SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

mercoledì 22 aprile 2015

MEGLIO TARDI CHE MAI...

Ciao a tutti, come va?

A quanto pare c'è stato un nuovo coming out eccellente dalle parti della MARVEL, e più precisamente fra gli X-MEN.

Nessuna novità, direte voi, ma in realtà una novità c'è, perchè si tratta di uno dei membri fondatori della prima versione (a fumetti) del gruppo di mutanti più noto di sempre, e in un certo senso ha un valore retroattivo.

Ora cercherò di spiegarmi al meglio, cercando di sintetizzare al massimo.
La prima serie degli X-MEN partì nel settembre del 1963, e la formazione originale era quella composta da cinque adolescenti: Ciclope, Bestia, Uomo Ghiaccio, Marvel Girl e Angelo, sotto la guida del professor Xavier.

Da allora sono passati molti anni anche se, come è noto, è tradizione che la MARVEL consideri 5 o 6 anni di pubblicazioni come un anno nella vita "reale" dei suoi personaggi, postadatando periodicamente l'ambientazione delle loro prime avventure (di modo che le prime avventure degli X-MEN, ad esempio, adesso risultino ambientate grossomodo intorno all'anno 2000)... In ogni caso fra tragedie, evoluzioni e altro ancora anche i primi X-MEN sono cambiati radicalmente...

Sono cambiati talmente tanto che lo sceneggiatore Brian Bendis ha pensato che fossero dei personaggi completamente diversi rispetto agli adolescenti che erano un tempo, e che forse valeva la pena che a quegli X-MEN adolescenti fosse data una seconda possibilità, anche alla luce delle dinamiche del fumetto contemporaneo, molto diverse da quelle del 1963.

Come fare allora? Di X-MEN alternativi provenienti da universi paralleli ce n'erano già a bizzeffe, e così ha pensato bene di mandare gli X-MEN di oggi indietro nel tempo, nel tentativo di salvare il presente da Ciclope, che è diventato una minaccia per l'umanità (e che ha persino ucciso il professor Xavier), cogliendo l'occasione per ripresentare la prima squadra di X-MEN adolescenti... In questa occasione i due team hanno finito per lavorare assieme e le versioni adolescenti hanno deciso di continuare ad aiutare quelle adulte, seguendole nel loro futuro, e cioè nell'universo MARVEL del presente... Con tanto di una nuova serie a loro dedicata...

Tutto chiaro?

In poche parole adesso nell'universo MARVEL ufficiale ci sono due Angelo, due Bestia, due Ciclope, ecc... E tecnicamente non sono versioni alternative, ma versioni provenienti da diversi punti della stessa linea temporale (anche se grazie a questa operazione, secondo la "fisica" MARVEL, si sono create due realtà divergenti, ma forse è meglio non addentrarsi troppo in questi discorsi)...

In questa situazione paradossale, che a quanto pare sta creando una serie di dinamiche molto interessanti, può anche succedere che i giovani X-MEN (con i loro nuovi costumi più adeguati ai tempi) tocchino direttamente degli argomenti che le loro versioni adulte non hanno mai osato toccare... Anche se sono stati accennati e suggeriti da sempre, alimentando il dibattito fra i fans per decenni...

Uno di questi argomenti è la presunta omosessualità (o perlomeno bisessualità) dell'Uomo Ghiaccio: un vero e proprio tormentone che si è ripresentato periodicamente fin dalla sua primissima apparizione... Quando i suoi compagni di squadra erano tutti in fibrillazione per l'arrivo del primo membro femminile del gruppo (Jean Grey/Marvel Girl), mentre lui sembrava totalmente disinteressato e preferiva dedicarsi alla pole dance...

Successivamente Bobby Drake/Uomo Ghiaccio avrebbe avuto alcune relazioni (tutti, o quasi, amori abbastanza impossibili, per la verità) con alcune rappresentanti del gentil sesso... Ma non solo... Visto che durante le sua breve militanza nel super gruppo dei DEFENDERS era sul punto di iniziare una relazione con l'alieno ermafrodita Cloud... Anche se la scoperta che era maschio e femmina a fasi alterne gli ha fatto abbandonare presto l'idea...

D'altra parte ha avuto un padre molto intransigente e conservatore, che fondamentalmente lo ha fatto sempre sentire odiato e disapprovato... E forse anche per questo è sembrato molto scocciato dal fatto che Shatterstar (mutante gay dichiarato) non riuscisse a staccargli gli occhi di dosso, al punto da farlo richiamare dal suo ragazzo Rictor...

Inoltre essendo uno dei pochi personaggi MARVEL che continua ad aggirarsi, di fatto, in tenuta da cubista ha sempre lanciato una serie di messaggi ambigui, soprattutto nei confronti dei lettori gay, che peraltro si sono spesso ritrovati nel suo carattere insicuro e scontroso, fondamentalmente incapace di integrarsi davvero col resto del gruppo... O anche solo di aprirsi davvero col prossimo.

E forse non è un caso se la presunta omosessualità dell'Uomo Ghiaccio ha ispirato anche una gag nella serie de I GRIFFIN...
In ogni caso sembra proprio che ora i nodi siano venuti al pettine, dato che questa settimana sul numero 40 della serie ALL-NEW X-MEN (dedicata ai nuovi vecchi X-MEN adolescenti), il giovane Uomo Ghiaccio è stato messo alle strette da Marvel Girl, che essendo una telepate sa bene a cosa pensa davvero il suo amico... Anche quando fa finta di fare il cascamorto con la loro collega Magik...

Così lo prende da parte e lo invita ad essere onesto con se stesso...

La sequenza (bella e molto delicata) la vedete qui sotto...
Non male... Anche se effetti suona un po' strano che in questa occasione Marvel Girl abbia  confermato che la versione adulta di Bobby Drake /Uomo Ghiaccio - stando alle sue scansioni telepatiche - non è gay, visto che di fatto si parla della stessa persona... Ma in effetti può anche essere che, in questo momento della sua vita, l'Uomo Ghiaccio adulto abbia represso talmente tanto questa parte di sè da farla risultare inesistente anche alla scansione telepatica della giovane Jean Gray/Marvel Girl... Che, in effetti, essendo giovane, non è nemmeno detto che sia in grado di leggere in profondità la mente di Uomo Ghiaccio adulto... Soprattutto considerando che - come tutti gli X-MEN - ha probabilmente appreso dal professor Xavier (super telepate anch'esso) un minimo di tecnica per occultare i propri pensieri...

Quindi non è detto che in futuro non ci siano sorprese anche per quel che riguarda  l'Uomo Ghiaccio "storico"...

Comunque è senz'altro positivo che la quota LGBT in casa MARVEL continui a crescere, anche perchè siamo ancora molto lontani dalle percentuali che si riscontrano nel mondo reale...

Alla prossima.

P.S. Vi ricordo che in cima a questo blog (nella versione web che potete visualizzare dal browser e non in quella per cellulare) potete votare per il PREMIO GLAD (Gay e Lesbiche Ancora Denigrati: trovate tutti i dettagli cliccando sull'apposito banner) 2015. Partecipate e spargete la voce!

Nessun commento: