braun sui supereroi), e anche la regia promettere di essere terribilmente piatta (niente inquadrature e luci particolari per fare un po' di "atmosfera", per intenderci). Sicuramente questo mette in evidenza il fatto che il porno gay ha meno risorse (anche economiche) del porno etero, ma anche che il regista di questa porno parodia non è un nerd realmente appassionato di fumetti (come l'Axel Braun di cui parlavo prima)...

D'altra parte bisogna tenere presencte che men.com ha "appaltato" questa produzione allo studio ALTER SIN (cliccate QUI), che ha sede a Barcellona e che - anche solo per una questione di formazione culturale - difficilmente può essere in grado di addentrarsi nei meccanismi di una porno parodia gay a base di supereroi americani... Anche se ormai ALTER SIN è diventata IL riferimento ufficiale per men.com quando si tratta di parodie, e a quanto mi risulta è uno dei pochi studi che si occupano (anche) di porno gay con ambientazioni "di genere"...




Tra l'altro, parere personale, il performer scelto per interpretare la versione porno gay di Superman, e cioè Topher DiMaggio (foto sotto), non ha assolutamente la stazza giusta... Cosa alquanto imbarazzante considerando la quantità di performer gay che hanno un fisico più adeguato e un viso munito di mascellone... E visto che indosserà un costume economico l'effetto d'insieme non sarà proprio il massimo...

Ad ogni modo, al netto di tutte queste critiche, penso che sia interessante notare come - per la prima volta - una casa di produzione che si occupa di porno gay "generalista" (e che negli anni si è costruita una fama molto solida) abbia deciso di realizzare la porno parodia di un film di supereroi... Peraltro scegliendo per il suo debutto la stessa data del debutto del film a cui si ispira... Con tanto di locandine molto riuscite e studiate per bene...

E questo mi pare un segno evidente del fatto che, alla fine, anche il mondo del porno gay ha iniziato a realizzare che i supereroi sono entrati nell'immaginario erotico dei gay adulti, e non solo in quello degli adolescenti alle prese con i loro primi pruriti... O magari in quello dei soli nerd eterosessuali. E  questo, probabilmente, è stato possibile anche perchè le produzioni multimediali legate al mondo dei supereroi sono diventate sempre più ammiccanti nei confronti di chi apprezza un certo tipo di erotismo legato al corpo maschile e ai sottotesti omoerotici. E gli stessi fumetti da cui queste produzioni sono tratte hanno cominciato ad essere molto più inclusivi nei confronti del pubblico omosessuale, che probabilmente ha iniziato a guardarli con un occhio più attento rispetto al passato.

D'altra parte gli stessi editori si sono resi sempre più conto, dati alla mano (CLICCATE QUI), che c'è un'ampia fetta di pubblico omosessuale e bisessuale (soprattutto fra i giovani) che vale la pena coltivare, ed è evidente che sta studiando nuove strade per accaparrarsela...

E infatti è probabile che non sia solo per gratificare il pubblico femminile che la MARVEL ha annunciato che nel mese di luglio diverse sue testate usciranno con copertine speciali che metteranno in evidenza il sex appeal dei suoi personaggi maschili... Copertine come quelle che vedete qui sotto...






Niente di particolarmente scabroso, ovviamente, ma direi che copertine del genere - fino a qualche anno fa - sarebbero state impensabili... E danno la misura di come l'editoria a fumetti americana stia iniziando a venire incontro ad un nuovo pubblico, come peraltro sta iniziando a fare il porno gay...

Forse gli appassionati di fumetti stanno diventando l'anello di congiunzione fra questi due mondi che un tempo erano del tutto inconciliabili? E a cosa porterà tutto questo da qui a un po'?

Staremo a vedere...

E non dimenticare di partecipare alla votazione dei premi GLAD! Vota anche tu il fumetto italiano che ti ha deluso di più! Trovi tutte le informazioni CLICCANDO QUI.


6 commenti:

Fumetti di Carta (Orlando Furioso) ha detto...

...è dal 1970 che aspetto di vedere qualche pezzo di pelle in più del Dottor Strange! :-)))
FINALMENTE!!! :D

Wally Rainbow ha detto...

Secondo me col film in arrivo se ne vedranno ancora :-P

Qebm ha detto...

Men.com non aveva fatto anche qualche video ispirato ad "Arrow" (in particolare riferimento all'incarnazione tv CW)? Chiaramente il materiale di partenza ha un appeal decisamente più realistico, quindi la "povertà" di effetti speciali è meno rilevante.

Wally Rainbow ha detto...

In realtà credo che ne avesse fatto uno solo, e senza appaltarlo allo studio di Barcellona di cui ho parlato oggi, per quello non l'ho citato :-)

Riccardo Leone ha detto...

Ma il disegnatore di Tony Stark è uscito dagli anni '90? Quel torso da manuale di anatomia non ha nulla di conturbante, ed è troppo ampio per un personaggio come lui. Sparata polemica a parte, gli ammiccamenti al pubblico gay-femminile in BatmanVSuperMan sono stati palesi fin dai primi trailer, la primissima scena in cui Henry Cavill sfila la maschera a un Ben Affleck incatenato al muro sprizza testosterone da tutti i pori. Gli sguardi furiosi, lo sbuffare come tori potrebbe essere tranquillamente il preludio a una scena di sesso e schiaffoni della Raging Stallion. Ovvio che ormai, alle prese con una rilevante fetta di pubblico che guarda cinecomics e legge fumetti per avere gli stimoli giusti per imbastire fanfiction omoerotiche, online o semplicemente mentali ;), devono toccarli certi tasti.

Wally Rainbow ha detto...

Infatti li toccano... Mica sono come certi *AEMH* produttori/editori italiani che poi piangono miseria e non riescono a esportare niente :-)