SE COMPRI SU AMAZON.IT PASSANDO DA QUESTI LINKS RISPARMI E SOSTIENI QUESTO SITO!

Libri o fumetti in inglese? Qui niente spese di spedizione e dogana, solo sconti pazzi!

VUOI AGGIUDICARTI UN DISEGNO ORIGINALE DI WALLY RAINBOW?

PREMIO GLAD 2017

Vuoi seguire questo blog dalla tua e-mail? Inserisci il tuo indirizzo!

mercoledì 30 settembre 2015

I SOLITI SOSPETTI...

Ciao a tutti, come va?

Siccome il mio ultimo post è stato bello impegnativo ho deciso di NON pesare ulteriormente sui contenuti di questa settimana, e perciò questo sarà un post leggerino, di quelli che più che altro servono a puntare i riflettori su delle situazioni curiose.

Tutto parte dalla "variant cover" del numero due della nuova serie ALL-NEW HERCULES della MARVEL, che dovrebbe essere in distribuzione alla fine dell'anno. La suddetta copertina è diventata abbastanza virale nel circuito gay, e potete intuire da soli quali potrebbero essere i motivi...

La cosa, in realtà, è interessante anche per motivi che vanno al di là della questione estetica. Infatti questa copertina, che punta evidentemente sul sex appeal ammiccante di Hercules e sul suo nuovo look molto iconico per la comunità gay, è stata scelta nonostante il direttore editoriale Alex Alonso abbia detto chiaro e tondo che questa versione dell'eroe sarà esclusivamente eterosessuale (ne ho parlato anche io QUI), nonostante la versione mitologica dell'eroe fosse ufficialmente bisessuale, e anche se - nel recente passato - la MARVEL aveva  accennato a questo risvolto del figlio di Zeus...


Tuttavia nel lancio di questa copertina ci sono altri due elementi molto interessanti da considerare: il primo è che è stata diffusa all'indomani del 23 settembre, che negli USA è considerata la Giornata della Visibilità Bisessuale dal 1999 (tutto un caso?), e il secondo è il fatto che è stata affidata all'abile matita di Russel Dauterman (foto sotto), un disegnatore gay dichiarato che di recente si è fatto notare sulle pagine di Thor...

Ora: il fatto che un disegnatore sia gay dichiarato (e magari sposato da circa un anno, come nel caso di Russel Dauterman) sarebbe abbastanza irrilevante ai fini dell'analisi di una copertina, se non fosse per il fatto che: 1) la copertina in questione rappresenta Hercules a torso nudo e 2) Russel Dauterman è noto per la carica sexy che riesce a mettere nei suoi personaggi maschili, in particolare se sono smagliettati... E infatti è lui l'ideatore del nuovo look da clochard sexy del Thor storico...

Certo può anche darsi che si tratti solo di un caso, ma considerate le recenti polemiche che ci sono state attorno alla scelta di caratterizzare Hercules in maniera esclusivamente eterosessuale non escluderei che la copertina affidata a Russel, peraltro all'indomani della Giornata della Visibilità Bisessuale, serva come una specie di beta test... Anche perchè fra le dozzine di disegnatori in forza alla MARVEL non può essere un caso che sia  stata affidata all'ideatore del sexy Thor che si è visto ultimamente a fianco della nuova Thor ufficiale...

Sexy Thor che, anche se ufficialmente non lo ha ancora ammesso nessuno, potrebbe essere responsabile delle buone vendite della testata almeno quanto l'introduzione del nuovo Thor femminile... E se fosse così sicuramente il merito sarebbe anche di come il disegnatore ha saputo interpretare il suddetto Thor in versione sexy clochard...

Anche perchè, diciamo, la prospettiva estetica di un disegnatore omosessuale (ancor più se dichiarato) sui personaggi maschili e femminili è obbiettivamente diversa da quella di un disegnatore eterosessuale, perchè invitabilmente sarà portato ad enfatizzare i dettagli, le inquadrature, l'emotività e le posture in modo diverso...
E in effetti Russel Dauterman rende i suoi personaggi femminili assertivi e grintosi...


E quelli maschili decisamente sensuali...

Persino se li raffigura mentre pilotano un'astronave o cavalcano un caprone...



Inoltre, quando viene messo all'opera su personaggi a loro volta gay, è in grado di conferirgli una dignità e un'espressività che i colleghi etero, generalmente, non sono in grado di rendere, come nel caso del Wikkan che vedete qui sotto...


O come nel caso di Nightfox e Agent Twilight, la coppia gay clandestina (Nightfox è sposato con una donna!) comparsa nella miniserie Supurbia della Boom!Studio...


Ovviamente discriminare in base all'orientamento sessuale non è mai una cosa buona, ma penso sia lampante che un disegnatore che vuole mettere qualcosa di suo nei fumetti che realizza (e non si limita ad eseguire un lavoro su commissione), non possa fare a meno di riflettere il suo vissuto, i suoi gusti e la sua sensibilità, anche perchè altrimenti sarebbe una macchina (o il semplice ingranaggio di una catena di montaggio)... E infatti anche quando un disegnatore come Russel Dauterman si concentra su personaggi sessualmente ambigui non può fare a meno di conferirgli un tocco molto personale, nelle movenze e nell'espressività... Come nel caso dell'elfo Malekith, nemico storico di Thor...


O ancora nel caso della nuova versione bisessuale di Loki...

Morale della favola: se io fossi la MARVEL, sapessi fare il mio lavoro e avessi notato il potenziale di Russel Dauterman non gli avrei affidato una copertina di Hercules solo per il gusto di fargliela fare... Men che meno una copertina ammiccante e sexy come quella che è stata diffusa in questi giorni e che OVVIAMENTE ha trovato ampio spazio anche sui siti gay generalisti (e mi rifiuto di credere che la MARVEL non l'abbia pensata anche in funzione di questo)...

Forse qualcuno alla MARVEL sta già valutando l'idea di connotare in maniera più gay friendly Hercules nel prossimo futuro? E sta lanciando delle esche per evitare che il suo debutto possa essere compromesso dalle idee troppo "etero" dello sceneggiatore che curerà il primo arco narrativo del personaggio?

Staremo a vedere.

Quel che è certo è che conferire un'aria sexy ai personaggi maschili solo nelle copertine, sperando di utilizzarla come specchietto per le allodole, non porta mai a grandi risultati... Tant'è che la DC Comics ha da poco annunciato la chiusura della serie dedicata alla nuova versione di Lobo... Anche se aveva già giocato il jolly della copertina sexy allusiva (prego notare la posizione del pugnale)...

Peccato che il pubblico di oggi non si faccia più fregare da simili trovate, e - al contrario - tenda ad abbandonare le testate che nei contenuti non si confermano all'altezza delle copertine. E comunque, parere personale, la precedente versione di Lobo - una ventina di anni fa - almeno aveva la decenza di presentare delle copertine dove le allusioni sessuali avevano un sottotesto chiaramente ironico e satirico, e quindi non si tradivano le aspettative di nessuno...

Altri tempi...  Anche perchè adesso i lettori gay sono più consapevoli del fatto che hanno il diritto di non sentirsi presi in giro... E sicuramente stanno valutando con attenzione le implicazioni della copertina di Russel Dauterman...

Ovviamente vi terrò aggiornati, anche perchè adesso che la MARVEL è una sussidiaria della Disney è molto più complicato capire la piega che prenderanno gli eventi...

Alla prossima.

2 commenti:

Francesco Osmetti ha detto...

Mi piacciono sempre di più i tuoi articoli, sono interessanti e mi fanno sempre ampliare gli orizzonti! Complimenti ancora!

Wally Rainbow ha detto...

Grazie, eh! :-) Allora se non segui questo blog dall'inizio ti invito a spulciare anche fra i post più vecchi... Non si sa mai :-)